LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Marte, l’amante ideale in un tema femminile

Parte seconda: il pianeta nelle case
e in rapporto con gli altri pianeti

di Massimo Michelini

Come visto con dovizia di particolari nel capitolo precedente (http://www.larottadiulisse.it/simboli-pianeti/marte-amante1.html) Marte è uno dei fattori planetari che indicano il desiderio, per entrambi i sessi. Nella fattispecie per signore e signorine segnala il genere di creatura di sesso opposto (il maschio) che aiuta la femmina eterosessuale a sentirsi tale. O all’uomo omosex, la materia del desiderio è comunque la stessa.
Indicando il tipo di Romeo capace di risvegliare i sensi di Giulietta, il Macbeth su cui la consorte investirà le sue ambizioni sanguinarie, e pure l’Otello che porrà fine alla vita dell’amata Desdemona per una gelosia malriposta.
Ma pure esempi più banali e meno eclatanti, come spesso è la vita di tanti. In cui però il desiderio ha un peso rilevante, sul piano fisico e ancor più su quello psicologico. Marte quindi è il signore della guerra capace di far vibrare di attese e di passione molte fanciulle, e non tutte punteranno allo stesso genere di uomo, come è normale che sia secondo le leggi di natura. Ci sono donne che amano infatti il generale della compagnia, altre il tamburino, altre ancora il radiotelegrafista, altre di chi si occupa degli approvvigionamenti. Il mondo infatti è complesso, una sorta di immenso organismo al cui interno ciascuno ha una sua funzione diversa, per garantirne la maggior differenziazione possibile. Così, per assicurare che la vita prosegua con tutte le sue sfumature e peculiarità, lo Zodiaco distribuisce 12 modi di intendere il maschio (quelli indicati dai segni), moltiplicati per altri 12 (le case), senza dimenticare che può interagire con altri 11 pianeti 1, o essere isolato.

Vediamo allora di capire ancora meglio quali uomini può desiderare una donna. Dopo il pianeta nei segni, ecco la posizione del pianeta nelle case.

 

In prima Marte dà una specie di conflitto di interessi tra la propria carica virile (anche le donne ne possiedono una) e quella del partner. In teoria si cerca un uomo forte, di quelli abituati a non chiedere mai, ma poi c’è, o può esserci, una contraddizione con la propria carica vitale che sfocia spesso e volentieri in una battaglia senza tregua. La soluzione migliore è far sport e mettersi con uno sportivo, su quel piano ci si intende e si riescono a risolvere i conflitti. Conoscevo una coppia di karateki che risolsero il problema così, esercitandosi insieme in palestra e in casa con grande soddisfazione, nel secondo caso in camera, con un letto rinforzato. L’amante desiderato è comunque virile, il resto sono dettagli.
Cosa che invece interessa il giusto a un Marte in seconda, grazie al quale si desidera un maschio anche come fonte di stabilità. Aggiungo che il pianeta non è nella sua sede più adatta e proprio per questo non è detto che il rapporto con il maschile sia dei più sereni. Con particolari combinazioni si possono poi trovare uomini che, in maniera diretta oppure no, costano. Sia che si scelgano mercenari per amanti, sia che il compagno abbia difficoltà economiche e lo si aiuti per risistemarle, a danno del proprio portafogli. Oppure si pensa che il maschio debba sganciare, ma ne si trova uno di questo tipo solo se altre combinazioni planetarie lo consentono. Se non ci sono problemi di questo tipo c’è comunque una dose di possessività, agita o subita. Ossia si è gelose o si trova un partner che limita la libertà. Non dispiace poi che il maschio di riferimento sia esibibile perché bello, piacente, o ricco. Un biglietto da visita, insomma. La possessività può trasferirsi anche dal piano caratteriale a quello erotico, dando una predilezione per il sesso orale.
Marte in terza indica che si vuole un partner con cui fare cose, vedere gente, come direbbe Nanni Moretti. Nulla in contrario al sesso, l’importante è non richiudersi troppo tempo in una stanza senza contatti col mondo. A volte si cerca un maschio vivace, giovane o giovanile, altre mondano e snob. Oppure, con particolari lesioni del pianeta, l’amante risulta fonte di scandalo e pettegolezzi. Capita inoltre che ci si innamori o si provi un brivido birichino per tassisti, guidatori di tram o ferrovieri, oppure che gli incontri migliori si facciano spostandosi, magari durante una pausa caffè all’autogrill. O ancora facendo jogging, oppure si tratta di amici di fratelli o altri parenti. Pur non essendo sulla carta traditrici potenziali e recidive, donne di questo tipo hanno bisogno di molti stimoli per non annoiarsi e non avere troppe curiosità per quello che si può trovare fuori casa. Compagne di Marti in terza avvisati.
In quarta Marte lo si vorrebbe tener chiuso in casa, oppure è Marte a imporre di non uscire. Non per esigenze particolari, ma la presenza tra le pareti domestiche di una creatura di sesso maschile dà sicurezza, giusto per avere un uomo a portata di mano, in caso di necessità ma anche no. Spesso arrivando poi a lamentarsi perché la convivenza può diventare pesante. Oppure la casa in cui si vive diventa un territorio di scontro con il partner, anche se per il resto si è miti e per nulla inclini alla rissa. Di solito non piacciono i maschi troppo rudi, ma quelli tendenti al morbido, sul piano caratteriale e fisico. Una specie di punching ball su cui esercitarsi in caso di improvvisa furia da sfogare, a volte nella realtà altre solo come immagine interiore capace di dare vita a un’aggressività per altri versi trattenuta. Una figura maschile accanto rassicura però il soggetto, anche se può pure capitarle di trovarsi un nemico in camera da letto, a volte un aguzzino. In altri casi infine, il maschio preferito è quello da sofà, il luogo della casa preferito perché troppo pigro per occupare stabilmente altri luoghi.
Marte in quinta per una donna significa che un uomo non lo si valuta, lo si desidera. Di solito lo si cerca con una carica vitale capace di travolgerti per la voglia di divertirsi, di far sesso, di buttarti nella mischia dell’esistenza. Quel maschio esagerato che appunto non ha cautele e riesce quindi ad abbassare le tue resistenze alle varie follie che si possono compiere in vita, a volte facendoti allentare pure con la sua sola presenza l’elastico delle mutande. Capace di farti sentire una cubista anche se la tua frequentazione più spinta è l’oratorio dietro l’angolo. Intendiamoci, di Rocco Siffredi in circolazione non ce n’è tanti e non tutte le donne con questa posizione planetaria aspirano al ruolo di porno star, eppure il maschio (da denominare così, non in altro modo) deve ricordarti che non sei venuta al mondo solo per soffrire. E, se ti regala pure biglietti omaggio per la discoteca o il Luna Park meglio ancora. In qualche raro caso la donna con questo Marte non desidera l’uomo esagerato. Andrà però valutata dove sublima quella carica energetica così forte, e perché non si concede alla gioia sfrenata.
La donna con Marte in sesta trova a volte eccitanti i colleghi di lavoro forse perché, se è impegnata full time, il resto della giornata si consuma in un baleno, e bisogna pure distarsi. Amenità a parte, il maschio per lei desiderabile rientra nella norma, e in qualche modo lo si vorrebbe controllato. Ossia misurato nei gesti, nell’abbigliamento e nelle opinioni che se lo vedi da lontano in un gruppo fai fatica a distinguerlo. Se possibile meglio poi che si misuri la pressione con regolarità, per evitare problemi fisici capaci di limitarne l’efficienza, professionale e sessuale. Se a qualcuna pare noioso un partner che rientri a casa ogni giorno alle 18 e 30, salvo ingorghi in tangenziale subito segnalati tramite WhatsApp, riesce a regolarizzare invece l’ovulazione a questa donna grazie al senso di continuità che ti trasmette. Altre amano invece lo sportivo, o almeno colui che dedica una regolare attività alla cura e all’efficienza del corpo, anche solo facendo jogging con cardiofrequenzimetro e contapassi. In caso di fortissime lesioni del pianeta si finisce anche senza volerlo con uomini con problemi fisici, a cui bisogna fare da infermiera, portando ai controlli, dosandogli le terapie e altre amenità.
 


In settima, Marte è un po’ una contraddizione in termini, essendo la casa cosignificante della Bilancia, segno in cui il pianeta è in esilio. Indicando inoltre le unioni stabili appare fin banale pensare che la donna detentrice di questo Marte sia attratta da un maschio e voglia instaurare con lui un’unione duratura. Peccato che Marte con la durata c’entri poco perché porta con sé voglia di discutere, litigare, a volte fare pure a botte. Il partner ricercato, quasi sempre in maniera inconscia, è soprattutto qualcuno con cui andare d’accordo un giorno sì e l’altro no, tranne i casi in cui si cerca un compagno dominante che usi il suo appeal virile per sottomere. Più che caratteristiche fisiche, culturali o intellettuali, questa posizione planetaria segnala dunque l’attrazione inconsapevole verso chi non ti darà tranquillità. A meno che non ti piaccia competere e cimentarti in qualche tipo di lotta. In tal caso hai pane per i tuoi denti, ed è contento pure il tuo dentista. Come casa cosignificante della Bilancia, il partner però lo si cerca bello e all’apparenza educato. Quanto succede poi tra le pareti domestiche è tutto da scoprire.
Marte in ottava dà invece un’attrazione quasi sempre consapevole per personaggi complicati. Il risveglio ormonale scatta quando si intuisce un lato oscuro in un uomo, e si cerca perciò di conquistarlo, domarlo o farsi sedurre. Lasciando carta bianca a lui, purché la storia non fili liscia come l’olio, risulterebbe di una noia mortale. Anzi, in fondo si sa o si pensa che prima o poi le cose potrebbero finire, fa parte della vita. L’incertezza sulla presenza futura del partner scatena inoltre la passione o la curiosità di sapere come evolverà la storia, purché ci siano molti colpi di scena. Altrimenti ci si dà da fare in prima persona per inscenarne di nuovi. A volte c’è poi un istintivo interesse per uomini dalla bellezza poco classica o inesistente, e l’aspetto fisico passa in secondo o terzo piano. Molto più importante la sua carica erotica, possibilmente atipica se non un po’ sporcacciona. “Famolo strano o non famolo nemmeno”, parafrasando Verdone, sapendo che l’ormone sarà ancora più felice se resta fino all’ultimo l’incertezza della conquista.
La letteratura astrologica afferma che Marte in nona può far avere storie con uomini stranieri, in patria o all’estero. Niente di più vero, anche se non capita a tutte. O meglio, non accadeva fino a non molti anni fa per carenza di materia prima, e difficoltà a spostarsi fuori dal proprio ambiente natale. Ora basta andare dal droghiere dietro l’angolo e l’occasione è lì pronta. Un’altra caratteristica tipica è l’accendersi di passione per qualcuno molto convinto delle sue idee e che magari insegna, pratica un culto religioso se non è addirittura un sacerdote. In fondo solo nel cattolicesimo ai preti è impedito di sposarsi, e anche per i più devoti con la confessione si cancella ogni peccato. Pure lo sportivo non è affatto sgradito, meglio se massiccio e in grado di dare un senso di sicurezza. Piace pure l’intellettuale, ma non quello tormentato, quanto il maestro di vita, un profeta biblico formato famiglia. Qualcuno che sappia portarti lontano, altrove, con il corpo o con la mente. Poi, se il tema natale ti spinge in altre direzioni, convivrai con l’immagine interiore di un baldo cavaliere che ancora non è arrivato, o è appena ripartito per il suo paese d’origine, dopo aver solleticato il solleticabile. Con la ferma speranza che prima o poi arriverà quello giusto, senza ripartire. Un Ulisse che infine decide di non ripartire più da Itaca.
In parte come per la sua posizione in prima casa, il Marte in decima determina in qualche modo un piccolo conflitto tra quello che si è e quello che si cerca. Ossia crea quasi sempre un tipo di femmina dominante che sulla carta cerca un maschio altrettanto forte. Se lo trova davvero chi comanda poi? Spesso si sceglie un compromesso dove l’uomo fa il suo dovere in camera da letto, mentre per il resto dell’esistenza è lei a prendere le decisioni. Essendo geneticamente convinta di riuscire a fare meglio le cose o, se così non è, preferendo avere comunque in mano le redini del controllo. Quanto all’oggetto del desiderio, il maschio deve dare almeno l’idea di potenza. Sono esclusi quindi i gracilini, gli insicuri e e i mammoni, mentre l’occhio cade volentieri sull’amministratore delegato di una grossa azienda, sul proprietario di un supermercato, sul direttore del policlinico. Magari immaginando di costituire insieme una coppia di potere, in cui uno amministra e l’altra dà gli ordini, o viceversa. Quando ci si riesce, il mantenersi ai piani alti del potere rappresenta una parte del godimento, quel brivido di piacere che nemmeno il migliore degli amanti riesce a concederti in maniera costante.
La fanciulla con Marte in undicesima cerca invece un compagno di condivisione intellettuale, un amico per la vita con cui ci sia anche – se si è d’accordo entrambi – un rapporto affettivo-erotico. Che non sia però soffocante e con il quale si possa spaziare a volte insieme, altre da sole. Se la rappresentazione più banale di questo amante è l’intellettuale possibilista, all’atto pratico non c’è un vero archetipo dell’uomo desiderato. Almeno sul piano fisico, ma anche per quanto riguarda lo scambio ideologico l’arco delle possibilità è vasto quante sono le creature di sesso maschile. Salvo quelle assatanate di sesso, con qualche eccezione. Mi spiego. L’undicesima casa si oppone alla quinta, legata alla sessualità, ed è quadrata alla seconda e ottava, cosignificanti di Toro e Scorpione, i segni più fortemente erotizzati. Il Marte in undicesima in teoria si stanca quindi per un eccessivo interesse per l’eros, salvo i casi in cui ci sia il cosiddetto risucchio (ossia si assumono molte delle caratteristiche della casa opposta, in questo caso la quinta oppure le adatti alle tue esigenze). Può capitare infatti di ritrovare questa posizione planetaria in chi sperimenta il sesso di gruppo, lo scambismo o altre forme di erotismo singolari. La donna con questo Marte non necessariamente pratica questo genere di eros, ma non vuole partner troppo pressanti. Un compagno lo vuole comunque.
Il Marte in dodicesima procura alle donne che lo possiedono l’attrazione per uomini lunari, tanto fascinosi quanto sfuggenti. Se chi lo ha nell’opposta sesta vuole certezze e regolarità, chi ne ha uno di questo tipo si risveglia soprattutto se invece manca la possibilità di controllo dell’oggetto d’amore. Tranne i casi in cui le capita di innamorarsi di una persona malata, che ha bisogno di una compagna infermiera, una sorta di vice mamma. Essendo la casa l’ultima sopra l’orizzonte, anche se non ne ha consapevolezza l’interesse per un uomo c’è se si avverte anche la possibile fine della storia stessa. Il sistema migliore per ottenere quanto si cerca è innamorarsi di qualcuno irrequieto, instabile, mutevole, a volte traditore. Una garanzia di sofferenza futura, quella che però ti fa sentire vivo, ti fa illudere di poter lottare contro la sorte per accettarla quando infine accade l’inevitabile. Intendiamoci, mica tutti i Marte in dodicesima ti procurano partner e amori destinati a farti soffrire, ma hanno in sé praticamente sempre una dose di irregolarità inafferrabile. Proprio per questo la casistica non riesce a toccare tutti gli ipotetici uomini da cui si può essere attirati. L’unica certezza è forse che l’uomo scelto sarà atipico, in grado di stupire il parentado ma pure il soggetto stesso. In che modo sarà eccentrico lo si verifica di volta in volta.
 


Gli aspetti di Marte con gli altri pianeti danno ancora più sfumature all’immagine ideale dell’uomo e agli incontri che avrai nel corso della vita.

Rapporti positivi di Marte col Sole danno un’attrazione per i maschi maschi, con tutte le varianti del caso legate ai segno e alle case in cui gli aspetti si formano. Ad esempio una congiunzione in Toro fa sì che l’uomo capace di suscitare l’attrazione abbia un pizzico di morbidezza, mentre un trigono di un Sole Toro con un Marte in Capricorno lascia solo qualche traccia di dolcezza, anche se la sostanza è altra. Un minimo di conoscenza del mondo e della sessualità umana sa che, anche se spesso la parvenza e l’essenza anche erotica di una persona coincidono spesso non sempre è così, e puoi trovare uomini molto virili che nell’intimità si rivelano però fragili, anche sul piano erotico, e viceversa. Ciò nonostante aspetti positivi tra Marte e Sole fanno cercare alla donna che li possiede quelli che vengono definiti i maschi di una volta. Trovarli è però un’altra faccenda. Al contrario, quelli negativi indirizzano verso uomini con una non totale potenza, ed è tutto da verificare se li si trova solo poco attivi nella vita quotidiana o anche in camera da letto. Ci sono pure le estimatrici dei maschi da sofà e degli uomini diversamente virili, è noto. Forse perché se li porti tra le lenzuola non puoi avere delusioni, e magari ti capitano pure
sorprese positive.
In aspetto armonico con la Luna Marte dà un interesse per uomini lunatici, umorali, mutevoli. A volte non dispiacciono nemmeno i maschi un po’ bambini, nel fisico o nel comportamento, capaci di alternare un gesto virile a comportamenti infantili. Forse la donna di questo tipo sotto sotto vorrebbe sculacciare il compagno, come una madre severa e un po’ lunatica. Non escludo che tra le più scafate e sessualmente complesse possa esserci pure qualche mistress, anche detta dominatrice. Di quelle che appunto nei fine settimana vanno vestite in lattice in certi locali dove trovano fan scatenati ben lieti di farsi frustare con un gatto a nove code. Casi estremi a parte, il maschio lo si vuole bambino ed emotivo, anche per poterci litigare, come piace a entrambi. Con aspetti disarmonici non ci sono particolari indicazioni fisiche ma una tendenza caratteriale molto chiara. L’uomo in qualche modo spaventa e sotto sotto lo si teme. Nonostante ciò lo si desidera, sperando di riuscire a placare quella paura profonda e quasi sempre irrazionale. Non è detto che questo accada in maniera costante e per tutto il corso della vita ma prima o poi può succedere. Con il compagno del momento si possono poi innescare a volte strani meccanismi, capaci di alimentare tale paura. Così, anziché riuscire a razionalizzare il timore, lo si mantiene ben vivo, andando a trovare chi può far continuare questo stato di paura costante.
Congiunzioni, sestili e trigoni con Mercurio danno spesso l’attrazione per uomini vivaci, spesso giovanili se non più giovani del soggetto stesso. L’uomo posato e un po’ noioso non fa per loro, mentre il birichino e vivace attizza la mente e il corpo. L’eros passa infatti anche per il cervello ed è più probabile che ci si infiammi per qualcuno che è al corrente di tutte le novità su piazza piuttosto di chi sprizza testosterone o ha voglia di predominare a tutti i costi. Non è escluso che un partner solo annoi e, se pur non hai una vita sessuale promiscua, non dispiace il gusto del flirt. Quadrati e opposizioni non danno particolari informazioni sul tipo di maschio desiderato, quanto piuttosto sulla difficoltà a stringere con lui un rapporto intellettuale, o di semplice scambio. Così si tengono ben separati sesso e intelligenza, in qualche caso non riuscendo appunto ad avere un dialogo con chi si desidera, altre volte compiendo vere e proprie scemenze nella scelta del partner.
Rapporti positivi con Venere danno, come si è già detto più volte altrove, una sovrapposizione di maschile e femminile, che a volte rende intercambiabili i ruoli sessuali. Rispetto al tipo di maschio desiderato, piacciono gli uomini belli e con un accenno di delicatezza femminea. Se proprio si è allergiche all’ambiguità, si punta allora su lineamenti perfetti e su comportamenti piacevoli, salvo l’aspetto si formi in segni poco consoni o presenti altri aspetti dissonanti. Non dispiace poi prendere l’iniziativa in amore con armi di seduzione di massa, anche se non ci si preclude nemmeno il contrario, ossia farsi sedurre. L’importante è mantenersi attivi e trovare piacioni piacenti a cui piacere. Più complicati i rapporti negativi, in cui a volte è attirata da uomini brutti, anche perché non si è del tutto sicuri delle proprie potenzialità erotiche e si punta allora su chi sulla carta non ti dovrebbe rifiutare. Altre volte si ha un’attrazione pericolosa per le persone dalle cattive maniere, o per chi ti tratterà comunque così così se non male, giusto per avere conferma che dell’amore non ti puoi fidare. Accade però per una scarsa fiducia nei sentimenti, forse perché si preferisce altro nella vita. O che almeno siano complicati, e fonte di qualche dispiacere.
Un po’ come per il Marte in Toro, il rapporto positivo con Giove dà la predilezione per il maschio robusto, dall’aspetto protettivo, in qualche caso in carne. L’ormone si accende quindi per il tortellone. A volte la donna con questo Marte avverte poi un grande richiamo erotico il maschio dalla inesauribile loquela, facendo così entrare la parlantina tra le armi di seduzione. Nutrirsi in abbondanza e venire storditi dalle tante chiacchiere ha un effetto pacificante con il mondo e l’uomo ideale per questo Marte è chi ti lascia addosso un senso di sicurezza. La felicità è una situazione passeggera, o almeno passa e va, ma almeno si può puntare alla serenità. Cosa che non accade alle donne con aspetti negativi tra i due pianeti. Intendiamoci, i disastri amorosi stanno di casa altrove, resta però un sottofondo di insoddisfazione e lieve malessere. Chi abbia letto anche la più banale poesia d’amore sa che cuore fa rima con dolore, e Giove storto rispetto a Marte ti lascia addosso un senso di fame. A volte perché il boccone assaggiato era da acquolina in bocca, altre perché non ti ha saziato affatto. Le signore di questo tipo si accorgono poi soprattutto degli uomini un po’ infelici, forse per sintonia con il proprio (lieve) stato di malessere. Evitando così di morire di noia.
Congiunzioni, sestili e trigoni tra Marte e Saturno, danno a una donna un penchant per il maschio solido se non roccioso. L’irrequieto, il sensibile o il mollaccione li lascia ad altre, le sfortunate. Lei preferisce puntare sul sicuro, anche sul piano fisico. Tutt’al più può capitare che da anziano soffra di artriti o reumi per troppo calcio, ma lucido com’è di solito questo maschio fa tutti i controlli e le cure del caso. Facendo sempre il suo dovere, senza tentennamenti o malfunzionamenti. Intendiamoci, mica stiamo parlando del maschio alfa, quello è ingestibile, ma di qualcuno che ricordi certe statue greche, per possanza e pure peso specifico. Quadrati e opposizioni non spengono questo desiderio ma lo distorcono. Quindi anziché rocce dolomitiche ci si invaghisce di maschi con una scoliosi capace di farli stare storti, metaforicamente parlando. Aspiranti duri bisognosi di badante o di una baby sitter oppure, se li si trova veri maschi, hanno di meglio da fare che perder tempo con amore e sesso, almeno con te. Come sempre non bisogna prendere la descrizione alla lettera, anzi spesso si hanno momenti in cui la tendenza si attenua o è superata. Guardandosi poi intorno, di persone appagate affettivamente e sessualmente se ne incontrano davvero poche. Gli altri fanno di necessità virtù.
Rapporti positivi tra Marte e Urano danno la tendenza a trovare uomini utili, sul piano lavorativo, sociale e sessuale. Se su tutti i piani meglio ancora, se su alcuni soltanto ci si accontenta di quello che offrono, per il resto ci si arrangia in altro modo. Il maschio dei sogni non è quindi il principe azzurro, ma l’idraulico benestante che non ha bisogno di visite dal sessuologo. Di rado ci si accorge poi di disoccupati, imbranati o pigri, il messaggio erotico funziona meglio se il maschio non se ne sta con le mani in mano. Se proprio ha cinque minuti liberi può sempre sistemare il rubinetto che perde o passare dalla banca per trattare nuove condizioni per il mutuo. L’ormone femminile quindi in qualche modo si risveglia se subodora un vantaggio. Cosa che non dispiacerebbe nemmeno a chi ha aspetti negativi tra i due, ma il vantaggio spesso non lo si ottiene oppure non dura in eterno, perché non si è coltivato a sufficienza l’oggetto del desiderio, oppure quest’ultimo aveva di meglio da fare. Può capitare poi di trovare persone con problemi di lavoro o imbranate, o con una propensione agli incidenti. Appare però sensato farsi una seria assicurazione contro gli incidenti.
Con rapporti armoniosi tra Marte e Nettuno il maschio normale non rientra nella sfera degli interessi della donna. Se proprio si vive isolati e non c’è nemmeno uno stravagante su cui indirizzare i propri desideri, almeno ne può sognare uno. In fondo per lei non c’è troppa differenza tra immaginazione e realtà. Se può scegliere, il suo ideale è un artistoide irrequieto, meglio se alto, magro, con lo sguardo assente, magari straniero e in procinto di tornare nel suo paese d’origine o, se italiano, sul punto di emigrare in Botswana, meglio ancora se come missionario. Di rado c’è un unico compagno nel corso della vita – sai la noia – e, se proprio dovesse restare sposata con la stessa persona, salirà all’altare con la fantasia molte altre volte. Con rapporti disarmonici potrebbe invece esserci la tendenza ad avere paura di uscire dal noto, pur essendo attirati ugualmente da persone eccentriche. A volte restando al loro fianco per fare loro da infermiera, e non c’è preferenza per un “paziente” con malattia fisica o psichica. Casi estremi a parte, una certa dose di ansia genetica rende difficile trovare un partner nettuniano come si vorrebbe. Oppure si può trovare un velleitario o qualcuno con blocchi interiori, con difficoltà a prendere il largo.
Aspetti positivi con Plutone danno l’attrazione per il maschio maschio, con un tasso di testosterone considerevole e indirizzato al soddisfacimento dei desideri propri e della partner. Può essere anche intellettuale, eccellente nel bricolage, amministratore di una multinazionale o rivenditore di gelati, l’importante è che non sia una mezza calzetta su quel piano lì. Non dispiace nemmeno se è un po’ complicato e non del tutto trasparente, come pure non guasta se è un po’ esibizionista e un pizzico cialtrone, fa personaggio e non annoia. Con aspetti negativi non si cerca coscientemente quello con problemi sessuali o bisognoso di Viagra. Può capitare però di trovarlo, come pure non è escluso beccarsi uomini un po’ bugiardi o vigliacchi, o privi di testicoli, non importa se sul piano fisico o su quello psicologico. Magari senza accorgersene, salvo i casi in cui sia proprio impossibile. Oppure nascondendo la testa sotto la sabbia, forse nel timore di scoperchiare il vaso di Pandora. L’aspetto di tensione quasi mai crea però donne rinunciatarie e, se mai dovesse andare male una prima volta, si ritenta sperando di essere più fortunate. I rapporti con l’universo maschile risultano però di solito almeno complessi. Ascoltando da sempre confidenze femminili so per certo però che l’insoddisfazione è attribuibile a una marea di aspetti planetari. Anzi, il rosicare perché le cose non vanno come si vorrebbe aiuta a mantenersi vivi, a non addormentarsi in una calma piatta. La complicazione, in fondo, è il sale della vita.

Se Marte è infine isolato, non ci sono di solito problemi nell’identificare un tipo fisico e psicologico preciso (ma possono anche esserci) quanto nel mantenere costante un rapporto. A volte perché si incappa in un uomo con cui non si riesce a stabilire un rapporto vero, mentre in altri casi è la donna stessa a non volere più o meno coscientemente entrare in una relazione profonda. Magari sposandosi o convivendo comunque, ma l’intimità prolungata dei corpi e della mente è un’altra cosa. Ciò non preclude di avere comunque rapporti, ma l’intensità è intermittente.




N.d.A. : Alcune delle riflessioni riportate nell’articolo sono ricavate da discussioni e indagini sull’argomento nel mio gruppo Facebook Congresso d’ottobre 2, da me creato e gestito.



1 È noto che secondo l’astrologia morpurghiana nello Zodiaco ci devono essere 12 pianeti, di cui due di non ancora certa identificazione.
2 https://www.facebook.com/groups/198516613553915/

 

 

massimomichelini1@virgilio1.it

1/10/2016


Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati