LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

I transiti della Luna

di Massimo Michelini

A differenza di quanto accade con il Sole, i transiti della Luna si avvertono in modo netto, tanto da essere entrati pure nelle espressioni di uso comune. “Avere la Luna storta” indica infatti un passaggio negativo del suddetto astro, anche se per i più si è perduto il significato originario, ed è rimasto solo quello di malumore ed emotività accentuata. Manifestazioni appunto riconducibili senza possibilità di dubbio all’astro d’argento. Nelle poche ore in cui passerà infatti in rapporto con un altro pianeta, e non importa se in positivo o creando ostacoli, risveglierà un certo tipo di caratteristiche. Che so, se in trigono a Marte darà la voglia di combattere, se a Venere di venire amati. Ma lo farà in maniera emotiva e forse fantasticata, a volte solo risvegliando i ricordi del passato, oppure farà ingigantire i problemi – la Luna non è razionale, pare banale dirlo – altre ancora fornendo intuizioni veritiere su un particolare tipo di problema. Se sul piano fisiologico l’uomo è fatto (come è fatto) in gran parte di acqua, le vibrazioni di quest’ultima porteranno dei movimenti più o meno forti nella sua vita, allo stesso modo di una barchetta in balia dell’oceano, non importa se in tempesta o meno. Così la Luna, astro governatore appunto dei liquidi, con i suoi rapidissimi movimenti agiterà ognuno di noi, oppure gli farà compiere una tranquilla navigazione (in attesa della prossima ondata)…
In ventotto giorni, quelli che le servono per percorrere il giro dell’intero Zodiaco in ogni suo singolo grado, la Luna va inoltre a toccare tutti i punti sensibili di un tema natale, e compie inoltre una sorta di piccolo ciclo esistenziale, in gran parte riferito al mondo delle emozioni poiché questo è il suo settore di pertinenza. Certo, potranno pure capitare fatti che riguardino la casa, il rapporto col femminile (il proprio o le donne, o le altre donne), i liquidi, le acque. Ma per lo più si tratterà di sensazioni, ricordi, fantasie e questioni empatiche. Senza dimenticare il ciclo femminile, così lunare che più lunare non si può. E le maree dove le mettiamo? Con particolare riguardo per quanto sta scritto nei vecchi annuari contadini, dove si suggerisce di potare, imbottigliare, seminare, tagliare i capelli durante una certa fase della Luna, calante, crescente o piena. Poca cosa? La natura è poca cosa? Non c’è bisogno inoltre di ricordare gli studi recenti sulla memoria dell’acqua, forse non ancora accettati dalla scienza ufficiale, quasi sempre l’ultima a capire davvero gli autentici fenomeni sottesi al reale.
Non dimentichiamo poi che il corpo umano è composto in percentuale massiccia da liquidi, e la nostra vita è strutturata dalle emozioni, sia che siamo davvero ipersensibili sia che rifiutiamo consciamente le suggestioni del profondo. La vita è una ruota che gira, recita il vecchio adagio, e il giro del mondo sublunare in ventotto giorni arricchisce l’esistenza interiore e rinnova ogni mese il nostro modo d’essere, almeno quello “dentro”, nascosto ma non per questo meno importante. Di quello “fuori” e visibile si occupa il Sole, semplificando. E se pur di rado con i passaggi della Luna succederanno eventi eclatanti, possono pur accadere se in contemporanea ci sono altri transiti significativi. Ad esempio, per la nascita di un amore, se Giove passa in trigono a una Venere radix, l’incontro fulminante potrebbe esserci se la Luna è pure in trigono o si congiunge a Venere. Al contrario, in un momento di depressione, magari dettato da un transito negativo di Nettuno al Sole si potrebbe tentare il suicidio se anche la Luna quadra o si oppone al Sole stesso.
Così in quella manciata di ore con la Luna storta o diritta si potranno attivare le innumerevoli simbologie lunari. Poiché essa si sposta all’incirca di un grado ogni due ore, formerà un rapporto con un pianeta più o meno per otto ore, il tempo di un lungo sogno, oppure di una “Luna girata”. Sul piano reale e non solo emozionale potrà perciò esserci qualcosa riguardante il sonno, il sogno, i bambini, l’infanzia, il passato, la casa, la madre, il proprio essere donna, il rapporto con il femminile, acque, liquidi, paure, pensieri disturbanti o salvifici, e chi sa cos’altro. La Luna è infinita, erra nel cielo e nella nostra mente, ci porta verso il domani ma anche verso l’ieri, spesso saltando a piè pari il presente. Oppure vivendolo soprattutto come un passaggio tra il prima e il poi. O viceversa, visto che il tempo lunare pare non avere sempre la stessa direzione.
Vagando per il cielo la Luna potrà avere quindi tante, troppe sollecitazioni. Ecco cosa potrebbe accadere, nell’inevitabile semplificazione implicita in un articolo di questo tipo. Partiamo dal passaggio nelle case, la cui durata varierà ovviamente a seconda della dimensione della casa stessa. Anche se, come il Sole, la Luna ha un passo del tutto regolare e non è mai in moto retrogrado.1
Con la Luna transitante in prima potremo avere un momento di spiccato egocentrismo, a meno che non si diventi ansiosi perché ci si prospetta chissà quale pericolo. Oppure si sarà più sensibili o attenti alle reazioni altrui nei propri riguardi. Ossia si vorrà venire almeno riconosciuti, se non amati, in qualche caso emanando involontariamente suggestioni emotive in grado di colpire l’altro, a volte seducendolo davvero. Consigliabile quindi approfittare della situazione per organizzare una serata in cui si vuole essere apprezzati per le proprie virtù attrattive, se i transiti planetari lo permettono.
Ammesso che il tema natale lo consenta, passando in seconda casa la Luna può ridestare ricordi o nostalgie del territorio natale. Non sappiamo se le rimembranze saranno buone o cattive, è il passato individuale a fare la differenza. Potrà trattarsi di odori, sapori, immagini o ricordi di quanto un tempo si possedeva. Oppure la Luna potrà creare qualche mezza giornata di apprensione per la propria situazione economica. Può dare inoltre la voglia o la possibilità di venire fotografati, oppure inviti al ristorante o a casa di una buona cuoca. Una donna, se ha la passione della cucina, potrà esprimersi al meglio tra i fornelli mentre un uomo dal talento culinario potrà aumentare la propria creatività ai fornelli.
In terza, la Luna dà la voglia di socializzare e trarre spunti emotivi da nuove conoscenze. Talvolta fa sognare di spostarsi sui mezzi pubblici oppure fa davvero conoscere una nuova fidanzata su un tram cittadino o in una coda alla posta. Per una donna, dà la voglia di sentirsi giovane o fa incontrare amiche con le quali spettegolare a piacimento, o essere vittime di pettegolezzi se in contemporanea il pianeta è leso. A volte risveglia poi ricordi dell’adolescenza o procura contatti con zii, cugini e fratelli.
Nei giorni in cui passa in quarta, spesso accade che si abbia voglia di starsene in casa, soprattutto se non si ha un temperamento troppo mondano. Le mura domestiche assumono la valenza simbolica di un utero protettivo, dove rinchiudersi per andare all’indietro come il gambero, e recuperare i ricordi del tempo che fu, magari immalinconendosi perché il passato – remoto  o recente – non tornerà più. Oppure questa Luna suggerisce sogni in cui si visualizzano interni di abitazione dove magari si incontrano persone di famiglia. Per quel paio di giorni del suo passaggio dà sovente la voglia di avere una spalla su cui piangere, o di cui fidarsi.
Chi soffre d’insonnia potrà invece avere una recrudescenza del suo problema quando la Luna transita in quinta casa. Si avrà inoltre meno voglia di sognare e più di divertirsi, a volte anche in senso sessuale. I sogni però saranno erotici. Per entrambi i sessi, possibili escursioni in discoteca, dove l’uomo potrà puntare selvaggiamente le ragazze più sensuali, una donna non cercherà di sedurre con l’intelligenza o la simpatia ma con la carica erotica. Chi è portato in questa direzione, potrà invece aver voglia di insegnare, fosse anche soltanto per dare indicazioni stradali a chi le chiede. Oppure si inviterà gente a casa propria per una festa di un qualche tipo.
Nel suo passaggio in sesta casa la Luna può creare apprensioni sulla salute, se non veri e propri attacchi di ipocondria. Una donna potrà non sentirsi all’altezza delle situazioni da affrontare, non importa quali, un uomo potrà vedere la compagna più come una colf che come l’altra metà del cielo. Possibile inoltre che ci si dedichi alle pulizie casalinghe, andando a snidare in ogni angolo le più impercettibili tracce di sporco. Questa Luna potrà inoltre rendere più suscettibili del consueto, come pure far venire la voglia di rinnovare il guardaroba, magari perché si pensa di non essere abbastanza alla moda, o ci si accorge effettivamente di non esserlo. Forse inoltre non si sapranno riconoscere davvero le necessità emotive, e si tenterà di arginare certe paure con l’iperattivismo, riuscendoci in parte.
Nel breve soggiorno in settima l’astro d’argento accentua la necessità di condividere con il partner le proprie emozioni, ma la riuscita di questo tentativo potrà dipendere da molti fattori. Anzitutto l’avere davvero una dolce metà, poi che questi (o questa) sia sufficientemente sensibile alle esigenze emotive dell’Altro (o Altra). Bisognerebbe poi non eccedere in richieste d’attenzione, e non spaventarsi se non si ottiene quanto si vorrebbe. Va detto che di rado si arriva a compromettere davvero un rapporto, vista la brevità del transito. In qualche caso invece si acquista per un paio di giorni una maggiore sensibilità rispetto alle esigenze del prossimo. Oppure ancora la madre o la suocera possono intervenire nella vita affettiva del soggetto, non importa se in senso positivo o negativo.
Per chi ha questo tipo di paure, il transito della Luna in ottava casa può far venire pensieri di morte, di alienazione dal territorio, paure in campo economico. A volte queste apprensioni sono suscitate dall’aver sentito racconti capaci di spaventare, oppure più spesso una notizia volante, che potrebbe anche non riguardare il soggetto, scatena comunque un certo tipo di timori. In questi giorni si potranno fare incubi o sogni strani nei quali ci si trova ad alloggiare in qualche albergo e non si riesce a tornare a casa, talora per colpa di mostri o altri personaggi strani. O ancora si avrà voglia di vedere film horror, per autoalimentare i pensieri cupi.
Passando in nona la Luna amplia il campo delle fantasie e dei sogni. Si potranno quindi immaginare viaggi avventurosi, in stato di veglia o nel suo contrario, oppure ci si imbatterà in donne straniere o professoresse universitarie. A volte pure in signore mature dalla decisa vocazione mistica, certe di fare il bene dell’umanità. Potranno tornare alla memoria eventuali viaggi compiuti nell’infanzia o nella prima parte della vita, come pure non è escluso che si ricevano notizie da parte di eventuali familiari lontani. Talora infine si prenderanno contatti per acquistare case in paesi esotici, o si immaginerà di farlo.
Quando invece il luminare femminile transita nella casa più alta dello Zodiaco, la decima, si mette da parte l’emotività, a volte perché si devono affrontare situazioni pubbliche dove si è molto visibili. Si può però immaginare di trionfare, di diventare presidente della Cina e dell’India (sempre ammesso che il tema natale nel suo complesso lo consenta). Una donna potrà sognare di avere un autentico riconoscimento professionale, mentre un uomo potrà brillare per riflesso grazie a un successo della partner. Per chi ama questo genere di cose, potrebbero nascere fantasie sado-maso, e lasciamo a chi è interessato un loro eventuale soddisfacimento. A volte si avrà voglia di uscire di casa oppure minore necessità di dormire. In qualche caso, se infine si è deciso di riposare, si sognerà però di cadere dall’alto.
Con la Luna in undicesima l’emotività potrà intellettualizzarsi, o venire applicata a questioni sociali, religiose o politiche. Quasi sempre però senza eccedere, nel tentativo di trovare una giusta misura e un equilibrio tra il proprio sentire e quello altrui. Non è escluso che si invitino amici a casa per discutere di questioni importanti, a volte addirittura il futuro dell’umanità. Se poi non si arriverà a una conclusione definitiva (come in effetti è assai improbabile) si rimanderà alla volta successiva, magari al mese seguente quando la Luna tornerà nella medesima posizione. Una donna in questi giorni potrà sentirsi un pelo più libera del solito, mentre un uomo potrà sentirsi meno dominante del consueto. Per entrambi i sessi, difficoltà a ricordare i sogni, oltre alla necessità di evitare gli eccessi, in modo da recuperare le forze emotive.
Infine con il passaggio nell’ultima casa, la dodicesima, non è escluso si facciano fantasie cosmiche, vagheggiando in qualche momento di sconforto pure il suicidio, vissuto però non come una sconfitta ma piuttosto una liberazione, sempre che la mentalità e le ideologie eventualmente seguite lo consentano. Magari si avrà voglia di visitare chiese e cimiteri, oppure si farà un salto al mare per osservare la distesa sconfinata dell’acqua salata, con l’orizzonte in lontananza. O ancora di notte si guarderà il cielo, chiedendo alla Luna cosa fa lassù in alto, e perché noi ce ne stiamo quaggiù… La normalità starà un po’ stretta, qualche volta si avrà paura di andare fuori di testa, più spesso si constaterà che casa chiesa e lavoro non sono tutto. Forse senza sapere davvero cosa si vorrebbe di diverso…
Questi in linea di massima alcuni dei significati del transito della Luna nelle dodici case. Ovviamente di rado gli eventi causati saranno però così espliciti e univoci come quelli ora descritti. La contemporanea influenza di segni, pianeti e case rende infatti meno lineari le manifestazioni del simbolo. Ciò nonostante se per un paio di giorni abbiamo meno necessità di dormire è possibile che la Luna stia passando in quinta casa, tanto per dirne una, e una riflessione volante su dove stia passando il luminare femminile potrà servire a fare chiarezza. Veniamo ora ai possibili effetti del transito della Luna rispetto agli altri pianeti.

RAPPORTI LUNA-LUNA
Come per tutte le altre forze planetarie il transito positivo confermerà i valori messi in gioco dal pianeta in oggetto, e perciò in questo caso la propria visione emotiva delle cose, mentre quello negativo porterà almeno a suggerire qualche dubbio su quanto si avverte subliminalmente. Ad esempio una Luna natale in Cancro troverà un terreno fertile, sia pure accidentato da complicazioni esistenziali e trabocchetti emotivi, quando la Luna passerà in Scorpione. Con il transito in Pesci si accentuerà l’emotività, scatenando la fantasia a volte in direzioni inimmaginabili per chi ha una sensibilità terra terra. Se la Luna passa invece in Bilancia certi capricci e infantilismi verranno almeno frenati da un atteggiamento giudicante, non importa se adottato dal soggetto stesso oppure da un suo intimo. Se in Capricorno, necessità pratiche impediranno di adagiarsi nell’infantilismo, mentre se passa in Ariete ci si scontrerà con qualcuno che non capisce troppo le sottigliezze emotive, anzi le considera seghe mentali. Questo giochetto può essere applicato a tutti i segni, è ovvio, e sul piano pratico non porterà quasi mai effetti reali, salvo siano presenti altri transiti rafforzanti. Potrà però rendere un periodo da sogno ancor più da sogno oppure del tutto agghiacciante un periodo da incubo. Va detto che dopo otto ore tutto passerà, ma potrebbe trattarsi pure dell’istante in cui qualcuno prende una decisione definitiva, ammesso voglia e possa prenderla.

RAPPORTI LUNA-SOLE
Poco avvertibili come quelli del Sole rispetto alla Luna, tendono comunque a confermare o disconfermare un certo tipo di visione della vita, sempre nei limiti dell’eccessiva rapidità con cui si forma il rapporto. Ossia per una mezza giornata si avranno più certezze o meno certezze, a volte grazie a un partner assecondante oppure ostacolante. Può dare però momenti in cui personalità granitiche sono costrette ad accettare suggestioni e suggerimenti emotivi, oppure – per caratteri troppo fantasiosi o ipersensibili – si avvertirà maggiormente il calore del corpo con tutte le sue necessità. Se si sogna, probabile l’apparizione di una figura paterna. Di rado però accade qualcosa di significativo, sia si viva una congiunzione, sia si tratti di un quadrato, tanto per dirne un paio.

RAPPORTI LUNA-MERCURIO
Entrambi elementi costitutivi dell’intelligenza, se in rapporto positivo possono donare anche nel velocissimo passaggio di transito una comprensione fulminea di quanto sta accadendo intorno al soggetto. Certo non è detto che si compia una scoperta da premio Nobel, ma può dare – se il transito è positivo – un’intuizione fulminea rispetto a un determinato evento o aspetto della vita del soggetto. Può così aiutare a scoprire altarini, oppure illuminare per qualche ora con il piacere di comprendere il funzionamento di non importa cosa. Sempre che il soggetto sia portato a farlo, pare ovvio ribadirlo, perché se si nasce ciucci tutt’al più potrai avere le capacità intellettive di un somaro, spesso in realtà molto elevate nonostante la proverbiale modestia dell’animale e la cattiva fama di cui gode. Se però si nasce galline, allora è meglio rivolgersi a Lourdes o ad analoga entità superiore se si vuole diventare geni… Scherzi a parte, il passaggio della Luna in rapporto positivo a Mercurio immette nella capacità di intelligere anche elementi emotivi, in grado appunto di allargare gli orizzonti del soggetto. Può dare così una buona capacità empatica, anche nei confronti dei giovani, dei fratelli e dei figli. I sogni fatti nel periodo del transito potrebbero essere legati a spostamenti e informazioni di varia natura. Se il transito è negativo, potranno esserci inciampi logici, ma più spesso darà un sottofondo di leggero nervosismo capace di sforare nell’isterismo. Data la modestia temporale del passaggio planetario, c’è da sperare di non avere davvero esagerato troppo in quel breve arco di tempo, soprattutto nei rapporti con il femminile. Se si è donne si potranno infatti scatenare pettegolezzi o acidità varie sulle proprie simili (oppure subirle), se maschietti si possono far sceneggiate in grado di ferire la partner, con inevitabili strascichi. 

RAPPORTI LUNA-VENERE
Pianeti affini appartenenti all’area femminile, se in rapporto armonioso anche solo di transito, possono creare qualche ora in cui le donne si sentono a posto con se stesse, mentre gli uomini assumono nei confronti di una eventuale partner un atteggiamento amoroso, oltre a volte a desiderarla assai… Indicano anche un momento in cui non si ha voglia di fare un gran che se non coltivare il sogno, i ricordi, il proprio aspetto fisico. Se si è in età molto giovanile, potrebbe essere un pomeriggio o una mattina in cui la madre è più affettuosa del solito, anche grazie al fatto che il soggetto si ricorderà di usare il comportamento più adatto per attirare i suoi favori. E lo stesso dicasi da adulti: la donna sarà seduttiva (almeno nell’ambito delle sue possibilità), non per calcolo, ma per efficienza ormonale. L’uomo si farà sedurre, ben lieto di farlo. Nei sogni di questi momenti non è escluso ci si veda allo specchio, ci si piacerà se Luna e Venere sono in aspetto positivo, ci si amerà poco se l’aspetto è dissonante. Se il transito è negativo non accadono disastri, tutt’al più si stenta a mettere su binari paralleli emotività e affettività. Così non si sapranno ascoltare le intuizioni e si farà fatica a sentirsi amati, a volte per fulminei quanto poco consistenti problemi di salute. Se si ha mal di pancia, tanto per dirne una, si è poco disposti dar retta ai sentimenti. Dato però che nell’arco di una vita i momenti di autentica felicità affettiva sono davvero pochi, questi transiti ricorrenti non lasceranno traccia alcuna.

RAPPORTI LUNA-MARTE
Se la Luna è ipersensibile ed emotiva, Marte è impulsivo quando non aggressivo. Fatale che la somma dei valori coinvolti, anche se in positivo, accentui soprattutto una visione poco logica dell’esistenza, magari per un eccesso di irragionevolezza dettata dal dar troppo credito alle ombre interiori. Intendiamoci, spesso le intuizioni lunari, come la diffidenza marziana, salvano da ipotetiche intrusioni nella propria vita, ma l’esagerare il sospetto potrebbe far compiere sbagli colossali. Anche perché la velocità di entrambi potrebbe dare una reattività accentuata che, in caso di lesioni planetarie collaterali, potrebbe sfociare in eventi anche traumatici. Marte infatti è quasi sempre presente con le sue simbologie in incidenti di altri tipi e la Luna altrettanto. Però, se il transito sarà positivo, quasi sempre ci si salverà da effetti catastrofici, se negativo è tutto da valutare volta per volta. Nei sogni di questi giorni è probabile sia presente la violenza, non importa se agita o subita. Va tenuto però in conto che questi transiti sono assolutamente frequenti e solo in rarissime occasioni causeranno eventi complicati o drammatici. Più spesso ci si “accontenterà” di litigare con parenti, amici e fidanzate, anche perché si crea una corsia preferenziale tra il femminile e l’aggressività, e c’è da sperare che si tratti solo di eccessiva emotività. Non è escluso però, in particolare con transiti negativi, che si ricorra alle mani, o si subiscano le mani altrui. 

RAPPORTI LUNA-GIOVE
La Luna con il suo fulmineo passaggio riesce a smuovere la serena stolidità di Giove, difficile da scuotere nelle sue certezze e avidità, ma capace di acquistare in questo caso in sensibilità, se il terreno natale è propizio. Il luminare femminile poi è in grado di illuminare con le sue suggestioni emotive la placida avidità gioviale. Così per una manciata d’ore non ci si occuperà solo di cosa si mangerà a cena o a merenda, ma si penserà pure ai nutrimenti emozionali, alle sofferenze altrui, magari nel tentativo di alleviarle. Intendiamoci, Madre Teresa di Calcutta era altra cosa, però scuotersi da un certo egoismo non può che far bene, a chiunque. Va detto che a volte l’intuito lunare è però solo teso a ottenere maggiori privilegi personali, ma almeno la fame di possesso acquisterà in good vibrations, e sarà in grado di spacciare un certo egoismo per sensibilità da nutrire… Le paure, nelle poche ore in cui si forma un aspetto positivo, saranno tenute a bada e si avrà la speranza di risolvere tutto per il meglio, qualsiasi sia il problema. Non sono esclusi sogni di tavolate imbandite oppure, se ci sono di transito aspetti astrali dissonanti tra i due, si ha fame ma non si riesce a mangiare. Con transiti negativi gli effetti più vistosi non saranno danni materiali (comunque possibili ma ridotti ai minimi termini) quanto apprensioni per quel che accadrà, e timore di non farcela. Sensazione però in grado di svanire appena passa il transito…

RAPPORTI LUNA-SATURNO
La rigidità saturnina pare non concedere troppo spazio all’emotività della Luna di transito. Qualcosa però l’astro d’argento potrà e dovrà pur portare all’altro, sia pur nella fulmineità del suo passaggio, anche se si tratterà di sfumature spesso impercettibili. Ossia si riuscirà a conciliare il rigore con la sensibilità, e ne guadagneranno entrambi poiché l’inflessibilità saturnina riuscirà ad essere un po’ meno granitica mentre la Luna svolazzerà un po’ meno di paura in paura, di fantasia in fantasia. In qualche caso, sempre per una manciata d’ore, una figura femminile intorno al soggetto (o il soggetto stesso se donna) potrà acquistare in autorità o autorevolezza. Magari solo perché darà risposte sensate nel corso di una conversazione, in grado però di farle guadagnare dei punti nella considerazione del prossimo. Se si sogna, si potrebbero vedere tra le immagini oniriche persone anziane, o di certificata autorità. Con passaggi negativi tra i due pianeti ci sarà invece uno scollamento tra ragione e sentimento, un’illogicità comportamentale di rado in grado di fare danni permanenti, salvo transiti contemporanei pesantemente negativi. Si sconsiglia di prendere decisioni in questi momenti perché, a transito finito, si sarebbe costretti a far marcia indietro oppure ad andare in una direzione del tutto differente.

RAPPORTI LUNA-URANO
Tutto sommato anche quando entra in rapporto con Urano la Luna non riesce ad esprimersi pienamente, anche se l’aspetto è positivo. Come pure pare che Urano assorba solo in minima parte le simbologie lunari, venendone a malapena scalfito. Potrà esserci comunque una buona o ottima prontezza di riflessi, ammesso se ne abbia bisogno, ma la percezione resterà un po’ in superficie, stenterà ad andare in profondità: ad Urano interessa soprattutto un risultato concreto, e delle sfumature emotive si cura poco. Rapporti di questo tipo possono però dare una mezza giornata in cui si decide di pulire casa da cima a fondo, e lo si fa bene e con efficienza estrema, oppure si acquistano tutti gli accessori indispensabili per un buon funzionamento dell’attività domestica. Si potranno inoltre incontrare donne attive o, se si appartiene al gentil sesso, ci si sentirà realizzate solo se non si resta con le mani in mano, mentre si potrà sognare di lavorare, lavorare, lavorare, quasi che il demone dell’azione si fosse impossessato del sognatore stesso. Se il transito è negativo è possibile o probabile che tocchi in sorte quella mezza giornata in cui non si riesce ad essere efficienti, si rompono cose, si fanno cadere o si inciampa anche in un foglio di giornale. Meglio quindi rimandare la pulizia della vetrinetta con oggetti di Swarowski ad altra data.

RAPPORTI LUNA-NETTUNO
Tanto evanescenti sul piano materiale quanto stimolanti sul piano emotivo e della sensibilità saranno i transiti della Luna rispetto a Nettuno. Si potranno quindi vivere momenti di straordinaria intensità percettiva, e non importa se si immaginerà il vero o un suo sostituto fantasmatico. Né alla Luna né a Nettuno la verità importa più di tanto, interessa piuttosto molto di più il sogno, in senso letterale ma pure metaforico. Tanto che se ne potrebbero fare di bellissimi e immaginifici, dove tutto può accadere, ci si può trasformare in ogni cosa e ogni cosa si può trasformare. E non importa in cosa. Certo si potrebbero prendere fischi per fiaschi e non distinguere il sonno dalla veglia, ma, a transito terminato, si potrà avere una forte nostalgia di quel momento davvero fantastico, ai limiti del fantascientifico. In cui  quasi mai si sarà fatto qualcosa di significativo e duraturo, ma che importanza ha. Molti inoltre sanno che la fantascienza tutto sommato è solo l’anticipazione di quanto accadrà domani o dopodomani. Se la Luna invece forma con Nettuno un aspetto negativo di transito si potranno avere momenti di sconforto emotivo e qualche angoscia di troppo. Data la brevità del passaggio però di rado si ricorrerà al pronto soccorso psichiatrico, salvo dure lesioni collaterali, visto che ci si angoscerà sì, ma poi i cattivi pensieri passano e vanno…

RAPPORTI LUNA-PLUTONE
Se pur nella rapidità del transito, quando la Luna manda buoni aspetti a Plutone non ci si accontenta più delle apparenze. Si scava, o si tenta di farlo, in profondità, si guarda dietro la facciata, si ipotizzano e si trovano motivazioni differenti rispetto a quelle dichiarate in rapporto a un comportamento, non importa se proprio o altrui. Una donna potrà poi sentirsi seduttiva, e a volte si divertirà a mandare messaggi in tal senso, mentre un uomo poserà lo sguardo su molte donne, con pensieri non propriamente verecondi. Potrebbe essere un momento buono per concepire un bambino, che senz’altro potrebbe dirsi figlio della passione. Si tratta di momenti, certo, ma ce ne fossero… Periodo buono poi per nascondere qualcosa in casa, se si deve farlo, sperando di ricordarsi poi dove si è occultato il malloppo. Oppure si potrebbe venire scelti come confidenti, specialmente da parte di donne. Se si vuole scoprire qualcosa, non importa di che tipo, non sarebbe male approfittare delle otto ore del passaggio planetario. Magari confidando pure su sogni rivelatori, all’interno dei quali si potrebbero svelare tutti gli altarini, personali o altrui. Con transiti negativi una donna si sentirà poco affascinante, mentre un uomo potrebbe avere crisi di rigetto nei confronti del femminile, o incontrare gentili fanciulle di non specchiata onestà. Non intuendo poi nulla delle autentiche motivazioni del loro comportamento. Meglio quindi non fidanzarsi in quell’arco di poche ore…




1
Ricordiamo che tutti i pianeti da Mercurio in poi a intervalli regolari in apparenza sembrano muoversi all’indietro e il loro moto non è quindi più diretto. Tale moto retrogrado è provocato dalla diversa velocità angolare della Terra rispetto ai vari pianeti. Perciò, dopo essere retrocesso per un determinato numero di gradi, il pianeta poi riprende il moto diretto, fino al successivo anello di sosta, ossia quel fenomeno grazie al quale sembra in un primo momento fermarsi, e poi retrocedere.

massimomichelini1@virgilio1.it

1/07/2013


Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati