LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

I transiti di Mercurio

di Massimo Michelini

Per compiere un giro completo intorno al Sole, toccando quindi ogni singolo grado dell’intero Zodiaco, Mercurio impiega 88 giorni circa, essendo il pianeta più vicino alla stella al centro del nostro sistema planetario e orbitando tra la Terra e il Sole stesso. Poiché però il moto apparente del Sole nella fascia zodiacale è di 365 giorni, ossia un anno, Mercurio non può mai allontanarsi troppo dalla sua stella di riferimento, almeno secondo il punto di vista terrestre, ed è quindi costretto a fermarsi nel corso di un anno per tre anelli di sosta, come nel gioco del Monopoli quando finisci in prigione e devi saltare un turno di gioco. Nel 2013, ad esempio, ha avuto e avrà un moto all’apparenza retrogrado dal 23 febbraio al 17 marzo (in Pesci), dal 26 giugno al 20 luglio (in Cancro), dal 21 ottobre al 10 novembre (in Scorpione), sempre nello stesso elemento, in questo caso l’Acqua. O in alcuni casi ciò avverrà tra segni contigui, ma con una precisa logica tempo-spaziale: nel 2014 l’anello di sosta si formerà infatti prima nei segni d’acqua, poi tornando in quello precedente d’aria (Pesci-Aquario, Cancro-Gemelli, Scorpione-Bilancia).
Va aggiunto infine che prima di iniziare il moto retrogrado Mercurio rallenta sensibilmente. Quando è invece in moto diretto ha una velocità fortissima, seconda solo a quella della Luna, riuscendo a percorrere un segno in soli 15 giorni circa. Tanto da meritargli il titolo di “messaggero degli Dei”, e i messaggi si sa, devono venire recapitati in tempi rapidissimi altrimenti diventano obsoleti. Certo, ci sono (o c’erano) gli scioperi dei postini, o qualche difficoltà tecnica nella gestione della posta elettronica, ma la velocità è la caratteristica prioritaria di Mercurio, e delle sue simbologie.
Pur non avendo da solo effetti devastanti o fortemente consolidanti, il suo passaggio è avvertibile in maniera sensibile, come pure i suoi transiti negativi possono creare forti stalli nell’arrivo di notizie, causando quasi un’irreale bolla temporale in cui si attende qualcosa che non si profila all’orizzonte pur essendo davvero dietro l’angolo. Quindi in un certo senso Mercurio accelera ma pure rallenta, spesso senza che il soggetto interessato agisca davvero in prima persona per realizzare quanto dovrebbe. Ad esempio, facciamo il caso di una lettera contenente informazioni essenziali per la risoluzione di qualcosa. Mettiamo che il soggetto interessato abbia il Sole a 5 dei Pesci e Mercurio, ancora in moto diretto, arriva a 2 gradi, poi rallenta, si ferma, torna indietro. Passerà più di un mese prima che Mercurio arrivi davvero a 5 dei Pesci. Nel frattempo la lettera tanto attesa potrebbe essere tornata al mittente per uno sbaglio di indirizzo, e rispedita poi nel posto giusto per arrivare a destinazione col transito preciso.
Questo è un esempio eclatante, eccessivo ma forse non impossibile. Nella vita di tutti i giorni assistiamo però spessissimo ai rallentamenti e accelerazioni propri di Mercurio, il cui passo può variare da quasi due gradi al giorno fino al periodo appunto in cui rallenta quasi fermandosi su un singolo grado per 7-8 giorni. Quindi massima velocità e una apparente lentezza sfiancante, o vissuta come tale. Mercurio simboleggia infatti il tempo rapido: perciò, se le cose non giungono al volo vengono ritenute pesanti e difficili da gestire, perché non si riesce a utilizzarle come si vorrebbe o si auspica.
I suoi passaggi influenzano ovviamente tutte le simbologie mercuriali, e avremo così giornate o settimane segnate da eventi relativi agli spostamenti (un viaggio fortunato o un viaggio impedito da circostanze esterne), a una maggiore o minore capacità di concentrazione, ossia all’essere svegli oppure no. E ancora: a questioni relative a figli, fratelli e coetanei, a una propria scaltrezza agita o alla scaltrezza altrui subita (nel primo caso si riesce a turlupinare qualcuno, nel secondo si viene ingannati o derubati), a pettegolezzi, curiosità, questioni che coinvolgono cugini, zii e parenti di secondo grado. Questioni anche legate alla telefonia o al mezzo di spostamento. E ancora: problemi di udito, bronchi e polsi, oppure un perfetto funzionamento (sia pure per un giorno o due) di quegli stessi organi, che ti risultano utili per una qualche particolare attività.
Se i transiti di Mercurio si sommano a quelli di pianeti più lenti, o agli altri rapidi, creano quelle giornate più vivaci del solito o quelle in cui si hanno i nervi a fior di pelle. Visto poi che ogni pianeta ha comunque un senso, radix e di transito, un passaggio di Mercurio potrà portare alla luce un evento atteso in precedenza, o sancire una novità, non importa se buona o cattiva. Di certo, se positivo scongiurerà la noia, se negativo potrà far girare nettamente le scatole, anche se è impossibile che basti da solo a causare catastrofi emotive o tsunami esistenziali.
Vediamo allora nel dettaglio cosa succederà col passaggio nelle case.
Quando passa in prima Mercurio dà di solito la voglia di muoversi e comunicare, spesso anche per mettersi in qualche modo in mostra. Non si tratta però (salvo eccezioni clamorose) di un esibizionismo fastidioso, questa forma di protagonismo ha bisogno di avere dei comprimari che porgano la battuta. Ossia, fermandosi a metafore teatrali, il soggetto non vorrà mettere in scena un monologo ma preferirà un dialogo, una sorta di partita di ping-pong verbal/intellettuale. Dà di solito voglia di rinnovarsi, di ricominciare da capo grazie a una ventata di giovinezza anche a tarda età. Si riparte dal via, come in un nuovo anno scolastico.
Il ritmo esistenziale spesso rallenta quando il pianeta passa in seconda. L’attenzione del soggetto non sarà più puntata esclusivamente su di sé ma si allargherà al territorio natale, come pure si faranno i conti per sapere se le entrate sono quelle giuste, così da riuscire a mantenere il consueto stile di vita. Di rado ci si occuperà di cose astratte, e piuttosto l’attenzione sarà incentrata solo su questioni pratiche. Possibili spese per figli o fratelli, oppure se questi vivono lontano potranno ritornare per una visita, magari facendosi pure fotografare insieme all’intera famiglia. A volte si ospitano a casa persone giovani e divertenti, capaci di scuotere un po’ il solito barboso tran tran.
In terza la curiosità ha il sopravvento, sempre se il tema natale lo consente. Probabili spostamenti nel circondario, magari al seguito di figli o fratelli o amici, in gita verso un parco giochi, o semplicemente in gita. Salvo pesanti lesioni collaterali si potranno ricevere notizie di varia natura, spesso veri e propri pettegolezzi, meglio se divertenti. In caso di aspetti negativi, qualcuno potrà parlare male del soggetto, o cercare di raggirarlo. Meglio quindi non lasciarsi attirare da contratti telefonici tanto all’apparenza vantaggiosi quanto nella sostanza autentiche patacche. Preferibile inoltre controllare con regolarità dove si tiene il portafogli.
Quando Mercurio entra in quarta spesso la socievolezza si affievolisce o si concentra nel ristretto ambito della famiglia. Si cerca quindi di comunicare con genitori, figli e fratelli, senza far trapelare all’esterno quanto si ha da dire. Si tende inoltre a essere più lucidi del solito nell’analizzare le dinamiche familiari, come pure le proprie modalità di relazione all’interno delle pareti domestiche. Se in contemporanea saranno presenti dure negatività si potranno subire furti in casa. In caso di pesantissimi transiti potrebbe esserci qualche serio problema relativo alla famiglia, legato al proprio essere figlio o ai figli stessi. I transiti però devono essere davvero duri.
Dopo il periodo sonnacchioso ed intimista di Mercurio in quarta, quando entra in quinta il pianeta si risveglia. Ha voglia di divertirsi, di fare battute a sfondo sessuale, spesso è incuriosito da ipotetici incontri e non disdegna di mettere alla prova il proprio fascino, forse più per ricordarsi di poter piacere che per autentica fame sessuale. In alternativa, se si hanno figli, questi potrebbero passare le nottate in discoteca, oppure essere coinvolti in scandali sessuali di un qualche tipo. Per sicurezza, meglio quindi fare prediche preventive, pur nella totale certezza che le raccomandazioni lasciano sempre il tempo che trovano…
L’ipotetica tendenza agli eccessi passa però appena il pianeta entra in sesta. Qui anzi il soggetto si concentra sulle piccole cose, sulle questioni anagrafiche o burocratiche, e ha anche un altissimo livello di attenzione, rivolta soprattutto alla risoluzione dei problemi. Certo non ci saranno grandi voli di fantasia e forse a volte avrà la meglio la noia, sempre che non si sia troppo impegnati in questioni pratiche per potersi davvero annoiare. Non sono esclusi – ma sempre con i transiti negativi – i problemi professionali o di salute per figli e fratelli, come pure ipotetiche maldicenze sul luogo di lavoro. In certi casi subite, in altri agite.   
Passando sopra l’orizzonte per transitare in settima casa, Mercurio dà la necessità di comunicare con il prossimo, a volte visto solo come un pubblico inerme il cui unico compito è applaudire il soggetto stesso, ma in altri casi per l’autentica necessità di uno scambio. Periodo indicato per stringere rapporti, purché il pianeta non formi aspetti negativi con punti significativi del tema natale. Si cerca comunque nell’altro da sé un contatto anche affettivo, sempre però improntato alla curiosità e al bisogno di sapere nuove cose.
Quando è in ottava, sempre che il tema natale lo permetta, Mercurio scava in profondità, gioca con il nascosto, si diverte a prendere per i fondelli il prossimo. Oppure specula in borsa, studia il conto corrente on line e decide che non è il caso di tenere il soldo sotto il materasso, meglio rischiare. Ha curiosità morbose, cerca contatti con persone di non specchiata onestà, sempre secondo quanto le sue predisposizioni potranno consentire. Una perpetua, tanto per intenderci, potrà parlare con il balordo venuto a chiedere aiuto al parroco, ma quasi mai chiederà di entrare a far parte di una gang. A volte si vengono a scoprire così cose nascoste, altre – se il pianeta riceve aspetti negativi – sono i propri altarini a venire esposti sulla pubblica piazza. O saranno quelli dei soliti figli o fratelli. In qualche caso rarissimo, questi ultimi rischieranno pesantemente, sempre che pianeti lenti devastino Mercurio.
Passando in nona il pianeta riprende la voglia di spostarsi e visitare, ma le mete sono lontane. Si potrà così partire per una vacanza di studio in Patagonia, o per un seminario sulla ricerca della verità interiore in Bhutan. Spesso sapendo già in partenza cosa si cerca e cosa si imparerà, o ritenendo di saperlo. A volte, se l’indole è di questo tipo, ci si divertirà a sfottere verità considerate da altri quasi divine, oppure si faranno viaggi per imparare le lingue, ma pure per divertirsi. Se l’età lo consente, potrebbe essere la prole ad andare all’estero con questo scopo.
Se Mercurio passa in decima, per qualche bizzarro caso del destino si potrebbe finire sulla prima pagina di un giornale o in TV, magari anche solo perché si stava passando in una strada in cui è avvenuta una sparatoria, immortalata da un fotografo. Potrebbe trattarsi inoltre di un periodo in cui o si ha voglia di imporre le proprie idee, oppure le stesse hanno successo, indipendentemente dalla grinta impiegata per affermarle. O ancora sono figli o fratelli a vivere momenti di gloria, oppure per un qualche motivo si discute con loro e si ha voglia di far prevalere la propria opinione.
Quando il pianeta transita in undicesima di solito non si hanno grandi idee preconcette, e si ha anzi voglia di allargare mentalmente gli orizzonti. Possibilità di incontri con personaggi stravaganti, o momentanea curiosità rispetto a teorie alternative, magari espresse da giovani o adolescenti. Ottima è la socievolezza, ipoteticamente ostacolata solo da una eventuale intransigenza ideologica. Vista però la tendenza dissacrante propria di Mercurio, è possibile che dopo aver espresso una verità assoluta e lapidaria, il soggetto stesso si renda conto di averla sparata grossa, e si rida addosso da solo. Se si fa parte di una setta, o analoga comunità chiusa, non sono esclusi pettegolezzi subiti od agiti, a seconda dei transiti concomitanti.
Passando infine in dodicesima casa, Mercurio perde in socievolezza, anzi non disdegna affatto di starsene da solo a meditare con lucidità (se la si possiede) sulle grandi verità della vita, quasi mai giungendo a una conclusione definitiva. A volte avrà interessi mistici o esistenziali, causati forse da problemi seri o ritenuti tali, come pure potrebbero esserci curiosità rispetto al funzionamento del proprio corpo che sul momento perde qualche colpo per non si sa quale acciacco. Oppure potrebbero esserci incontri in luoghi atipici, quali cimiteri, monasteri, parcheggi dell’ospedale o dell’obitorio. Dove magari riesci pure a venire edotto su un gustoso pettegolezzo: Mercurio non perde mai la curiosità, nemmeno nell’anticamera di una sala operatoria…
L’intero giro annuale dello Zodiaco da parte di Mercurio crea quindi in qualche modo una tendenza indicante anche in quali settori e in che periodo la nostra curiosità e la mobilità fisica e mentale andrà ad appuntarsi. Un piccolo ciclo più o meno contemporaneo a quello del Sole e di Venere, anche loro pronti a percorrere la ruota dell’eclittica con un passo annuale, che si intreccia con quello dei pianeti più lenti o della rapidissima Luna. La loro somma creerà l’insieme degli eventi della nostra vita, spesso sovrapposti, intrecciati, confusi.
Veniamo ora ai rapporti che il pianeta forma con gli altri corpi celesti, o con se stesso.

RAPPORTI MERCURIO-MERCURIO
Come in tutti i casi di transiti di un pianeta rispetto a se stesso, quasi mai accade qualcosa di sostanzioso o reale.  Tranne quando altri pianeti intervengono ad aggiungere il loro apporto. Quando un pianeta torna su stesso, però, ricrea l’atmosfera natale, confermando la propria visione del mondo. Per Mercurio potrà quindi indicare un brevissimo periodo in cui si ragionerà come di consueto, si sarà più o meno socievoli e curiosi, si avrà voglia di spostarsi in un determinato ambito oppure restarsene seduti sul divano a rimuginare sulla propria scarsa socievolezza. Questo potrebbe accadere ad esempio con un Mercurio in Cancro. Quando il pianeta passerà in Vergine si deciderà in qualche modo di mettere ordine nelle idee e nei rapporti con figli e fratelli. Quando in Bilancia, potrà esserci qualche discussione per questioni di principio, una piccola battaglia tra ragione e sentimento. Con il passaggio in Scorpione si sfodereranno le armi dell’astuzia e dell’inganno, magari per sfruttare informazioni nascoste in grado di tornare a vantaggio del soggetto. Quando passerà in Capricorno le istanze affettive dovranno scontrarsi con problemi pratici, e modalità di comunicazione dirette e impositive. Ossia si dovrà faticare per uscire dal proprio bozzolo protettivo, volenti o nolenti. Con Mercurio in Pesci, quello radix in Cancro si troverà invece a nozze, lasciando galoppare la fantasia su basi emotivo-empatiche, immaginando di tutto e di più, l’importante è che scuota le viscere in senso emozionale. Si saprà comunque sfruttare le intuizioni per il proprio vantaggio. Quando passa poi in Ariete tocca di nuovo difendersi da attacchi verbali esterni, in grado di causare nervosismo e rigidità. La situazione poi si placa infine nel momento in cui Mercurio transita in Toro, giornata in cui si recupera in realismo e propositività, pur non perdendo la voglia di godersi i propri comodi. Ho fatto un esempio con una posizione specifica, ma ciò accade ovviamente per tutte le dodici possibili modalità di Mercurio.

RAPPORTI MERCURIO-SOLE
Se Mercurio forma un transito positivo con il Sole la vita si velocizza, sia pure per una giornata o giù di lì. Giungono inviti o si prende da soli l’iniziativa di contattare amici e conoscenti. Ci si annoia nel solito tran tran e viene perciò spontaneo trovare occasioni di divertimento, sovente legate a spostamenti, fisici o mentali. A volte si hanno rapporti più intensi con i giovani o i fratelli, mercuriali personaggi destinati fra l’altro a farti sentire vivo o adolescente, anche quando non lo sei più da un pezzo. Squilla il telefonino e non si stacca mai la connessione a internet, a volte si fanno gare di velocità e comunque si ha fretta, non importa se motivata o no. Sempre ovviamente che il tema natale lo consenta, ma anche se così non fosse si avverte una più forte necessità di entrare in contatto con il mondo. In certi casi, sempre si sia predisposti, aumenta la scaltrezza e la possibilità di ottenere i migliori vantaggi possibili. Se invece il Sole subisce un aspetto negativo, le notizie tardano ad arrivare, anche quelle attese. Il telefonino giace inanimato su una mensola, a volte perché è proprio fuori uso o perché è finito il credito. Sembra quasi di essere stati dimenticati da tutti, si ha meno voglia di divertirsi e forse si è pure più irritabili. Niente di grave, per carità, solo fastidi, capaci però di far sentire isolati dal mondo. Possibilità di discussioni con figli, fratelli o amici, o problemi degli stessi che si ripercuotono in qualche modo sul soggetto stesso. Se però il rapporto è solo formale, i suddetti potrebbero pure morire e non ci sarebbe traccia nel tema natale del congiunto. Se quindi volete indagare su cosa prova un parente verso di voi, controllate quali transiti aveva nel momento in cui avete avuto un problema serio…

RAPPORTI MERCURIO-LUNA
Veloce l’uno, fulminea l’altra, la somma delle due forze planetarie può creare quei momenti in cui assistiamo ad accelerazioni improvvise, spesso divertenti per chi le riceve, una mobilità anche mentale in grado di farci capire al volo tutta una serie di cose. Certo si tratta di pianeti rapidi, non capaci quindi di costruire davvero il futuro del soggetto, però possono donargli impennate di rinnovata giovinezza, botte di vita almeno rinfrescanti per la mente e il corpo. La Luna grazie al passaggio di Mercurio perde inoltre in sentimentalismo, mentre Mercurio riesce a valutare al meglio anche il lato emotivo delle questioni, quasi sempre importante quanto l’aspetto razionale di un evento. Salvo pesanti lesioni natali, si sarà svegli, a volte molto svegli. Favorita quindi la comunicazione, anche col gentil sesso o grazie al gentil sesso. Possibile inoltre creare a casa propria occasioni di svago, magari perché si invitano amici o perché figli e fratelli portano persone di loro conoscenza. Con transiti negativi aumenta il rischio di nervosismo, talvolta di isteria, perché non si riescono a indirizzare in maniera positiva le emozioni, spesso travisate dal prossimo. Non ci si sente quindi capiti, anzi spesso non lo si è per davvero. Come pure possono esserci difficoltà di spostamento, magari perché ci si è fatti prendere da attacchi di panico o si è partiti con la fantasia senza accorgersi che nel frattempo il tram se ne sta andando per la sua strada. Va detto che il transito è talmente rapido da non risultare pericoloso, se non intervengono altre negatività planetarie. Quasi certa inoltre la difficoltà di comunicazione con il gentil sesso, i figli e i fratelli. Quando mai però si riesce sempre a parlare con il prossimo senza equivoci?

RAPPORTI MERCURIO-VENERE
Nei giorni in cui Mercurio va a dare una mano a Venere, quest’ultima guadagna un po’ di scaltrezza e velocità mentale, mentre Mercurio perde un po’ della sua acidità corrosiva. Potrebbe esserci il piacere del flirt, della novità in amore che di solito significa soprattutto guardarsi in giro in cerca di altro. Mercurio però non è molto carnale di suo, si accontenta dell’occhiata maliziosa, della battuta di spirito o dello sguardo di approvazione rispetto al proprio aspetto, che il soggetto si augura giovanile. Le esplosioni ormonali sono altra cosa. Se si ha voglia di spostarsi lo si fa con fini edonistici, si va quindi al mare per un week-end o per incontrare il fidanzato/a lontano. Oppure per godere di una beauty-farm in cui si unisce l’utile al dilettevole, si migliora l’aspetto fisico magari spettegolando con amici, fratelli, figli o fidanzate/e. O ancora si fa da confidenti per questioni di cuore, magari aprendo una rubrica specifica su un giornale o sul web. La comunicazione può quindi farsi suadente e seduttiva, ammesso si abbia un minimo di predisposizione in tal senso. Con transiti negativi, in realtà quasi impercettibili, potrebbero esserci notizie negative rispetto alla salute, oppure capita di andare a ritirare gli esiti di un esame del sangue e l’addetto per sbaglio consegna il referto di un'altra persona. Possibili malintesi in campo affettivo o pettegolezzi subiti rispetto alla propria affettività: ossia, si potrebbe venire tacciati di essere cornificatori quando si è fedelissimi. Oppure ancora qualche malalingua sparla dell’aspetto fisico del soggetto, ridicolizzandolo. Data l’esiguità del transito ci si dimenticherà presto della battutaccia.  

RAPPORTI MERCURIO-MARTE
Se Mercurio si allea a Marte, sia pure provvisoriamente, si viene a creare un circuito di forte reattività e capacità di rispondere agli attacchi, o di provocarli. La battuta di solito si fa pronta, e i riflessi sono più che scattanti, sia sul piano fisico sia su quello mentale. Mercurio si accorge infatti dell’esistenza di nemici, non importa se reali o virtuali, e sta sul chi vive pronto a difendersi, o a colpire alla gola. L’impulso di Marte non è quindi più solo cieco, ma diventa calcolato, strategico e scaltro se così si può dire. Ossia, ci si diverte a giocare alla guerra, o alla competizione che caratterizza la vita di ogni giorno. Così, se non si praticano arti marziali, si gareggerà comunque con il vicino di corsia stradale per arrivare in pole position al semaforo successivo, per fregare sul traguardo un passante che vorrebbe ordinare il caffè prima di te, e altre battaglie non campali di vario tipo. Insomma, anche solo per un giorno o due la vita si tinge di competitività. Proprio per questo non sono escluse le liti, anzi saranno pure cercate, magari con fratelli o figli o amici. Se il transito è negativo crea anzitutto un sottofondo di nervosismo perché il soggetto ha l’impressione di non essere abbastanza incisivo nell’affrontare la realtà, oppure subisce l’aggressività altrui. Essendo scoordinato l’apporto reciproco dei due pianeti l’azione sarà poco incisiva, permettendo così agli altri – i nemici – di colpire invece il segno, o di far sentire al soggetto di venire colpito. Data anche la potenziale dose di imperizia, non si escludono pure incidenti di movimento, con ipotetiche fratture, ammaccature o lividi. A scelta…

RAPPORTI MERCURIO-GIOVE
Proprio perché opposti e complementari nella dialettica zodiacale, l’interscambio tra Mercurio e Giove può essere rapido e indolore, anzi fruttifero, spesso facendo bene ad entrambi. Ossia Giove risulterà, sia pure per il breve tempo del passaggio planetario positivo, meno ingenuo e ottimista del solito, mentre Mercurio sarà più benevolo e meno criticone. Ovvero si potrà essere socievoli e aperti al contatto umano senza troppi snobismi, giusto per la voglia di divertirsi. Essendo entrambi in qualche modo legati al denaro si potranno fare buoni affari (data la brevità del transito, magari solo perché si acquista un ottimo capo di abbigliamento in saldo) o si crederà di averli fatti, non ha importanza. Ci si potrà inoltre spostare con facilità, oppure, durante uno spostamento, magari in treno o in aereo,  si potranno fare chiacchiere divertenti con i vicini di posto. Magari arriverà qualche notizia positiva relativa a figli o fratelli, o sarà soltanto il proprio atteggiamento benevolo nei loro confronti a facilitare i rapporti. Con transiti negativi questi presupposti vanno ovviamente capovolti, con risultati però nient’affatto tragici, tutt’al più fastidiosi. Ossia potrebbero esserci giornate in cui non si ha voglia di comunicare perché gli altri non ti ascoltano e capiscono, o tu non hai voglia di relazionarti con il prossimo, che tendi a vivere con fastidio più che con curiosità. Problematici possono essere anche gli spostamenti, come pure le relazioni con la prole e la fratellanza. Essendo però molto frequente l’incomunicabilità familiare (o anche solo l’incomunicabilità), nulla di nuovo sotto il cielo.

RAPPORTI MERCURIO-SATURNO
Il passaggio positivo di Mercurio rende Saturno meno rigido e serioso, in grado di farsi qualche risata in più se il tema natale lo consente, oltre a portare un pizzico di umorismo nella tipica tendenza saturnina a sputar giudizi. Aumenta inoltre la lucidità e si acquisiscono informazioni in grado di arricchire gli schemi mentali di Saturno. Se si è giovani si potrebbero poi incontrare persone anziane e potenti con cui instaurare un dialogo positivo, se non si è più nel fiore degli anni si potrebbero avere felici scambi con giovani o con i figli e nipoti. Magari divertendosi pure e recuperando per un poco lo spirito di tanti anni prima. Il transito non favorisce in particolar modo gli spostamenti, ma nel caso si debba viaggiare, lo si farà non affidandosi all’improvvisazione ma seguendo criteri logici e razionali, all’insegna del contenimento delle spese inutili. Se per caso si dovessero ascoltare pettegolezzi, questi potrebbero venire impiegati per la scalata al potere del soggetto oppure per parare poi eventuali attacchi. In caso di negatività si avrà invece un momento di lucidità inferiore al consueto, di informazioni che non arrivano o arrivano e non vengono capite, di incomprensione con fratelli o figli. O problemi legali, o può nascere l’idea del tutto illogica di affidarsi alla legge per risolvere una lite. Data la brevità del transito si sconsiglia di seguire subito questo impulso, molto più saggio ragionarci su.

RAPPORTI MERCURIO-URANO
Uniti nel segno della Vergine, il loro rapporto positivo (di nascita ma pure di transito) tenderà a selezionare le informazioni ottenute da Mercurio in senso utilitaristico per sfruttarle per uno scopo pratico e preciso. Ossia se ad esempio si deve presentare la domanda per un contributo statale di un qualche tipo (ammesso che in questo momento lo stato sia in grado di erogare alcunché), nel momento in cui Mercurio è in buon aspetto con Urano non si trascura nemmeno uno dei dettagli richiesti nella domanda, di solito complessa. Allo stesso modo, se ci si mette in viaggio lo si fa di solito per uno scopo preciso, si arriva alla meta senza intoppi e con il mezzo impiegato ancora in perfetta efficienza. Se si frequenta gente lo si fa volentieri, ma non per discutere sui massimi sistemi dell’umanità, piuttosto per intrecciare rapporti in grado di procurar vantaggi. Ossia: va benissimo andare a cena con il capufficio, meno con un filosofo, a meno che non si sia dottorandi della materia. In maniera analoga, figli e fratelli risulteranno funzionali, oppure passeranno qualche giorno di grande e costruttiva attività. Se Mercurio è invece in transito in quadrato o in opposizione a Urano, si potrà pure infilare la spina di un apparecchio elettrico non nella presa di corrente ma in pertugi che nulla hanno a che vedere con l’elettricità. Magari ci si sbatterà tanto a fare (non importa cosa), ma con risultati nettamente inferiori alle attese, o comunque insoddisfacenti. Si avranno inoltre possibili ritardi nella consegna di strumenti o elettrodomestici importanti, mentre potrebbero esserci notizie sgradite in ambito lavorativo per i soliti figli e fratelli. Il ritardo, salvo un anello di sosta di Mercurio, sarà però di breve durata.

RAPPORTI MERCURIO-NETTUNO
Mercurio è vivace e Nettuno irrequieto, e la somma dei due valori non crea di certo momenti di staticità. Mercurio porta però in dote al secondo un minimo di realismo in più, e non ci si perderà quindi nelle consuete fumoserie nettuniane, ma si tenderà ad interessarsi anche di gossip. Magari riguardante il prete della parrocchia frequentata oppure il santone di cui si segue il culto, ma sempre gossip è. C’è inoltre un minimo di senso critico più accentuato del consueto e potrà essere meno intensa l’accettazione fideistica di una teoria, sempre che il tema natale abbia portato in questa direzione. Si avrà però voglia di dare sfogo anche fisico a Nettuno e non è esclusa la voglia di nuotare, di danzare, di tuffarsi nell’infinito, non importa quale esso sia. Potrebbe nascere inoltre una momentanea curiosità verso il lontano, sia esso geografico, fisico o esperienziale. Così avremo chi va in agenzia per informarsi su un viaggio per ripercorrere le vie dei canti degli aborigeni australi, oppure potrà farlo un proprio figlio o fratello (sempre loro). Se invece Mercurio di transito forma un aspetto negativo potremo avere un momentaneo abbassamento delle difese immunitarie, con conseguente raffreddore o bronchite. O ancora, una fase di disillusione verso un’idea o un culto fino allora seguito acriticamente. O ancora, un qualche momento in cui non si sa se seguire i voli di fantasia oppure lo spirito critico. Questa temporanea confusione dura di solito molto poco, per riprendere poi il temperamento consueto, qualunque esso sia.

RAPPORTI MERCURIO-PLUTONE
Se infine Mercurio va a dar man forte a Plutone si attraversa un breve periodo di scaltrezza, sempre ammesso se ne possieda almeno un minimo… Di solito, anche se se ne è privi alla nascita, qualcosa succede, si colgono i punti deboli nel comportamento del prossimo e magari si pensa pure a come agire per sfruttarli. Magari per fregarli anche economicamente, oppure “soltanto” per divertirsi. Non dimentichiamo infatti che il truffatore quasi sempre non agisce solo per il vantaggio economico, ma anche per il divertimento che ricava dallo sfruttare la dabbenaggine altrui. Il giocatore delle tre carte sa che il banco sarà sempre suo, e se lascia vincere una volta l’allocco di turno è per spillargli poi quanti più quattrini possibile. La noia sarà spesso bandita nel periodo di aspetto positivo, e non si disdegnerà di indossare una maschera per trarre ulteriore soddisfazione dal proprio momentaneo travestimento. Non sarà quindi male firmare contratti in quei giorni (da sconsigliare invece caldamente se il transito è negativo), e di rado si verrà turlupinati.  Con fratelli e figli potrà esserci complicità, oltre alla sotterranea voglia di giocare a guardie e ladri, sapendo però di partenza che di gioco si tratta, non di realtà. Per gli adolescenti potrebbero essere giornate di esplosioni ormonali, o di massiccia frequentazione di siti porno, con conseguenti occhiaie il giorno successivo. In negativo, capiterà di non riuscire a scorgere i segnali del furbastro di turno, che potrebbe tentare di approfittarsi della situazione e pure riuscirci. Meglio quindi non contare troppo sulla buona fede del prossimo, non ci si imbatterebbe nei tipi giusti. Ciò potrebbe poi creare una forma di diffidenza, spesso applicata alle persone sbagliate. Per i giovani, c’è il rischio di vedere postate su you-tube le proprie imprese erotiche filmate di nascosto, con conseguente pubblico sputtanamento provocato da chi si credeva amico.

massimomichelini1@virgilio1.it

1/08/2013


Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati