LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Questo spazio è riservato alle domande dei frequentatori.
Non è un servizio di oroscopi on-line e i quesiti trattati avranno un interesse di carattere generale.
Se la domanda riguarda un particolare tema natale, andranno ovviamente segnalati i dati di nascita completi.

In basso a destra potete trovare il link per leggere l'archivio
con le precedenti risposte.


Scrivi qui la tua domanda.

?
!

UN NIPOTE GAY E I PROBLEMI DEL COMING OUT - 805

Gentile Signor Michelini,
vorrei un suo illuminato parere su una cosa che è avvenuta in casa di mia sorella. Dunque ho un nipote nato il 1/DW/19XG ore 20,40. Persona estremamente riservata (forse saranno i pianeti in Scorpione?), è un studente molto responsabile, infatti fa il 4° anno di medicina con ottimi risultati. Però una quindicina di giorni fa ha lanciato una vera e propria bomba in casa di mia sorella confessando di essere gay o meglio ancora, bisex, in quanto è stato insieme ad una ragazza per un po' ed ora invece frequenta un suo coetaneo. Apriti cielo e spalancati terra! La mia sorella e cognato che, come spesso accade, a parole sono di larghe vedute, è come gli avessero sparato una revolverata lasciandoli però in vita. Poi, una volta che lui è uscito, hanno chiamato me e mi hanno raccontato tutto l'accaduto. La mia sorella ha più volte ribadito di volerlo mandare via di casa, dandogli però la possibilità di finire l'università, mio cognato è rimasto attonito quasi incapace di esprimere il proprio rammarico. Da parte mia ho cercato di far ragionare il più possibile i genitori. Devo riconoscere che posso capire anche loro, una cosa così può destabilizzarti, ma sarebbe stato di gran lunga peggiore fosse malato o drogato ecc. Lui per me rimane il mio nipote e ho anche detto che se mia sorella avesse insistito sul volerlo mandare via di casa, lo avrei preso io e fatto vivere con noi perché non si merita tanto accanimento. Ora la calma è apparente, lui è in casa, mia sorella ci fa un minimo di conversazione mentre mio cognato pare annichilito tanto che è dovuto ricorrere a uno psichiatra. Ora vorrei sapere se dal tema natale è possibile vedere questa tendenza (mi domandavo se potesse essere la quadratura tra Luna in Leone, cioè il mondo femminile, con Venere e Giove in Scorpione), e poi, in modo particolare, visto che si è dichiarato bisex se è possibile capire quale delle due parti prenderà il sopravvento nel corso del tempo. La ringrazio ancora
Anna Maria



8 febbraio 2018

Quando sento storie come questa, più frequenti di quello che si crede, mi accorgo che l’accettazione dell’omosessualità è in realtà quasi sempre una facciata dietro la quale si nascondono pregiudizi difficili da sradicare. Prendo atto, e invito i ragazzi gay che si affacciano alla vita a non avere paura del mondo, perché se hai timori trasmetti all’esterno queste difficoltà e consenti agli altri di ferirti, a volte in maniera irreversibile. Mi auguro ardentemente che questo non accada a suo nipote e, per il tema che ha, suppongo che non avverrà nonostante la reazione di padre e madre al suo coming out. Sperando appunto che si tratti solo di una reazione dettata dallo stupore, e non di un rifiuto. Prima di analizzare i motivi astrologici del suo essere gay (o bisex? Io opterei per il gay ma mai dire mai, gli istinti sono complessi) mi pare più importante dare uno sguardo ai suoi Sole e Luna, per capire i motivi di questa difficoltà relazionale con i genitori. Chiari dal punto di vista astrologico, come sempre accade. Ossia il suo Sole-padre è in quinta e isolato, a segnalare in qualche modo una mancanza di dialogo e relazione, sia pure con un rapporto formale suppongo corretto e civile. Peggiore è il rapporto con la madre, per quella Luna in Leone (madre prestigiosa, forse più autoritaria rispetto al padre) quadrata a Plutone (Plutone, non Venere e Giove, che non ricevono invece lesioni) a indicare un rapporto con il figlio contorto e non risolto. Una madre che forse ha difficoltà ad accettare e capire la sua diversità (il quadrato a Plutone in sesta casa indica appunto questa paura) per sostanziale conformismo, altrimenti non avrebbe reagito così. Quanto all’essere gay, è a mio avviso una questione genetica. Accade in ogni ambiente e contesto sociale e familiare, e il quadro astrale testimonia soprattutto come si è gay, perché non esiste un unico modo di esserlo. Nel caso di suo nipote il rapporto con il femminile non è certo sereno, per il quadrato Luna-Plutone, ma c’entra anche quello stimolatissimo Marte in Cancro dolce e duro al tempo stesso in terza casa, che potrebbe creargli qualche problema di accettazione. Per sua fortuna suppongo che sia una persona estremamente intelligente (trigono tra Mercurio e Saturno) e con i piedi ben saldi in terra (quattro pianeti in sesta, oltre a un paio di pianeti in Capricorno). Gli consigli di cercare un dialogo con il padre, nonostante ora sia depresso o proprio perché è scivolato nella depressione. Tra i suoi genitori è quello che forse riuscirà ad accettarlo di più, nonostante la difficoltà di dialogo. Aggiungo però che ora, con Saturno al quadrato del Sole, forse la questione non sarà semplice, e andrà rimandata fra qualche mese. Se così non fosse e il rifiuto fosse reale e duraturo, ma mi auguro che non lo sarà, il ragazzo avrà forze emotive sufficienti per costruirsi una vita autonoma. E suppongo che sarà pure un ottimo medico, con quella sua sesta casa così forte. Gli faccia leggere questa risposta, se le sembra il caso, e magari ci provi anche con sua sorella, se lo ritiene opportuno. E chiudo con una meravigliosa poesia di un gay geniale, Sandro Penna: “Felice chi è diverso/ essendo egli diverso/ ma guai a chi è diverso/ essendo egli comune”. Ecco, auguro a suo nipote di essere felice e diverso, e che i suoi genitori che al momento stentano ad accettarlo lo riescano a capire. Sarebbe per lui il dono più grande. Magari non arriverà subito, ma se dovesse accadere sarebbe ancora più gradito. Se andasse in altro modo avrà comunque una vita appagante. E sarà la sua, non quella che avrebbero voluto i genitori.


?
!

QUANDO L’AMORE DIVENTA AMICIZIA - 804

Sono nata ad WW il 15 luglio 19XD all’1.30. Premetto che mi trovo in una situazione di stallo sia nella vita privata che nel lavoro. Il rapporto con il mio compagno è logoro già da tempo (lui è nato il 12 settembre 19QQ alle 16), ma ci stimiamo e ci vogliamo bene, abbiamo un bellissimo bambino di dieci anni e il clima in casa è sereno, elementi preziosissimi. Rimane però il fatto che il nostro è diventato un rapporto di amicizia e non è più, se mai lo è stato, un rapporto d'amore. Io non so cosa fare: se da un lato penso al bene di mio figlio e a un equilibrio familiare soddisfacente, dall'altro penso alla mia voglia di amare e di essere amata. Poi c'è il mio lavoro che, se pur non porta a grandi guadagni, mi piace: insegno a ragazzi ipovedenti e sordi. Sento però l'esigenza di essere più indipendente economicamente e non solo, vorrei essere io la fautrice del mio lavoro, vorrei mettermi in proprio e creare un progetto sempre nell'attuale ambito lavorativo, ma ci potrebbe anche essere la possibilità di iniziare ad affittare una casa al mare per turismo. Dopo questo lungo preambolo vorrei che lei mi aiutasse a capire come alcuni transiti che riceverò lavoreranno su tutto questo e soprattutto sul mio tema natale che io, da profana dell'astrologia, leggo sempre come carico di ambivalenza, tra una spinta all'irrequietezza e una alla stabilità.
Emma



8 febbraio 2018

Ambivalenza? Sì, l’ascendente Toro, i pianeti in seconda e sesta e quelli in Vergine in effetti parlano di ricerca di stabilità, ma Nettuno in ottava e Urano in settima, in trigono a Sole e Mercurio, indirizzano verso altro. Contraddittoria quindi? In parte, come tanti di noi che devono far convivere stimoli differenti, gli stessi però che ci spingono ad andare avanti, in quella complessa avventura che spesso è la vita. Fatta di sfide, incoerenze, spinte di un certo tipo e altre di altro. Fatte queste premesse, sia lei sia il suo compagno avete transiti molto forti e stimolanti, ma anche complicati. Lei ha proprio ora Urano in trigono alla Luna, come è già successo in parte dell’anno scorso. Lo stesso Urano però ti quadra il Sole, sciogliendo momentaneamente il trigono che ha di nascita. Urano che quadra pure la Luna del suo compagno, e si oppone al suo Marte. Poi però arriverà anche Plutone a dire la sua, formando un trigono al suo Sole, e andando a sfiorare la sua Luna, posizioni che saranno però ancora più precise nel 2019. Tanti transiti, dunque, ma cosa comporteranno? Abbastanza facile prevedere cambiamenti nella vita di coppia, non escludo anche per l’abitazione. La casa che intende affittare al mare? Se potrebbe valere per lei, come mai il suo compagno ha un transito negativo sulla Luna-casa? Subirebbe una sua decisione? In contemporanea poi Urano va contro il suo Sole, mentre Plutone stimola il Sole di lui. Insomma, dovrete affrontare un cambiamento, di non so quale entità e in quale direzione. Lei ha voglia di amore, forse anche suo marito desidera altrettanto. Ha senso che restiate insieme? Se sì, lo fate per il figlio o per voi stessi? Se è per voi stessi si tratta di paura della solitudine oppure per il piacere della compagnia dell’altro, anche se si tratta di un’affettuosa amicizia piuttosto che di una passione? Si chiarisca, magari provi a far luce anche con il compagno anche se, se doveste parlarne, potrebbe smuovere situazioni magari statiche ma pur sempre rassicuranti. In ogni caso se non decidesse di agire la vita lo farebbe per lei, anche se si trattasse di restare nella stessa identica situazione di ora. Con i transiti che avrete entrambi però dubito.



?
!

COME INTERPRETARE IL TEMA NATALE - 803

Non capisco il mio tema natale. Potresti aiutarmi a leggerlo e interpretarlo? Sono nata a X il 12 settembre 19ZZ alle 4 e 5. Grazie
Mariangela



8 febbraio 2018

Un tema natale è un insieme di simboli che si intersecano, modificando o arricchendo le tipologie di base. Nel momento in cui lo interpreti a una persona, se non gli racconti quello che ha già in mente, spesso la spiazzi, perché sono in pochi ad avere una visione realistica di sé. La stupisci o la sconcerti descrivendo le peculiarità caratteriali sue proprie ma pure parlando delle potenzialità per il futuro insite nel suo tema. A volte ci si riconoscerà ma più spesso la persona stessa si chiederà di cosa gli stai parlando. Di lei, ovviamente, ma quello che è corrisponde poi a quello che si crede di essere? La vera conoscenza di sé è infatti un percorso complesso, non accessibile a tutti. Vengo ora a te, Mariangela, per dirti due cose, l’intero tema natale non si può interpretare in un modo così rapido, e soprattutto senza la presenza della persona che lo possiede e lo vive. Vergine ascendente Leone, di certo unisci il materialismo e il bisogno di stabilità della Vergine e della seconda casa che ospita Sole e altre due pianeti, e la voglia di brillare propria dell’ascendente Leone. Rafforzata da una Venere in Leone appena sopra l’ascendente, capace di darti suppongo un buon fascino, anche se una Luna in Scorpione e quarta casa ti crea un’emotività chiusa e contorta, che un po’ cozza con il lato Leone. Plutone e Urano in terza e Saturno in undicesima parlano anche di una tendenza alla socievolezza, mentre Nettuno e Giove in quinta e Sagittario portano la voglia di divertirsi. Tante sfumature, quindi, ma ce ne sono infinite altre che non ho citato, e non posso farlo. Se vuoi cercare di capirlo tu prova a scomporre il tema simbolo per simbolo, è un’opera di riduzione ma all’inizio può essere utile. Poi un po’ alla volta forse riuscirai a collegare i simboli. Ma, se non ci riuscissi, cerca uno specialista, se vuoi capire chi sei. Un viaggio affascinante, se hai voglia di affrontarlo.


?
!

SEGNI INTERCETTATI E SFORTUNA IN AMORE? - 802

Buongiorno signor Massimo,
seguo con interesse il suo sito e oggi mi accingo a scriverle per mia figlia, nata il 16/10/19ZZ alle 13,10 a Putignano (Ba). Come lei stesso potrà vedere nella sua carta natale ha la I/VII casa con segni intercettati e nel web ho letto che non si è molto fortunati in amore. Cosa c'è di vero in questo? Mia figlia ha avuto una relazione durata 7 anni e conclusa nel 2013. Da allora non ha più avuto alcun tipo di relazione. Io come mamma la vorrei vedere felicemente accoppiata. Anche perché lei si è trasferita per lavoro in una grande città dove vive da sola. È pur vero che ha degli amici e colleghi intorno, ma non sono la stessa cosa. Dal suo tema natale cosa riesce a dirmi? Volevo anche chiederle il transito di Plutone che tra qualche anno le passerà in prima casa che significato ha nel suo caso? Grazie in anticipo
Antonia



8 febbraio 2018

Anzitutto consiglio caldamente di non credere a tutte le minchiate che si leggono su internet, per l’astrologia ma pure per tutti gli argomenti di questo mondo. In teoria mi sto tirando la zappa sui piedi da solo, perché pure io mi esprimo soprattutto tramite questo mezzo, ma non posso non far presente che il web pullula di notizie fasulle o approssimative, in astrologia ma non solo. Questo discorso delle case intercettate e della sfortuna in amore ad esempio, mi sembra una grossa corbelleria, giusto per non usare parolacce. Magari qualcuno lo afferma ma non risponde a verità, perché le attuali difficoltà affettive di sua figlia si vedono da altri elementi del tema natale. Anzitutto se ha già avuto una storia di sette anni significa che non è incapace di entrare in relazione con l’altro, e questo mi sembra già un segnale nettamente incoraggiante per il futuro. Ossia, se ha amato può farlo ancora. Penso però che Venere e Marte in ottava casa la predispongano agli amori un po’ complicati, mentre il Sole isolato e in nona potrebbe farla essere attratta da uomini un po’ sfuggenti, quelli con cui fatica a entrare in contatto. Quindi già di partenza le storie semplici forse non fanno per lei. Venere in Vergine quadrata a Nettuno le dà forse una qualche difficoltà ad adattarsi sentimentalmente, e anche questo è un elemento che complica la ricerca di un partner. Come però mi ha giustamente suggerito, a breve (ma agirà con più efficacia dall’anno prossimo) Plutone le entrerà in prima casa, facendo un trigono prima a Marte poi, negli anni a seguire, a Venere. Penso che si tratterà di una rinascita, che potrebbe riguardare anche gli affetti. Ritengo inoltre che, se pure non immediatamente, questo benedetto amore le arriverà, anche se la sua prima casa e la settima sono intercettate. Perché appunto non c’entrano nulla con gli amori difficili o l’assenza di amori.



?
!

DOMANDE INFINITE - 801

Buongiorno Gentile Massimo,
Grazie per aver risposto alla mia mail. Ho trovato molto incoraggianti le sue ultime parole. Vivendo scoprirò quali doni potrò ricevere, tuttavia vorrei capire quelli che ho già ricevuto (sempre se ne ho ricevuti, ultimamente non posso dare nulla per scontato). Vorrei farle un'infinità di domande ma mi limiterò alle più pressanti:
- come lei avrà visto ho pianeti in Aquario e uno in Leone e due di questi, Mercurio e Urano, sono in diretta opposizione. A complicare le cose questi pianeti cadono nelle case corrispondenti al segno opposto (quinta e undicesima). Come interpretare tutto ciò? Se devo dire la mia è la parte Aquario a prevalere, dato il mio desiderio di libertà;
- Avrei voluto qualche spiegazione in più su quel Saturno in casa ottava, che davvero sfugge a ogni mia interpretazione;
- I pianeti nelle case d'aria sono lesi e bloccati da un ascendente timido, dunque resteranno lì inutilizzati nello sgabuzzino? È capitato di rado che influenzassi con la parola (Giove in settima) e ancora più raramente sono stare al centro dell'attenzione (Plutone in terza). Cosa ne sarà di loro?
- Il Sole è in buon aspetto con Giove, ma a me sembra che avvenga solo sulla carta perché sì, in generale sono ottimista ma altre possibili interpretazioni non trovano riscontro nella realtà. Ad esempio sono poco loquace e il rapporto con mio padre non èstato dei migliori come forse suggerisce l'aspetto.
- Restando in ambito familiare, nemmeno il rapporto con mia madre è stato roseo. Forse un po' migliore quello con fratelli e cugini. Dovrebbe essere strano tutto ciò per un Cancro?
- Ultimo quesito: nonostante l'ascendente Vergine (che oltre a dare la timidezza spero che serva anche a qualcos'altro) sono stato fin da bambino molto fantasioso, il che ora si è tradotto in un grande desiderio di avventura e libertà. Colpa (o merito) dei pianeti in Pesci, Aquario e Sagittario e alle relative case?
Massimiliano



8 febbraio 2018

In pratica se rispondessi a tutti i quesiti avrei quasi interpretato l’intero tema natale, e allora lo faccio random, secondo quanto mi dice l’istinto. Cinque pianeti in segni nettuniani, quelli citati, di certo rendono irrequieto perfino un Cancro. Teniamo conto poi che si tratta di un Cancro realista e immagino volitivo, con Sole e Marte in decima (casa dell’opposto Capricorno) e con un ascendente Vergine, che in automatico riduce la pigrizia del Cancro, che dubito però possa scomparire del tutto. Nel conflitto tra Mercurio Leone e Urano in Aquario probabilmente prevalgono i valori aquariani perché Mercurio è nella casa dell’undicesimo segno (e Nettuno e Urano fanno ovviamente il contrario) e perché sono due contro uno. Parlando poi della Luna, mica tutti i Cancro hanno un rapporto idilliaco con mammà, ci mancherebbe, in particolare se la Luna è sì in Pesci, ma in sesta casa, in trigono a Marte e quadrata a Plutone, chiari segnali di una relazione complicata, in cui non tutto appare chiaro e lineare. Perché l’aspirazione del Cancro a trovare una protezione da parte della genitrice mica sempre nella realtà si realizza. La scarsa loquacità dipende invece sì da Giove, non per il trigono al Sole ma per il quadrato a Venere, come pure per il Plutone leso in terza, casa dei Gemelli. Questi ultimi due pianeti in grado di dare un rapporto ambiguo con la socievolezza. Per Saturno in ottava, è una casa complicata, e la spiegazione la cercherei fra qualche anno, perché al momento non la so dare nemmeno io, ma potrebbe guardare distacchi ed eredità, reali o simboliche. Quindi una infarinatura l’ho data, ma tenga conto che – ribadisco - l’infinita complessità dei simboli che si traduce nel nostro carattere la si scopre un po’ alla volta. Alla sua giovanissima età può ancora fare immense scoperte, e accorgersi anche che nel corso della vita si cambia tanto, pur restando sempre se stessi. E mi auguro che i tanti anni a venire le riservino ancora infinite sorprese.



?
!

CICLI DI OTTO ANNI? – 800

Buongiorno Massimo,
sono già stata "ospite" del tuo forum. Ci ritorno perché la sensazione è quella di non avere mai un periodo di serenità, almeno dal 2014. In particolare, in campo famigliare. Io sono nata il 5/2/ZZ alle WW e il mio compagno, padre di mio figlio, il 23/8/QQ alle KK. Siamo una coppia solida a mio parere, fortificata anche da tante pressioni esterne nel corso dei nostri 8 anni insieme: questo coinvolgimento reciproco porta però anche abbastanza"esplosioni"e ho la sensazione, da parte sua, che stia interiormente cambiando nella direzione di un allontanamento. Questi cicli di 8 anni di durata dei miei rapporti importanti mi spaventano: successe già in passato, col precedente rapporto, senza che ne avessi coscienza e temo possa risuccedere oggi. È come se non comprendessi appieno chi mi sta accanto, o forse proietto troppe aspettative sull'idea di coppia eterna. Francamente, sono confusa. Grazie per l'aiuto che vorrai darmi.
S.



8 febbraio 2018

I cicli di otto anni potrebbero essere legati ai movimenti di Saturno, se non li prendiamo eccessivamente alla lettera perché altrimenti dovrebbero essere un pelo più ristretti. Anche attribuendo però il timer planetario a Saturno, credo abbia un senso cercare di capire perché devi chiudere di volta in volta la storia di un lungo periodo. I problemi nelle coppie di lunga durata sono infatti fisiologici, e gli otto anni possono essere rappresentativi del momento di passaggio e decisioni. Ossia prima o poi una crisi ci scappa, anche tra chi si ama per davvero e supererà il momento difficile. Nel tuo caso invece la storia si conclude, almeno fino ad ora. Succederà anche stavolta? Ovviamente non posso saperlo e l’unico segnale in tal senso è l’imminente quadrato di Urano alla tua Venere, che potrebbe però essere sintomatico anche solo del tuo attuale disagio affettivo. Gli altri tuoi pianeti infatti non sembrano toccati da transiti tali capaci di rivoluzionarti la vita. E il tuo compagno? Gli passerà ora Urano sulla Luna e, facendo un’ipotesi che di certo non potrà piacerti, non escludo che possa avere un incontro. Capace di fargli decidere di chiudere con te? Se succedesse penso che non ne risentiresti troppo, quindi lo escluderei. Se la mia ipotesi fosse giusta cerca di usare tutta la diplomazia propria dell’Aquario. Non sempre affrontare una persona a muso duro è la soluzione più utile. Prova piuttosto a ricompattare la coppia, tenendo conto che, nel vostro rapporto, tu hai un’arma molto importante, ossia sei molto più giovane del tuo partner. Ricordatelo, e cerca di volerti bene. Non dimenticando poi che un Aquario spesso e volentieri un accomodamento lo trova, e non è detto che sarà poi così male, rispetto a tutto quanto ora ti spaventa. Perché la vita affettiva è fatta anche di compromessi, e ti auguro di riuscire a raggiungerli se, come sembra, hai paura che la storia finisca.



?
!

AMORI KARMICI O UOMINI STRONZI? - 799

Complimenti per il suo bellissimo sito, così diverso e pieno di informazioni, spunti e articoli ironici come insegnava la grande signora Morpurgo. La mia domanda riguarda una situazione sentimentale che si protrae da cinque anni senza concludere nulla, apparentemente per i suoi problemi privati tuttora di grande ostacolo alla serena evoluzione della nostra storia. A me interessa sapere se esiste qualche relazione karmica tra me e quest’uomo perché a me pare che io sia una parte molto lesa nel nostro rapporto. È possibile che io debba “pagare” qualche debito karmico dal passato dove ero quella che impediva e metteva blocchi alla nostra eventuale storia o lui è solo uno stronzo egoista ed egocentrico che pensa solo a se stesso e al suo bambino, che dice che vuole proteggere ma secondo tutti è ossessionato in maniera patologica (non mi ha mai presentato a nessuno dei suoi amici, né genitori, né al bambino che oggi ha 11 anni). Premetto che lui è stato il mio primo amore (avevo 40 anni!). E non riesco a liberarmi di lui! È come se avesse un potere magico su di me ma forse più sulle mie aspettative nate nei primi 6 mesi della storia, magici. Sono sempre stata una persona decisa e razionale ma qui mi sento a volte come nel bel mezzo dell’oceano. Mi scusi per la lunga lettera ma non sapevo come condensare in poche parole una storia di 5 anni tormentata. Sono nata il 18 maggio 19ZZ alle 16.40 e lui il 7 luglio 19QQ alle 7.30. Grazie di cuore,
Maja



8 febbraio 2018

La risposta è sempre è soltanto la seconda che ha detto, ossia: lui è uno stronzo. E mi scuso se offendo i suoi sentimenti ma ritengo un dovere essere sincero verso chi mi interpella. Al karma non so se credere ma, anche se ci fosse, verrebbe supportato dal tema natale dei protagonisti e dalle loro motivazioni psicologiche in QUESTA vita. Non esistono le scuse di un figlio, se dopo cinque anni non la include nella sua vita è perché gli risulta comodo così, come del resto è chiaramente leggibile nella sua Luna in Pesci e ottava, isolata, che parla della tendenza ad avere amanti, o a considerare le sue donne come tali. L’altro pianeta che riguarda i rapporti con il femminile, Venere, è in undicesima, Gemelli, sestile a Mercurio e quadrata a Urano e Plutone. Ossia è un uomo affettivamente distaccato e freddo, tendenza rafforzata dalla settima casa in Aquario. Ma perché lei lo accetta così? Lasci perdere il karma e si concentri sul presente, ossia sul suo tema. Lei mi dice che questa è stata la prima storia della sua vita, e mi chiedo come prima sia riuscita a tenere a freno i suoi Venere e Marte in Cancro e nona casa, che hanno grosse esigenze di tenerezza e di affetto. Capaci poi di attaccarsi al primo che ti carezzi o ti faccia balenare la promessa di un affetto. Però Venere e Marte in nona parlano anche di idealizzazione dell’oggetto del desiderio, che in qualche modo è anche lontano, o lo si tiene lontano. Quest’uomo quindi non si avvicina, forse anche perché lei gli consente di restare là dov’è, lontano. In questi giorni, mentre leggerà la risposta, Saturno le si opporrà a Venere e Marte suddetti, forse schiaffandole davanti agli occhi la cruda verità, e so che le mie parole sembrano e sono dure. Ma lo faccio per il suo bene, o almeno ci provo. Per farle capire che la magia dell’innamoramento, probabilmente vero per entrambi, non si ripeterà più. Non le dico di interrompere la storia, sta solo a lei decidere. Le suggerisco piuttosto di non idealizzarla troppo, di guardare in faccia la realtà come un Sole in Toro può e deve fare, e agire di conseguenza. Se la storia la fa troppo soffrire chiuda, una ferita prima o poi si rimargina. Lasciando eventualmente lo spazio all’incontro con altri che ora si impedisce di avere, perché il pensiero è per questa persona egoista. Se però la storia le dà qualcosa e il dolore è accettabile continui pure, senza però attendersi cambiamenti che non arriveranno. E non dia la colpa al karma ma, anche se ci fosse, lei deve risolverlo in questa vita, non in quelle future, tutte ipotetiche e in cui comunque si trascinerebbe gli errori di questa. Dove l’errore più grande è accettare un uomo che si comporta da stronzo.



?
!

TRAVOLTA DA UN’INSOLITA PASSIONE - 798

Ciao caro Massimo,
vorrei una risposta meditata. Questa estate un incontro con un professionista mi ha letteralmente fulminata, per motivi di lavoro e perché lui doveva celebrare il matrimonio di una comune amica, a cui io ho fatto da testimone di nozze. Io vivo da molto tempo con un altro, non ero più innamorata, ma non avevo avuto altre storie. Ora sono innamorata persa, non so neppure quanto ricambiata, dati anche gli innumerevoli problemi e patemi. Lui è separato con prole. Io non credo, anzi lo so, di provare più nulla oltre ad un affetto fraterno per il mio compagno, ma ho grosse difficoltà a lasciarlo. A prescindere proprio. Avrei bisogno di una di quelle risposte alla Lisa Morpurgo (tipo "100 risposte") che vanno in profondità, ti chiariscono il presente e ti consigliano il prossimo futuro facendoti magicamente capire tutto quello che non ti era chiaro. Saresti tanto gentile da darmi una mano? Ho perso del tutto la
razionalità. (e nel mio lavoro è giusto un filo importante). Ho conosciuto la persona ad aprile e ho perso la testa ad agosto. La "storia" è iniziata il 17 agosto, contasse qualcosa. Grazie, un abbraccio!
M. S.



11 gennaio 2018

Non so se riesco a dare una risposta alla Lisa Morpurgo, ma ne do una delle mie, partendo dal tuo tema natale, perché è da lì che bisogna iniziare. Tema natale che non riflette solo i transiti con gli eventi che possono accadere, ma indica senza possibilità di dubbio anche le attitudini caratteriali che ci fanno comportare in un certo modo e ci creano eventi di un dato tipo. Nel tuo tema cinque pianeti in settima casa, per di più in Bilancia, indicano senza possibilità di dubbio una necessità insopprimibile di stare in coppia, costi quel che costi e con tanta volontà (La Bilancia è un segno di Saturno). Tanto che, dopo lo spegnersi inesorabile dei rapporti sessuali con l’attuale compagno, pur di non restar sola sei rimasta in quella situazione di fratellanza, più che di amore. Con la parziale autogiustificazione che il partner è nevrotico, al limite del patologico. Forse, come per tutti, ci sono anche motivazioni economiche, perché abitare in due è meno costoso che stare da soli, ma soprattutto c’è il baratro del non saper pensare di affrontare la solitudine. Come hai fatto però a resistere tanto tempo senza sesso, a un’età in cui quasi sempre ha ancora un ruolo fondamentale nella vita? Il colpevole è certo Saturno in Cancro e quinta, quadrato a Sole e Marte in settima, capace di porre un forte freno logico agli istinti, condizionando quindi la possibilità di cercare altro se una storia si chiude per esaurimento o altro. Ma, visto che non eri morta emotivamente e suppongo che gli ormoni, se pur sopiti, fossero ancora attivi, in attesa di ispirazione diciamo così, prima o poi è capitato che qualcuno li risvegliasse, scardinando la tua tendenza al controllo. Facendoti perdere la testa, ovvio. Va detto che tutti voi tre protagonisti di questa storia che si ripete ogni giorno in centinaia e centinaia di situazioni simili avete i transiti giusti perché questo accada. Tu e il nuovo amore con fortissimi stimoli sulla Luna, il partner contro la Luna. Illustrando in modo chiaro quanto è avvenuto. In un’altra mail mi hai però spiegato che ora il nuovo amore ha fatto un passo indietro, come è possibile che accada quando si dovrebbero affrontare mutamenti importanti. Può darsi che cambi idea, l’importante è che, se lo vuoi, non lo pressi e gli lasci i suoi tempi di decantazione. Il tuo compagno ipersensibile subirà comunque qualcosa o tanto con quella sua Luna a fine Cancro. Si tratti della rottura definitiva o di una tua crisi, i transiti non ti forniscono mai la quantità e qualità precisa degli eventi. Accadrà quello che può accadere, come sempre, ma il solo consiglio che ti posso dare, e che abbia un senso, è che anche per il futuro non nascondi a te stessa e al mondo i tuoi desideri. Che ci sono e prima o poi si rifaranno vivi, chiedendo di saldare il conto. Non si tratta di una condanna, l’amore è il sale della vita, riesca a durare oppure no. Non posso dirti come andrà a finire la storia, nessuno può farlo. Qualche problema ci sarà ancora, inutile nasconderlo, anche perché Saturno infierirà sulla tua settima in Bilancia. Qualcosa dovrai pagare. Cosa? Lo scopriremo a breve, nel frattempo cerca di tenere la testa sulle spalle. Per chiudere una storia e aprirne un’altra? Probabile, il certo è che nulla potrà essere più come prima, ma è giusto così. Cercavi di nascondere la testa sotto la sabbia, e non si può farlo in eterno.

?
!

PROBLEMI DI URANO? - 797

Caro Massimo,
Ci siamo già sentiti e seguo sempre la tua rubrica ed il tuo oroscopo. Volevo avere un tuo parere sull'attuale passaggio di Urano in opposizione alla mia Luna e al MC congiunti in Bilancia. Non so se dipende dalla più o meno contemporanea opposizione di Giove alla mia Venere - ora cessata - ma sto vivendo un momento economico difficile. Dal punto di vista del lavoro il lavoro c'è ma mancano gli incassi. Può dipendere da Urano di transito? Fino ad ora i transiti di Urano a favore o contro altri punti del mio oroscopo non erano stati particolarmente significativi solo molti anni fa il trigono alla Luna che mi ha consentito relazioni sociali nuove e divertenti dopo la mia separazione. Può essere particolarmente attivo sulla Luna e se si perché? Grazie. Con molta stima
Rita



11 gennaio 2018

C’entra Urano ma anche in un senso da te non contemplato e, come spesso accade anche al lettore più attento rispetto ai movimenti planetari, non ti sei accorta di un transito altrettanto significativo e, a mio avviso, più importante. Ossia gli scossoni astrali che ha subito il tuo Urano radix, e che subisce tuttora. Essendo a 19 del Cancro si ritrova infatti ora l’opposizione di Plutone in Capricorno, e deve tenerne conto, suppongo anche in ambito lavorativo. Sommando anche all’opposizione che la Luna sta ricevendo da Urano, ovviamente. Aggiungiamo poi che Saturno si è opposto l’anno scorso a Giove in sesta e Gemelli, e può ovviamente aver inciso sulle questioni economiche come pure sull’attività professionale. Devi temere il peggio? Spero proprio di no. Giove in Scorpione dovrebbe gettare un salvagente al tuo Urano in Cancro, e mi auguro che lo faccia quanto prima, e nel migliore dei modi. Saturno di transito nella tua prima casa potrebbe poi portarti una visione ancora più chiara delle tue difficoltà professionali, suggerendoti però al tempo stesso le possibili soluzioni. Che ci saranno, perché ci sono sempre. In bocca al lupo per il momento, un rimedio si trova sempre per tutto.


?
!

PERCHÉ SI È ALLONTANATO ALL’IMPROVVISO? 796

Può aiutarmi a capire perché questo ragazzo, che è sempre stato estremamente gentile e corretto con me, che mi ha cercata lui per prima, che mi ha detto che esteticamente gli piaccio etc, ha davvero deciso di punto in bianco di allontanarmi? Tra le sue giustificazioni scritte c'è il preferire così perché non desidera una relazione (oltre l'amicizia) che non è per niente di brutto nei miei confronti, ma per il suo essere asociale inteso come solitario di natura. Io sono andata nel pallone perché: ma che significa? Lui allora si è adirato per un attimo chiedendomi di smetterla altrimenti mi avrebbe bloccata (in questo periodo si risolve così, mondieu). Dice di non comprendere il mio bene per lui e che l'ho sopravvalutato. Sono solo scuse vero? Grazie in anticipo per aver letto.
Annamaria



11 gennaio 2018

Non c’entrano motivazioni oscure, comportamenti ingannevoli o altro. Il suo bel desaparecido semplicemente rientra nella categoria degli inaffidabili e mutevoli in amore, che prima o poi si stanca e va via senza spiegazioni. In tutta sincerità, perché non c’è niente da spiegare, nel senso che si è stancato, ha trovato altro, una storia è bella se dura poco, etc. Sagittario con il Sole congiunto a Nettuno in settima, da un lato forse non sa stare senza una storia al fianco, dall’altro Nettuno gli impone di cambiare. Del resto anche affettivamente è un irrequieto, con quella Venere in Aquario e nona casa che di certo gli fa preferire le amicizie affettuose magari propagandate come amore eterno o giù di lì, come vuole quel pizzico di istrionismo non del tutto sincero dettato da una Luna in Gemelli e prima casa in trigono a Venere. Se aggiungiamo che Venere è in trigono a un Marte in Vergine e quinta, forse efficiente dal punto di vista sessuale, ma capace di programmare anche le attività erotiche con calcolo e un pizzico di furbizia, il quadro è fatto. Quindi non si dia delle colpe che non ha. Di certo lei piaceva al ragazzo, ma se è venuto a mancare l’interesse verso di lei è perché ha trovato qualcosa di nuovo, o semplicemente non ne aveva più voglia. Meglio averlo scoperto ora, prima che il coinvolgimento fosse ancora più intenso. Per il prossimo amore le suggerisco di trovare qualcuno di più stabile, anche se forse il suo Sole in Gemelli in nona casa, in trigono a Plutone e opposto a Nettuno, la fa essere attirata da ragazzi istrionici che però non riesce a capire del tutto. O ci riesce quando le danno il benservito. Stia attenta allora la prossima volta, per evitare di farsi del male, e chiedere poi a me il perché astrologico.


?
!

COSA PUÒ ACCADERMI ANCORA? – 795

Cosa deve accadere ancora nella mia vita? Sono nata l’8 gennaio 19XX alle ZZ a W. Troverò un poco di pace, un amore importante e la tranquillità economica?
Lorenza



11 gennaio 2018

Mi ha fatto una domanda molto generica e faccio perciò fatica a capire quale è stata la sua vita fino ad ora. Penso però che Marte e Giove in Scorpione e Venere in Sagittario, tutti e tre in nona casa, le diano una propensione per l’avventura, e una tendenza all’instabilità, affettiva ed economica. Se si è avventurosi, per caso o per scelta, è poi difficile che si abbia una vita tranquilla. Aggiungo che il Sole è poi in dodicesima casa, e questo può essere un segnale di complicazioni subite nel corso dell’esistenza. Finiranno, ce ne saranno ancora? Penso e immagino che Plutone sul Sole e in sestile a Marte potrebbe portarle in tempi brevi un incontro importante, gratificante anche se forse non del tutto tranquillo, ma per lei non dovrebbe essere un problema. Non so se le può bastare come risposta, ma non sapendo nulla non me la sento di proseguire. Se la può consolare, ma non credo, penso però che il suo tema abbia molte risorse, forse non tutte ancora espresse in pieno. Quindi forse ancora molto può darle, basta non scoraggiarsi, ma dubito che lei lo farà davvero. Veda però di utilizzare la determinazione del Capricorno, e resti sul pezzo, perseguendo obiettivi realizzabili. Sono alla sua portata, senza possibilità di dubbio.


?
!

DELUSIONI SENTIMENTALI A RIPETIZIONE -794

Vorrei cercare di capire se esiste una spiegazione astrologica al susseguirsi di delusioni sentimentali e di amicizia che ho collezionato negli anni e (se e) quando troverò la persona giusta, avendo qualche indicazione a riguardo (es. segno di acqua, fuoco, aria o terra). Grazie anticipatamente,
S



11 gennaio 2018

Premetto che non so dire quando troverà la persona giusta, non perché non accadrà quanto perché è una domanda a cui è impossibile rispondere, per tutti. Se posso ipoteticamente circoscrivere l’elemento a cui dovrebbe appartenere potrei dire però Terra o Acqua, ma le consiglio di seguire piuttosto il suo istinto che le farà incontrare chi deve, se e quando sarà il momento giusto. Abbastanza probabile che sia attirata da uomini attivi, che però presentano pure lati di forte irrequietezza o sensibilità. Un mix tra uno che non sta mai con le mani in mano e un altro che se ne sta sempre in un angolo a piangere o a cercare di andare altrove. Mi risulta però altrettanto difficile dire perché ha ricevuto tante delusioni, in amore. Questa sarebbe una domanda a cui in teoria si potrebbe rispondere, in certi casi pure con estrema facilità. Nel suo caso faccio fatica perché mi pare non presenti le caratteristiche astrologiche precise per questo tipo di reiterate delusioni. Potrebbe entrarci però il Sole in dodicesima in trigono a Urano, che potrebbe far pensare che si butti un po’ troppo in una storia seguendo l’istinto del momento, e non è detto che sia quello giusto e magari le fa prendere fischi per fiaschi. Non escludo che una componente sia pure la Luna in Ariete opposta a Plutone, che forse la fa partire a testa bassa senza accorgersi di cose poco chiare in una storia, o facendogliele sottovalutare. Potrebbe inoltre entrarci la Venere in Leone in prima, analoga per certi versi alla Luna, che le dà un pizzico di orgoglio di troppo, e difficoltà ad accettare sconfitte, anche minime. Per le amicizie invece, credo che responsabile sia Plutone stimolato e leso in terza, che mi parla di entusiasmo ma di cose pure poco chiare nei rapporti quotidiani. Non escludo perciò che sia vittima di pettegolezzi. Sia quel sia, se finora è stata questa la tendenza, bisogna prenderne atto, e cercare di invertire la tendenza. Magari lavorando su certi nostri comportamenti. Nel suo caso, il troppo entusiasmo, un fiuto non sempre funzionante, un concentrarsi troppo sul presente. Rendersene conto aiuta, sempre, poi accadrà quel che deve, ma se gli diamo la mano giusta è meglio, ovviamente.

?
!

GLI INSEGNAMENTI DI SATURNO - 793

Buongiorno Massimo,
non mi sfugge un post del tuo sito, soprattutto le risposte che dai ai i lettori sul Forum appropriate e ironiche. Leggendoti stamattina mi ha colpito che giustamente additi come "sciocca" o "poco attenta" quella parte di astrologia che diffonde in maniera errata la presunta cattiveria del povero Saturno. Ora premesso che il "cattivaccio" in questione non lo sia che per immaginario e disinformazione profana, a onor del vero tanto buono mica lo è. È inconfutabile che Saturno per quanto non sia meno nefasto di Urano e in certi casi pure del lentissimo Plutone, il suo bel daffare lo ha anche lui. Ora poi che passerà sulla mia 12a casa, senza gridare al lupo al lupo, qualche timore di detenzione emotiva, scusami, ma lo infonde. Tanto più ora che al momento in cui ti scrivo sta saldamente congiunto alla mia Luna, Venere e Nettuno in X e nel corso dell'anno, sicuramente per mia responsabilità ho perso il lavoro. Dunque cattivo per assioma becero non è, ma come si fa a trarre positivo insegnamento dai suoi test di vita? Perché questo secondo me Saturno in linea generale fa: dei test sui punti focali della nostra vita e se non li passiamo Zac a suon di cesoia taglia ciò che è superfluo. Saturno in Capricorno non oso pensarlo quando a fine anno formerà un trigono con il mio Marte disastrato in 7. Mah chi vedrà vivrà. Certo che in due anni e passa in Sagittario a me ha freddato ogni tipo di rapporto sociale. Se non è cattiveria questa! Dai scherzo, attendo una tua risposta, con un sentore che sarà fin troppo ironica anche per i miei gusti, ma ci sta tutta. Spiegami dunque per favore come prendere per il verso giusto il potatore dello Zodiaco che cattivo e buono non è. Insegnante di vita invece temo proprio di sì.
Mirella



11 gennaio 2018

Cara Mirella,
mi sembra che tu ti sia fatta la domanda e data la risposta, e attendi la mia soprattutto per confermarti nel tuo parere. Indipendentemente da quello che posso dirti e da quello che ti accadrà. Mi sembrerebbe quindi superfluo risponderti, forse perché l’ho fatto infinite volte con altri e con scarso successo. Forse sono stato poco convincente, non lo escludo, ma ritengo piuttosto che sia dovuto al fatto che ognuno segue i propri percorsi mentali, e da quelli non si schioda. Penso poi che una larga parte degli astrologi, soprattutto quelli di formazione classica o in parte classica, si attenga a quello che dice la tradizione, e da essa attinga soprattutto le semplificazioni eccessive. Tradizione che conosceva 7 pianeti, e che imputava tutte le sfighe di questo mondo a Saturno. Che di certo non è un pianeta facile, di nascita e di transito, ma che, per mia esperienza personale e dell’infinità di gente che ho seguito, si rivela molto meno nefasto di quanto si dice. Mi chiedo poi perché dovrebbe darti lezioni di vita solo lui, e gli altri pianeti no. Se ti dà lezioni significa che c’è qualcosa da imparare letteralmente ma, per fare un esempio del tutto diverso, una persona con una Luna troppo forte che si spaventa per un nonnulla e si lascia travolgere dalle sensazioni e dalle paure (tanto per dirne una) non dovrebbe capire qualcosa di se stesso e del suo modo di comportarsi? Ma per fortuna c’è il babau, Saturno, a cui vengono attribuite colpe storiche ed epocali, che nemmeno sommando gli improperi diretti a Donald Trump, Kim Jong-Un e Matteo Renzi possono essere eguagliate. Saturno fa parte della vita, e compiere anche un’hit parade delle sfighe per piazzarlo al primo posto, quando quasi sempre i colpevoli di un malessere sono altri rispetto a lui, mi sembra arbitrario e inutile. Se lo si vuole additare come il cattivone per antonomasia lo si faccia pure ma niente accade per caso e se a un certo punto ti arriva Saturno contro ti arriva e basta. Quello è, e non sta a me prendere le sue difese. Ma dire che c’è ben di peggio posso dirlo eccome. Tanto non mi crederai, perché VUOI restare abbarbicata ai tuoi pregiudizi, e forse in fondo preferisci così. Altrimenti aspetta a fasciarti la testa, non è detto che te la romperai.



?
!

VENERE IN PESCI E LA SPERANZA DI UN RITORNO – 792

Gentile Massimo,
non so se si ricorda di me: sono la ragazza con un ex marito in un paese lontano, ancora ovviamente innamorata di lui (Venere in Pesci). Come Lei aveva predetto, abbiamo ripreso a scriverci. Nonostante siano passati molti anni dal nostro ultimo incontro, sogno ancora di raggiungerlo. Può ben farmi sperare questo transito di Giove in sestile ai miei Marte, Giove e Saturno in Vergine, tutti in XII casa, in trigono a Venere in sesta e congiunto a Urano in II casa? Questo sestile lo condivido con il mio ex, essendo anche lui del mio anno ha pure lui Marte, Giove e Saturno in Vergine. Lei legge il coronamento del mio sogno di lasciare l’Italia e tornare da lui per recuperare quel legame e intraprendere una nuova vita grazie a questi forti transiti? E a suo avviso quando sarebbe il momento più propizio per andare? Attendo con fiducia i suoi consigli sempre precisi e affettuosi.
L.



11 gennaio 2018

Capisco che abbia Venere in Pesci, ma mi verrebbe da porle una domanda terra terra: ossia il suo ex marito sa che ha intenzione di andare da lui, forse anche per viverci insieme definitivamente? Non mi sembra infatti una questione secondaria perché le storie si fanno in due, sempre. Suppongo e auspico che non si sia fatta trascinare solo dalla sua Venere in Pesci, ma ascolti anche il suo Saturno in trigono a Sole e Mercurio. Fatta questa premessa di non secondaria importanza, aggiungo però che i transiti che lei mi indica, volendo vedere a tutti i costi solo i lati positivi, non mi sembrano così fondamentali per un trasferimento, e soprattutto per un trasferimento felice. Paradossalmente però ha buoni transiti il suo ex. Mi spiego: lui ha Urano in trigono alla Luna, oltre a Plutone in trigono a Marte in decima, e questo potrebbe far pensare effettivamente a un cambiamento importante per la situazione affettiva ed erotica. Un ritorno? Non lo escludo ma non posso nemmeno confermarlo. I transiti di Giove che lei cita per se stessa sono in realtà molto blandi, e pure rapidi. Quindi non davvero significativi per qualcosa di stabile. Magari un risveglio o un momento felice, non di più. In aggiunta Saturno formerà da aprile a giugno un anello di sosta contro la sua Luna in settima, forse mostrandole tutte le difficoltà insite in un rapporto di coppia. In aggiunta Nettuno sarà per tutto l’anno in anello di sosta contro il suo Marte, forse facendole cadere le illusioni rispetto al partner, oppure al contrario mostrandoglielo in una luce idilliaca ma poco realistica. Mi sembra quindi che, se si trasferisce, i primi tempi non saranno felicissimi, almeno per lei. Capisco che abbia Venere in Pesci, ma se ci sono stati problemi che vi hanno fatto separare, pensa che siano risolti per sempre? Mi auguro di sì, ma invito la sua parte razionale a rifletterci su. Comunque, se il suo ex è d’accordo, provi ad andare da lui il prima possibile, direi in febbraio, mentre lui ha Urano in trigono alla Luna. Visto che per lei si tratterebbe di uno sradicamento, è possibile che abbia transiti complicati, fanno parte della natura delle cose. Le auguro comunque che faccia la scelta giusta per il suo bene, sia che parta sia che decida di restare. Mi faccia sapere però come sono andate le cose, la curiosità è grande



Forum - 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7| 8| 9| 10| 11| 12| 13| |



Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati