LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Brigitte ed Emmanuel Macron
Un amore di presidente: il sentimento non ha età

di Francesco Astore

Brigitte Trogneux ed Emmanuel Macron, sono la coppia più chiacchierata del momento, non solo per il fatto di aver raggiunto la posizione politica più importante del parterre istituzionale di Francia, ma soprattutto per la grande differenza d’età (24 anni) che tra loro intercorre.
Lui è infatti nato ad Amiens il 21 dicembre 1977 alle ore 10,40, lei sempre ad Amiens il 13 aprile 1953 alle ore 15: tra di loro ci sono ben 24 anni di scarto!
A ben guardare madame Brigitte potrebbe essere benissimo la madre di monsieur Macron.
Entrambi belli, innamorati, divertiti per questa chiamiamola avventura o meglio questo progetto di coppia che li vede protagonisti, sono un esempio del legame che può sussistere tra due persone al di là di ogni giudizio e opinione politica o di gossip di bassa lega.
I pettegolezzi dei mass media si sono scatenati, ma non si capisce perché su un giovane uomo che si mette con una bella donna e, magari convola anche a giuste nozze, si dubita sulle sue qualità virili e si mette in discussione l’intero rapporto. Quando invece uomini molto avanti nell’età si fanno vedere in compagnia di donne avvenenti e giovani, spesso si guarda loro come un esempio di vigore virile, di potenza del macho.
Un esempio su tutti e ricavato dalle immagini puramente estetiche della cronaca di questi tempi.
Perché su l’ultrasettantenne Donald Trump, personaggio grassoccio,dal parruccone arancione, ridicolo e improbabile, dalla voce stridula e parecchio fastidiosa a sentirsi, unito in legittime nozze con una provocante e simil Barbie, Melania, nulla si dice o si mette in dubbio?
Se non fosse che questo signore ha in mano le sorti di milioni di persone, il suo look, i suoi comportamenti, i suoi sguardi dall’occhio vagamente storto, sarebbero estremamente comici, spassosi, da inserirsi creativamente in un frame intervallato da gag, con gli immortali e geniali Stanlio e Ollio!
Quanto lontani siamo esteticamente dalla coppia splendente di bellezza, simpatia e glamour, che fu quella di Michelle e Barack Obama!
Sulla coppia Brigitte-Emmanuel già sono scritti fiumi di inchiostro astrologico e ancora altro si scriverà, approfondendo ulteriormente la tematica, ma in questa sede mi vorrei soffermare sulle tappe più salienti scandite dai passaggi planetari fondamentali che hanno accompagnato la loro storia d’amore.

Emmanuel è un uomo fortemente nettuniano. Sole in Sagittario nei gradi finali (in buona compagnia di Venere e Mercurio), gradi questi ultimi governati proprio da Nettuno in domicilio base; Sole nella nettuniana casa undicesima, Aquario e Pesci in casa prima, che parte dall’ascendente Capricorno.
Nettuno in persona, poi è ospitato nel Sagittario nei gradi di X–Proserpina e nella casa decima.
L’uomo politico è dunque un personaggio dalle scelte anticonvenzionali, sbandierate con particolare coraggio, profondamente portato al rinnovamento, al vedere l’esistenza in perenne mutamento.
Ultimo e non meno importante, lo pervade o sembra pervaderlo un infuocato idealismo, come volontà di migliorare il mondo.
La Luna splende nel segno del Toro e in casa terza e appare completamente lesa nel tema natale. Molto probabilmente la scelta e il portare avanti una relazione con una donna non certo coetanea, di problemi, ne avrà creati parecchi.
Brigitte è invece una donna fortemente plutonica, dunque magnetica, grintosa, volitiva. Il Sole si trova in Ariete nei gradi finali, dove Plutone è in domicilio base. L’ascendente Vergine fa poi sì che la scorpionica casa ottava capiti appunto in Ariete, dove incontriamo una Luna stimolatissima (opposta a Nettuno e Saturno in Bilancia, quadrata a Urano Cancro e congiunta a Venere, sempre Ariete).
Mercurio è beneficato in Pesci e casa ottava (altra casa plutonica dove il pianeta è completamente vitalizzato), da un sestile a Giove in esaltazione nel Toro.
Plutone in persona si trova in casa dodicesima, a suo agio per quanto riguarda l’essere fuori dalle regole, il proporsi come anticonvenzionali, formando sontuosi trigoni al Sole, alla Luna e a Venere, tutti in Ariete e tutti nei gradi appunto di Plutone.
I temi dei due protagonisti meriterebbero attenzione e trattazione più ampia, perché sono interessantissimi, ma in questa occasione mi limito ad osservare come i pianeti hanno smosso le loro vite creando quei veri e propri colpi di scena che hanno creato le condizioni per far nascere e tuttora prosperare la loro coppia.

E saranno i due pianeti – guida dei loro temi natali, Nettuno per Macron, Plutone per la Trogneux a tirare le fila del loro vissuto. I transiti al momento in cui loro si incontrano, l’ormai lontano 1992, non potevano essere più “parlanti”.
Sul tema natale di Emmanuel, Nettuno e Urano che allora viaggiavano congiunti nel Capricorno, erano ospitati nella casa dell’innamoramento per eccellenza, la quinta casa.
E formavano un trigono alla Luna in Toro e terza casa.
I transiti positivi di Urano rispetto alla Luna sono sempre molto significativi sul tema natale di Macron poiché danno un sostegno al luminare femminile cui non è abituato (e infatti la Luna nel Toro e terza casa è in opposizione a Urano nello Scorpione e nona casa).
Pur se quindicenne, con questi transiti il ragazzo prefigura già un’unione, infatti Giove, signore per antonomasia del segno solare, il Sagittario, quell’anno transitando in Vergine e casa settima era trigono ancora una volta alla Luna Toro e terza (donna della vita, donna che è nel circostante).
Saturno in quel periodo in Aquario e prima che ledeva contemporaneamente con un’opposizione Marte Leone e settima e quadrava la Luna in Toro e terza fanno pensare alla follia, al colpo di testa che una simile azione poteva creare (e che difatti determinò).

 


Nel tema di Brigitte ancora una volta la rarissima congiunzione Urano-Nettuno in Capricorno, è ospitata di transito nella quinta casa e dona uno scoppiettante e avventuroso trigono al Marte natale in Toro e casa nona. Di lì a non molto formerà anche una spigolosa e aggravante doppia quadratura alla Luna Ariete e casa ottava, aprendo la strada a dubbi, problematiche, rinunce e possibili frustrazioni. Non dimentichiamo che all’epoca Brigitte era sposata con un banchiere e aveva già messo al mondo tre figli. Una coetanea di Emmanuel, un altro poco più grande.
Un Plutone transitante in quegli anni nel segno del suo domicilio primario, lo Scorpione, gettava il seme per quel che sarebbe stato poi il frutto più bello da cogliere per la bella Brigitte. In casa terza iniziava a formare un trigono a Mercurio in Pesci e casa ottava decretando che il ragazzo Macron sarebbe diventato negli anni che sarebbero seguiti il “compagno in fiore” al fianco dell’audace signora.

Il 2007 sarà l’anno del matrimonio. La mancanza di tempo mi vieta di essere esaustivo come vorrei.
Cito soltanto sul tema di lui, Plutone in congiunzione perfetta al Sole Sagittario, Nettuno in esatto sestile dall’Aquario prima a Venere Sagittario, Urano in Pesci in preciso sestile alla Luna Toro. Senza scordare in quel momento un puntuale Saturno Leone e settima, che risponde proprio dello sposalizio, cui si accompagna il trigono celeste di Giove in uno dei suoi segni d’elezione: il Sagittario.
Sul tema di Brigitte Giove e Saturno, rispettivamente in Sagittario e Leone, formano folgoranti trigoni alla Luna, al Sole e a Venere Ariete. Urano Pesci e casa settima forma un sestile esatto a Marte in Toro.
Ma ancora non basta.
Nettuno in Aquario forma un sestile preciso a Venere e Luna in Ariete sciogliendo la lesione che le due componenti dell’anima femminile intrecciano alla nascita con Nettuno.
Il sogno d’amore, diremmo con questi transiti, sembra tramutarsi in realtà per la Trogneux.

Ma, adesso?
Fulcro della trama che i transiti guidano sono ancora una volta i due pianeti piloti dei due temi natali, mi limito a evidenziare nella fase odierna unicamente questi passaggi.
Nettuno in transito in Pesci e casa prima sul tema natale di Emmanuel forma un preciso sestile alla Luna Toro e casa terza e contemporaneamente un trigono a Urano Scorpione casa nona. Sinteticamente: una donna che rivoluziona ancora di più la sua vita?
Plutone in transito nel Capricorno e casa quinta sul tema natale di Brigitte forma un quadrato, sì alla Luna Ariete e ottava, ma contemporaneamente e, in prospettiva nei mesi che verranno, un trigono a Marte governatore per altro del segno solare l’Ariete, ospitato quest’ultimo in Toro e casa nona. Anche se il marito non avesse vinto, si sarebbe trattato per madame Macron si sarà trattato di un notevole successo personale. La vittoria di un compagno tanto più giovane ha dato la speranza anche ai sogni all’apparenza più impossibili.

fran.astore@yahoo.it

11 maggio 2017
 

 



Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati