Le simbologie di Giove

L’inserimento ottimistico nella vita
L’allargarsi
La crescita
L’espansione
La fortuna
L’euforia
La bonarietà
L’estroversione
La fiducia
La fede
L’edonismo
La bocca
La placenta
Il rapporto con il cibo
Il rapporto con il denaro
La vista
L’immagine di sé
Il fidarsi di ciò che si vede
La mancanza di critica
La parola
La capacità oratoria

Esaltazione: Toro
Domicilio primario: Sagittario
Domicilio base: Pesci
Caduta: Scorpione
Esili: Gemelli e Vergine
Esaltazione per trasparenza: Capricorno
Caduta per trasparenza: Cancro

Giove è il pianeta più grande del sistema solare e già le sue dimensioni enormi simboleggiano in qualche modo molte delle sue caratteristiche. Giove infatti è “largo” e tende a far “allargare” astrologicamente chi ne è influenzato. Vediamo come e perché. Nel suo domicilio in Toro, segno dove è esaltato, simboleggia la bocca, parte anatomica attraverso la quale ciascun essere umano si alimenta, ingerendo così la quantità necessaria di proteine, grassi e calorie che gli consentono di vivere una vita serena e tranquilla, anzi di vivere tout-court. Il cibo è anche la prima fonte di piacere, che precede l’utilità e anzi l’indispensabilità del nutrimento. Per procurarsi ciò di cui ha bisogno, Giove può fare anche cose faticose, se pure con i suoi ritmi placidi e avvolgenti, perché ha in mente il premio che poi riceverà al momento in cui avrà svolto il compito. Insomma, posso spaccarmi la schiena per arare il mio campo, ma solo perché so che poi posso raccogliere dei frutti saporiti e nutrienti. Con lo stomaco pieno, di solito si placano molte ansie – e questo avviene anche per un elementare meccanismo fisiologico – e si può guardare alla vita con più fiducia; non per nulla la vista e la fiducia sono simbologie gioviane.
Con lo stomaco pieno, magari ci si può permettere di filosofeggiare e di rendere gli altri partecipi delle proprie elucubrazioni intellettuali, e la filosofia e la parola sono simbologie gioviane. Con lo stomaco pieno, si è meno critici perché si è più sereni, e la critica guarda caso è legata a Mercurio che è il pianeta opposto e complementare di Giove, mentre la serenità appartiene a quest’ultimo. È un pianeta semplice perché non ha tanti grilli per la testa. A lui interessa mangiare, riempire le dispense e il conto in banca, vedere i propri possedimenti, parlare e convincere se stesso e gli altri, guardarsi allo specchio e vedere la propria immagine felice, essere anche certo che (perché Giove le speranze non le riserva solo per il presente ma le proietta anche sul futuro) la divinità in cui crede lo farà passare addirittura a miglior vita, quando quella su questa terra sarà conclusa. Ma Giove non è sempre della stessa pasta: vediamo quali sfumature assume nei dodici segni, partendo sempre dal rapporto con il cibo, che riassume assai bene tutte le altre funzioni del pianeta.

GIOVE IN ARIETE

In cucina, questo Giove ama i sapori forti e piccanti, quelli che magari fanno restare gli altri a bocca aperta. Gli altri ma non lui. Mangia in fretta e senza tante storie, e per cucinare non perde troppo tempo. Anche perché di solito ha da fare di meglio, ossia tra le altre cose magnificare il proprio Io, magari impiegando un tono di voce che sembra una fanfara militare. E lo fa apertamente perché non è capace di sottigliezze, né di falsità. Anzi, a volte è un po’ troppo ingenuo, anche se è diffidente perché ha paura che gli altri gli rubino la scena – o spazio, che in fondo è la stessa cosa. Come a volte può sembrare avaro quando si tratta di acquistare qualcosa, ma in realtà teme che gli altri lo freghino e allora contratta con il venditore per vincere anche la partita dell’acquisto. Perché gli piace vincere, anzi non sopporta affatto perdere. E, se è ricco o vuole diventarlo, la cosa per lui importante non sono i beni acquisiti quanto il fatto che gli altri riconoscano il suo primato e la sua importanza. Come pure è certo che il padreterno – o chi per lui – gli abbia riservato una sorte fortunata. E se per qualche bizzarro caso della sorte così non è, ritiene che ci sia di mezzo un qualche complotto ai suoi danni da parte del destino.

 

GIOVE INTORO

Quando si trova in Toro, al pianeta piace mangiare tanto e bene, in tutti i sensi. Quello su cui più punta sono la tranquillità e la sicurezza, per raggiungere quel paradiso in terra che ha nome benessere. A questo scopo pensa prima di tutto a procurarsi riserve e provviste (alimentari o di altro genere) sufficienti a metterlo tranquillo (e quindi in quantità almeno doppia di quel che basterebbe alla media delle persone), e una volta che ha accumulato tutto ciò che gli occorre, può sbizzarrirsi in cucina per dare ulteriore sapore e gusto all’esistenza. Odia l’imprevisto e tende a vedere la bottiglia (e la dispensa) sempre mezza piena. Se i casi della vita lo costringono a tirare la cinghia, si accontenta di mettere in tavola due rape e una zucchina, ma nel frattempo con pazienza e serenità strologa su come aggiungere ai pasti di domani anche una patata, e a quelli di dopodomani una fettina di manzo. E prima o poi ci riesce (anche se è assai raro che si ritrovi le dispense completamente vuote e il conto in banca in rosso) perché l’atteggiamento positivo che hai nei confronti dell’esistenza quasi sempre lo premia. Non ama l’azzardo e preferisce investire i suoi soldi in cose che durino e si vedano: i bond argentini e le speculazioni scriteriate le lascia ad altri. Gli piace la propria immagine e tende sempre a donare agli altri un sorriso sereno, perché le ombre non gli appartengono. Anzi, a volte dà troppo peso all’apparenza e si fida troppo di ciò che si vede. Parla lentamente e con sicurezza, e guai a dargli torto, perché una volta che si è fissato su un concetto è impresa impossibile fargli cambiare idea.

GIOVE IN GEMELLI

In Gemelli, Giove pilucca qua e là, spinto dalla curiosità più che dalla voracità. A tavola infatti ci sta soprattutto per spettegolare con amici e conoscenti, tenendo a portata di mano il telefonino perché non si sa mai che arrivi all’improvviso l’invito per una festa a sorpresa. Preferisce gli assaggini alle abbuffate ed è sensibile alle mode culinarie, pronto ad abbandonare la penultima vague per l’ultimissima. Più che rimpolpare la dispensa e il conto in banca, preferisce iscriversi a tutti i corsi possibili e immaginabili. Perché non si sa mai che non possa imparare qualcosa di nuovo, e se non è così avrà fatto almeno di certo nuove conoscenze… L’ottimismo non è il suo forte, perché mediamente è troppo lucido per credere in alcunché. Ma se si fida poco o nulla di un’entità ultraterrena, almeno ha un senso dell’umorismo tale per cui può ridere su qualsiasi cosa, e far ridere gli altri con una delle sue battute pronte. Anche perché di solito parla con una buona proprietà di linguaggio, ed è sempre aggiornato sui nuovi slang e gerghi giovanili. Ama spendacciare per comprarsi piccoli oggetti alla moda, che presto dimentica di aver acquistato, perché lo Zodiaco ha fatto sì che – non essendo un grande ottimista – avesse almeno il modo di divertirsi facendo shopping…

 

GIOVE IN CANCRO

Se fosse per lui, Giove in Cancro si farebbe installare un divano tutto per sé nella pasticceria più vicina, per restarsene lì mollemente adagiato in attesa di ogni nuova sfornata di pasticcini, creme e croissant, quasi come un neonato che attende la poppata materna. Non è un Giove da «aiutati che Dio ti aiuta…» ma è un Giove da «mamma ho fame, mi prepari lo zabaglione?» Anche se la mamma non c’è più da quel pezzo, perché ci sarà comunque una figura sostitutiva, spesso all’interno della famiglia d’origine, altre volte in quella acquisita, che provvederà ai bisogni del piccino, anche se il piccino ha ormai 80 anni… Anche le persone più attive per altri aspetti del loro tema natale, se hanno Giove in Cancro conservano dentro di sé almeno un angolino in cui si considerano bambini, bambini molto pigri. La loro voce è giovanile e morbida, voce che rifugge dai toni squillanti perché vuole essere ascoltata soprattutto in salotto e in camera da letto, ed è uno strumento di seduzione. Ma la seduzione non si limita all’ars amandi e a questi soggetti i modi gentili e suadenti possono anche servire a trovare qualcuno che sbrighi al posto loro i compiti più gravosi. Va detto che di solito ci riescono benissimo. Per loro la fortuna è infatti trovare qualcuno che li protegga…


GIOVE IN LEONE

Quando si trova a passare nel quinto segno, a Giove non importa che il caviale e lo champagne da servire agli invitati siano di qualità sopraffina, quanto piuttosto che siano i più cari e griffati sulla piazza e che gli avventori ne siano ben a conoscenza. Così Giove in Leone spende e spande, in cucina e in tutti i settori, non tanto per amore del buon vivere quanto per dar maggior lustro all’Io, con la “I” molto maiuscola. Non è certo una posizione da grandi risparmiatori, ma questi nativi il risparmio lo lasciano ad altri, quelli che guardano e vivono in piccolo. Loro invece devono accrescere il proprio prestigio, e del resto gli importa poco. Fin da giovanissimi, infatti, pensano al modo migliore per costruirsi già in vita un monumento, e guai a contraddirli. E men che meno è il caso di cercare di farli ragionare quando esagerano, perché il senso del ridicolo non è proprio cosa loro. Parlano spesso con estrema sicurezza e con toni categorici, a volte esagerando, ma a loro in fondo è concesso. Considerano la fortuna un omaggio divino alla loro Eccezionale Personalità, e allo stesso modo l’eventuale sfortuna: in questo caso evidentemente gli Dei ce l’avevano con loro perché erano invidiosi. Non sono dei buoni perdenti, proprio no. Come si permette infatti la vita di intralciare il loro meraviglioso cammino?

GIOVE IN VERGINE

Il primo pensiero di molti Giove in Vergine nel momento in cui stanno per preparare un pranzo è quello di sporcare il meno possibile la cucina. Il secondo è stare attenti a non spendere troppo, ma non tanto perché questo Giove sia tirchio – anche se può esserlo – quanto perché in fatto di soldi vede piccolo e se ha il terrore di spendere un centesimo in più, non si scompone a spendere un milione di euro, ammesso che lo possieda. L’istinto che lo pervade infatti è quello di fare attenzione alle piccole cose – e alle piccole somme – mentre le grandi non fanno per lui. E proprio perché non rientrano nel suo campo visivo, può spendacciare facilmente il milione,  ma guai a farlo con il cent. Intendiamoci, non è stupido, ma nel suo DNA c’è un bisogno estremo di prudenza forse perché non si sente troppo fortunato anche nei casi in cui lo è. Non disdegna i cibi pronti, surgelati o in scatola, mentre in certi casi – se prevale l’ossessione salutista della Vergine – punta sul biologico. Oppure ancora controlla sempre il livello di calorie e grassi in quel che mangia. Quando si tratta di impiegare la voce per entrare in contatto con gli altri spesso parla pianissimo, perché avendo il terrore di sbagliare pensa ingenuamente che se parla a voce bassa gli altri non si accorgeranno dei suoi eventuali errori. Di norma è assai attento alla propria immagine, ma altrettanto attento a non esagerare mai. Visto che è decisamente scettico rispetto alle questioni mistiche, si aiuta per primo da solo, perché non si attende un reale aiuto da Dio.


GIOVE IN BILANCIA

Prima di sedersi a tavola – al ristorante o a casa propria – Giove in Bilancia vuole che la tavola sia apparecchiata come si deve, che nella stanza, o nel locale prescelto per cenare fuori, i colori siano armoniosi, gradevoli e non stridenti. E soprattutto che i commensali siano piacevoli, ben educati e non aggressivi. Non crediate però che, esauriti i preliminari, un Giove di questo tipo si sieda e ingurgiti qualsiasi cibaria. No, non è proprio il caso suo. Giove in Bilancia vuole scegliere di cosa nutrirsi, dove nutrirsi e con chi nutrirsi. In linea di massima non gli dispiacciono i sapori acidi, un po’ in sintonia con il suo carattere. Non crede alla fortuna cieca, e preferisce aiutarla con una selezione attenta degli obiettivi. Ama spendere per le cose belle, ma non è uno spendaccione dissennato e preferisce suddividere i rischi per evitare i salti nel buio, che lo terrorizzano. Ama piacere ed è molto attento alla forma, come è attento a esprimersi con parole educate. Se pensa però che i diritti suoi o altrui siano calpestati sa essere inesorabile, trinciando giudizi severissimi.

 

GIOVE IN SCORPIONE

A differenza che in Toro, quando è in Scorpione a Giove non interessa affatto avere la dispensa sempre piena. Anche rispetto all’appetito ha un atteggiamento ambiguo: a volte si nutre poco, altre non ha un gran senso del gusto, altre ancora lo fa di nascosto. Insomma, è complicato in cucina, come in molti settori della sua vita. Pare poi che, anche se mangia poco, vada tanto di corpo; e del resto, anche il luogo in cui si espletano certe funzioni è molto caro allo Scorpione, che tende a sostarvi a lungo. Anche il rapporto con le banche e i possedimenti terreni è bizzarro: infatti chi ha Giove in Scorpione preferisce il denaro contante e le carte di credito, quelle che gli consentono – almeno in linea teorica – di cambiare residenza in qualsiasi momento. Non crede a ciò che vede, anche perché non è per nulla fisionomista e spesso ha anche problemi di vista, e pensa sempre che dietro alle motivazioni esibite a parole ci siano intenzioni diverse, occulte o occultate. A partire dalle sue, perché la sincerità non è il suo forte e se vuole può mentire senza problemi (come sa essere crudele verbalmente), e anche condire i suoi discorsi con espressioni piccanti o scostumate. Alla fortuna crede poco o nulla, ma se è costretto ad affrontare un problema di qualsiasi tipo sotto sotto ci gode, perché gli piacciono le situazioni complicate e sa che in tali occasioni può dare il meglio di sé.

GIOVE IN SAGITTARIO

Nel nono segno, Giove mangia tanto e sembra quasi che Rabelais abbia inventato il personaggio di Pantagruel pensando a questa posizione planetaria. Chi ha Giove in Sagittario, sia chiaro, non bada alla qualità ma alla quantità, con un entusiasmo incontenibile nei confronti di quello che la vita può donarti. Perché la carica di fiducia nei confronti di tutto e di tutti – e soprattutto di se stessi – non si può confinare in spazi ristretti. Visto dall’esterno questo tipo di ottimismo può sembrare a volte ingenuo o dissennato, ma aiuta enormemente chi lo possiede, serve anche a tuffarsi in imprese che hanno a volte qualcosa di miracoloso. Certi del sostegno di un’entità superiore che li protegga contro ogni tipo di avversità, in taluni estremi casi questi nativi si autoproclamano “unti dal Signore” e riescono anche a convincere il prossimo della propria missione divina. E lo fanno con grande facilità, grazie a un’abilità oratoria innegabile unita a una parlantina talvolta torrenziale. Un consiglio: se dovete chiedere un’informazione stradale a un Giove in Sagittario calcolate che per la risposta ci vorrà almeno un’oretta, anche se la meta è vicina… Infatti sembra che fra l’altro questa posizione planetaria produca un rallentamento nella comunicazione, forse perché questi nativi provano un tale gusto a usare la lingua che, quando lo fanno (quasi sempre), non hanno voglia di controllare l’orologio. Ma a parte certe inclinazioni a eccedere un po’ in tutto, questo Giove comunque dà un atteggiamento estremamente positivo nei confronti della vita e forse la mia è un’invidia criticona da Giove in Vergine...

 

GIOVE IN CAPRICORNO

Ottima forchetta il Giove in Capricorno, con una netta preferenza per le maxi-bistecche cotte a puntino su cui cospargere una buona manciata di sale. Poiché spesso chi ha questo Giove non è tipo da spendere molte parole, al primo impatto non riesci a riconoscere che hai di fronte un buongustaio, un edonista, anche perché una certa dose di diffidenza vieta a chi ha questa configurazione planetaria di sbandierare ai quattro venti l’amore per la vita e (soprattutto) i beni accumulati. Lavora in silenzio questo Giove, ma accumula provviste, tiene ben fornito il conto in banca, investe nel mattone e comunque in beni e proprietà il cui valore può solo accrescersi nel tempo. E lavora con prudenza e intelligenza, perché quello che più gli preme non è godersi l’attimo – anche se non lo trascura affatto – quanto prepararsi per vivere al meglio nell’età preferita dal Capricorno, la vecchiaia. A sentir lui, non crede nella fortuna e proprio per questo lavora sodo per ottenerla, non tanto grazie a eventuali miracoli, che in ogni modo sarebbero estranei alla sua mentalità, quanto con atti costruttivi, possibilmente utili a procurare un buon reddito. Non parla a sproposito, ma quando apre bocca ha un’autorevolezza che nessuno sogna di contrastare: e come potrebbe?

 

GIOVE IN AQUARIO

Nell’undicesimo segno, Giove si nutre solo per esigenze fisiologiche, perché sa che se non si alimentasse non potrebbe continuare a vivere. E allora lo fa, pur avendo papille gustative ai minimi fisiologici, sull’orlo del collasso. Chi ha Giove in Aquario, anche se non è un vero e proprio animalista, è spesso incline per istinto all’alimentazione vegetariana, o quanto meno tende ad attribuire ai cibi valenze filosofiche, ideologiche, religiose. Pur essendo carente per quanto riguarda il gusto del mangiare, sarebbe tranquillamente capace di leggersi almeno tre trattati su come ottenere l’illuminazione in questa vita terrena nutrendosi solo di farro ed erba cipollina. Non sa cosa sia l’ottimismo comunemente inteso, ma può infiammarsi se gli suggeriscono un nuovo guru che gli indichi la via della verità. Salvo poi dimenticarsene presto per trovarne subito un altro, con il tipico camaleontismo nettunian-uraniano. Considera il denaro uno strumento indispensabile per seguire altri progetti, non lo spreca ma nemmeno lo accumula, usa piuttosto solo quello che gli serve. Quando apre bocca, raramente annoia e – se pur non sa nulla di tortellini e ricette per il ragù – sa incantarti esponendoti con pacatezza autorevole i suoi viaggi interiori e la sua infinita ricerca delle cose che ancora non sa.

GIOVE IN PESCI

Appena si siede a tavola, il Giove in Pesci ti sommerge con i suoi problemi digestivi, esistenziali e amorosi. Ma intanto mangia. E tra il racconto dell’ennesimo abbandono dell’ultimo amante e quello di un estenuante viaggio a Lourdes (entrambe le narrazioni sono condite da qualche lacrima che scivola furtiva dal ciglio) fa sparire senza chiasso dalla tavola l’antipasto, il primo, il secondo, il contorno, i formaggi, il dessert, il caffè e l’ammazzacaffè. Per poi ricordarsi all’improvviso che ha mangiato troppo e che certo nell’arco di pochi minuti starà malissimo. Ma intanto ha spazzolato via tutto, e le prime cose a volatilizzarsi sono state alcool, cibi liquidi e dolci. Ha una bella voce, musicale ma con in sottofondo una leggera nota di lamentosità. Adora inoltre i vezzeggiativi e i diminutivi e, anche se pienamente maturo, usa a volte un linguaggio infantile. Crede di essere sfortunato – o almeno lo dichiara, ma quasi di certo è in buona fede – anche se già dalla nascita ha prenotato un posto in paradiso, o nel luogo ultraterreno equivalente di altre religioni. Come pure dichiara di essere disinteressato al denaro, ma per vivere bisogna pur guadagnare “qualcosina”, anche se spesso il suo “qualcosina” è tutto tranne che poca cosa. Vorrà dire che, al momento del trapasso, potrà lasciare tanto al luogo di culto che in vita ha frequentato con regolarità.

ALTRI STUDI SU GIOVE:

I transiti di Giove
http://www.larottadiulisse.it/transiti/tr_giove.html
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 75








Nella sezione del sito dedicata all’approfondimento delle simbologie dei pianeti,
si possono trovare anche questi studi su Giove:

Giove, fortuna e ottimismo – Parte prima, il pianeta nei segni
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-fort1.html








Giove, fortuna e ottimismo – Parte seconda, il pianeta nelle case e in rapporto con gli altri pianeti
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-fort2.html










Giove e il cibo – Parte prima, il pianeta nei segni
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-cibo1.html







Giove e il cibo – Parte seconda, il pianeta nelle case e in rapporto con gli altri pianeti
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-cibo2.html








Giove e il denaro – Parte prima, il pianeta nei segni
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-soldi1.html







Giove e il denaro – Parte seconda, il pianeta nelle case e in rapporto con gli altri pianeti
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-soldi2.html








Giove e la parola – Parte prima, il pianeta nei segni
http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/giove-parola1.html

 

 






Massimo Michelini, 21/07/2008