la rotta di ulisse 2.0

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Marte, io e Lui - La sessualità maschile
Parte prima: il pianeta nei segni













È Marte ad aprire la sequenza zodiacale grazie al suo domicilio primario, nei gradi da zero a dieci dell’Ariete. La sua presenza al tempo stesso reale e simbolica in una posizione di inizio - e perciò di primato - evidenzia la sua centralità nel ciclo vitale in cui abbiamo avuto la ventura di nascere, e nella mentalità che lo permea. In tutte le sue sfumature simboliche di energia, irruenza, bisogno di primeggiare grazie alla capacità di penetrare nella realtà esterna. A proposito di penetrazione, energia e irruenza, è noto che Marte sul piano anatomico indica tutta la muscolatura ma anche quel corpo spugnoso molto irrorato di sangue e composto da fibre muscolari, che rappresenta se non il principale il più appariscente organo sessuale maschile, il pene.
Parte del corpo centrale nella mentalità dell’umanità intera, e in particolare del sesso forte, spesso in maniera anche buffa, quasi infantile. Ogni uomo che voglia apparire tale fa infatti inconsciamente i conti con quell’appendice fra le gambe, fonte di infinite gioie ma di altrettante ansie. Di vario tipo. Per carattere e professione, da sempre ricevo le confidenze di tante persone. Se una donna ha problemi sessuali ammette di solito senza ansie eccessive di averne, in qualche caso riconoscendo di non avere particolare interesse per il sesso. A mia memoria nella mia vita solo un amico intimo secoli fa mi confidò di avere problemi di impotenza.
Se tutto sommato comunque alle difficoltà erettili prima o poi ci si rassegna
...

IL PROSSIMO ARTICOLO GIOVEDÌ 6 APRILE


Editoriale

Era La Rotta di Ulisse. Oggi diventa La Rotta di Ulisse 2.0.
Come usa adesso per le versioni successive e aggiornate di un progetto, in questo caso riuscito al di là delle più rosee attese. Correva l’anno 2008, e dopo un periodo complesso decisi di impiegare il web per diffondere i miei studi astrologici, come facevano e fanno in tanti. Per chi volesse sapere cosa c’era stato prima, racconto in estrema sintesi che iniziai a occuparmi seriamente di astri nei primissimi anni Novanta, quando “mi capitò” di essere allievo prima di Daniela Nipoti poi di Lisa Morpurgo. Non immaginavo come sarebbero andate le cose. Divenni infatti presidente del gruppo degli allievi della Morpurgo, La Nave dei Feaci, e rimasi tale fino all’autunno del 2007. Poi cambiai rotta, anzi presi una rotta in solitario. Il mio lato Leone mi impose di dare il mio meglio, e quello feci. Nella mia mente molto poco prudente decisi che avrei cercato di realizzare una guida completa all’astrologia, e quella perseguii e perseguo tuttora con aggiornamenti mensili che porto avanti con maniacale regolarità, i miei pianeti in Vergine me lo impongono. Avrei potuto scrivere due o tre libri o più se avessi sommato tutto il materiale che ho pubblicato via via sulla Rotta. Sto pensando di farlo, e in contemporanea coltivo un progetto parallelo che potrebbe venire alla luce in tempi non biblici.
Ma ora La Rotta cambia rotta, anzi aggiusta il tiro. A partire dalla grafica, otto anni sono un’enormità in quella realtà in perpetuo movimento che è il web. Ho voglia di luce e partiamo anzitutto con la luminosità.
Continueranno ancora gli aggiornamenti mensili di oroscopo e forum, non potrebbe essere diversamente ma ci sarà uno speciale dedicato al segno del mese, attingendo al materiale scritto e video già pubblicato. Ci sarà poi ancora altro materiale, in parte seguendo la traccia precedente, in parte con modalità differente che deciderò in corso d’opera.
Un grazie ancora a Ivan Vancini che mi sopporta da una vita e che mi aiuta a dare vita e visibilità alle mie nuove idee.

Il sito è dedicato all’amore, quello di ieri, quello di oggi e quello di domani, non importa in che ordine. Perché l’amore muove il mondo e le altre stelle, lo disse qualcuno decisamente illustre, e questo sito si occupa appunto di astri, Lapalisse docet.

Vai 2.0, prendi vita il 24 febbraio 2016 alle 15.05, sotto un cielo complesso ma portatore di grandi fermenti. Per me e per chi avrà voglia di continuare a seguirmi.

 


L’astrologia morpurghiana

Chi ha già un bagaglio astrologico, o solo un’infarinatura, non ha bisogno di sapere cos’è l’astrologia morpurghiana. Devo spendere però qualche riga invece per chi è digiuno della materia.
Anzitutto il tipo di astrologia di questo mio sito prende il nome da Lisa Morpurgo1, una studiosa geniale di cui fui allievo nei suoi ultimissimi anni. Come arrivai a diventarlo dopo una nutrita serie di coincidenze l’ho già raccontato (http://www.larottadiulisse.it/present/miastoria.html). Ora vale invece la pena approfondire la mia corrente di studi, di cui La Rotta di Ulisse Due Punto Zero  è un frutto.
Per forza di cose bisogna fare un passo indietro, come nei romanzi d’appendice dalla trama intricata.
L’astrologia nasce nella notte dei tempi, e cercare di stabilire chi ne tracciò le basi di studio e come riuscì a farlo è impresa vana. Le prime notizie certe risalgono ai Caldei, un popolo vissuto in quella terra ora teatro di feroci scontri chiamata Iraq.
Molte altre regole in grado di consentire di interpretare il misterioso e affascinante rapporto tra il movimento degli astri e la vita dell’uomo sulla Terra furono aggiunte dagli Egizi, ma anche in questo caso di storico c’è poco o nulla, anzi si sconfina nel mito. Gran parte di quanto tramandato in seguito spetta a un grande studioso nato ad Alessandria d’Egitto, Claudio Tolomeo, che nel Tetrabiblos trascrisse quanto gli antichi avevano codificato in materia di astri, o quello che era riuscito a reperire. Chi si occupò nei secoli seguenti di questa illustre e singolare scienza adottò però spesso il verbo tolemaico in qualche modo come un catechismo, un oggetto non di studio ma di fede.
Se analizziamo la questione da un punto di vista storico e filologico non abbiamo però alcuna certezza o evidenza sulla veridicità delle affermazioni tolemaiche. Com’è ovvio che sia, non si sa come andarono le cose, non c’era l’abitudine di documentare in forma chiara l’evolversi o lo stratificarsi delle teorie nel tempo. I diari non esistevano, o erano rari, e non è detto siano sopravvissuti alle ingiurie del tempo. Allo stesso modo gli storici preferivano occuparsi delle imprese di sovrani e militari, e a nessuno venne la buona idea di descrivere in tempo reale l’evoluzione dell’astrologia nei primi anni. L’astrologia è uno studio meraviglioso e capace di aprire mondi inattesi e sconosciuti. Essendo Tolomeo il primo ad aver trascritto le sue regole, a volte le sue interpretazioni di grande astrologo vennero scambiate per verbo quasi divino.
Chi avesse voglia di capire meglio di cosa sto parlando, può “sorbirsi” una conferenza che ho tenuto su questo argomento a Milano nell’ottobre del 2015, visibile in due parti su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=1I_hLpnQemQ e https://www.youtube.com/watch?v=zi0x5wIqPBg ).
Già, non si sa come sia nata l’astrologia, ma anche se ne avessimo traccia storica mancherebbe comunque la prova scientifica del suo funzionamento. Si possono fare delle ipotesi, attingere ora alla fisica quantistica, ora scomodare l’inconscio collettivo o che altro, ma in ogni caso una risposta a prova dello scienziato più scettico e retrivo non la si otterrebbe. La questione è aperta e lo resterà. Mi interesso di astrologia dall’età della ragione, in maniera intensiva da più di vent’anni.
....


Cosmic Revolution

A fine settembre mi sono trovato col gruppo Facebook Congresso d’Ottobre a Bologna, nella meravigliosamente rustica osteria De Marchi, per una chiacchierata gastro-astrologica. Questa è la prima parte. Premessa non secondaria. Il video è lungo, forse lunghissimo, Questa è solo la prima parte e dura mezz'ora. Un tempo infinito all'epoca dei video di tre minuti, ma ne vale la pena. Con calma seguiranno anche le altre registrazioni della giornata. Un grazie particolare va a Alda Mellini e Orlando Miglionico che mi hanno aiutato a realizzarlo

Speciale Ariete

L'Ariete









L’Ariete è il primo segno dello Zodiaco. Parrebbe una banalità, ma tale posizione di “primato”, è gravida di significati. L’inizio di ogni cosa ha un’importanza fondamentale nella strutturazione della cosa stessa. Lo sanno bene gli astrologi, che per analizzare il carattere di una persona adulta e predire ciò che gli riserva il futuro, si concentrano sulla rappresentazione grafica del quadro astrale al momento della sua nascita. L’Ariete gode di questa sua posizione di privilegio e tende ad agire di conseguenza. È un segno decisamente maschile, perché i pianeti che ne costituiscono l’ossatura regolano la virilità psicologica e i suoi attributi fisici. Marte governa il pene, Plutone i testicoli, mentre il Sole rappresenta l'Io, ossia prendendo a prestito la terminologia psicanalitica, la parte conscia e attiva della personalità.
...

I pianeti in Ariete








La Luna
- Con la Luna in Ariete ci si ricorda soprattutto dei fatti che riguardano l’Io, nel bene e nel male. I momenti di passione e di gloria, le battaglie, i nemici che si sono dovuti affrontare. O meglio, la memoria è mediamente scarsa e si stenta a ricordare davvero il motivo per cui hai dovuto ingaggiar battaglia con una certa persona. Ci si ricorda però chi era colui o colei era dall’altra parte della barricata, ed era tuo rivale. Questa Luna conferisce una sensibilità diffidente e discontinua, con slanci di generosità e apertura e altri di improvvisa e non ragionata chiusura interiore. Per poi ripartire all’attacco in quell’eterna guerra che può essere la vita. Diffidenza e reattività che forse sono nate anche dal confronto e dall’insegnamento della figura materna, una madre attiva, solare, protagonistica, competitiva, orgogliosa, in qualche modo una donna che preferisce indossare i pantaloni mettendosi a volte in competizione con il maschio, anche se ha in sé un fondo di maschilismo che le farebbe cercare
...

La prima casa


 










La prima casa, anche se non è legata ad ambiti esistenziali precisi all’interno dei quali possono determinarsi dei fatti legati a tale settore (come avviene per esempio con la seconda e il clan, il patrimonio etc.; la terza e l’adolescenza e la mobilità nello spazio vicino; la quarta e la famiglia, il bisogno di sicurezza e così via), è sempre basilare perché imprime all’Io il proprio carattere, e quindi anche le proprie modalità di agire, di reagire e di rapportarsi con il mondo. È cosignificante dell’Ariete, dove è esaltato il Sole che simboleggia appunto la parte attiva della personalità, quella visibile e conscia. Pianeti “amici” del Sole in Ariete – e quindi della casa prima – sono Marte e Plutone, ossia le due forze maschili che indicano la capacità di imporsi
...

Zodiaco Killer - Clyde Barrow,
Vivere e morire ad altà velocità















di Giuliana Giani e Massimo Michelini

Negli annali criminali Usa non ci sono probabilmente nomi più noti di quelli di Bonnie Parker e Clyde Barrow, vere icone dell’immaginario collettivo romantico che li ha trasformati in novelli Romeo e Giulietta della mala. Tra il 1930 e il 1934, negli anni successivi alla Grande Depressione del ’29, i due amanti, assieme ai loro complici, scorrazzarono nel sud degli Stati Uniti lasciandosi dietro una lunga scia di sangue. Durante le loro scorribande uccisero almeno una dozzina di persone, la maggior parte agenti ma anche semplici individui, insomma dei poveracci come loro. La loro carriera criminale consiste in una serie di rapine a malapena riuscite – il bottino più sostanzioso raggiunse a malapena i 1500 dollari – in squallidi locali, stazioncine di servizio e piccole banche, accompagnate da una spietata e non necessaria violenza. Il film del 1967 con Warren Beatty e Faye Dunaway ha contribuito a rafforzare
...

Ariete, pregi e difetti

Ariete, come superare un dolore


LO SPECIALE TORO
GIOVEDÌ 20 APRILE

Forum

UNA SITUAZIONE KAFKIANA: FINIRÀ? - 730
Caro Massimo,
l'anno che volge alla conclusione si è dimostrato in linea con gli ultimi, in cui ho visto crollare ogni mia certezza insieme a quanto avevo faticosamente costruito. Famiglia, relazioni, casa, lavoro, salute. Tutto è svanito in seguito ad un errore giudiziario che ha distrutto la mia vita e quella delle persone che amo. Il 2016 mi ha dato il colpo di grazia portandosi via mia madre, che si è arresa morendo di cancro dopo anni di sofferenza. Ora che sono completamente sola, mi soffermo a pensare al futuro e ho paura. Vorrei credere che riuscirò a reagire, che le cose cambieranno, che vivrò abbastanza per veder fatta la giustizia di cui avevo parlato mille volte a mia madre, sperando che questo pensiero le desse la forza necessaria per sopravvivere, per vedere finalmente quel giorno insieme. Invece lei non c'è più, io sento di non farcela a continuare a lottare da sola contro tutto questo, e a volte penso che quel fatidico giorno tanto agognato non ...

9 marzo 2017

Non voglio scoraggiarti e non ho le capacità per sapere davvero come si possono risolvere i problemi con la giustizia, ma tu ben sai che è un settore molto carente in Italia, spesso legato a problemi più grandi di noi e a storture personali e giuridiche. Tanto che a volte si lotta contro i mulini a vento. Posso però fare delle ipotesi sul tuo futuro, in base ai transiti in arrivo. Facendo anche un po’ di chiarezza rispetto ai transiti recenti. Per cominciare Saturno era quadrato a Mercurio e non al Sole, ma in precedenza ha quadrato pure Marte e Giove in Vergine. Urano ha solo sfiorato la tua Luna, e la toccherà davvero solo in luglio. Però è un transito positivo, non negativo, capace di darti una scossa, quella di cui forse hai bisogno per uscire dai traumi precedenti. Allo stesso modo perché dovresti avere paura di un passaggio di Plutone in decima? Tutto il contrario, anche perché formerà un sestile a Mercurio in Pesci, ottimo per quanto riguarda i figli ed eventuali persone che possano aiutarti a trovare una soluzione ai tuoi problemi lavorativi. Plutone negli anni futuri formerà pure un trigono a Saturno e un sestile a Venere, mentre Urano, arrivando sul tuo ascendente in Toro ti dovrebbe aiutare ad uscire dalla situazione di confusione e indeterminatezza attuale. Capisco che ora il tuo futuro sembri un campo di macerie, ma non hai alternative. Per te stessa, per la memoria di tua madre, per le tue figlie DEVI provare
....

LE PROSSIME RISPOSTE DEL FORUM GIOVEDÌ 13 APRILE


 

L'oroscopo dei segni

Ariete

Venere continua a zoccoleggiare...

Toro

Il 10 Marte entra in Toro e, se si è ...

Gemelli

Si parte con i neuroni un po’ in ribasso ...

Cancro

Meglio tenere a portata di mano ...

Leone

Prosegue il momento incendiario, con ...

Vergine

I neuroni partono rallentati per ... ...

Bilancia

Quel che non ammazza ingrassa...

Scorpione

Mese di ordinaria amministrazione ...

Sagittario

Qui bisogna chiamare i pompieri!!!...

Capricorno

Caldo e freddo, freddo e caldo ...

Aquario

Se di solito i nativi sono tutto ...

Pesci

Fino al 13 Mercurio è nel segno e ...

Marzo 2017 - L'oroscopo

Situazione generale - Si muovono i pianeti, si trasforma la vita, cambiano le situazioni alla velocità della luce, e bisogna far fronte a nuove realtà. Metà delle cose che oggi diamo per scontate ieri o l’altro ieri sembravano impensabili. Eppure sono accadute, sono reali, sono parte del nostro quotidiano. E riflettono SEMPRE quello che accade lassù, tra stelle e pianeti. Diamo allora un’occhiata in cielo, ci illuminerà sul nostro futuro. Anche se un po’ meno preciso, batte ancora il quadrato tra Plutone in Capricorno e Urano in Ariete. I potenti e i riccastri di tutto il pianeta diventano così sempre più avidi e prepotenti e la gente comune non ne può più, urla per i soprusi ma poi sceglie di affidare il proprio destino a figure autoritarie
....

L’OROSCOPO DI APRILE
GIOVEDÌ 30 MARZO



Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati