LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

I transiti di Plutone

di Massimo Michelini

Si chiude con questo articolo lo studio dedicato ai transiti, essendo Plutone l’ultimo pianeta noto e certificato come tale.1 Secondo la scuola Morpurgo esistono però altri due corpi celesti oltre Plutone da considerarsi pianeti come gli altri impiegati fino ad ora, e influenti perciò anche nell’analisi astrologica. Va detto che già sono stati avvistati diversi pianetini candidati a ricoprire tale ruolo e qualche astrologo ha già fatto le sue verifiche per appurare se si trattasse di X e Y (i famosi transplutoniani) e li ritiene ragionevolmente identificati. Dal mio punto di vista è possibile ci siano tra di loro quelli giusti ma al tempo stesso ritengo più coerente la prudenza, ho visto troppe volte prendere fischi per fiaschi. Quando sarà il momento per l’umanità, e per l’astrologia, di sapere che ufficialmente nel sistema solare ci siano anche un pianeta X e un altro Y incontrovertibilmente tali, allora e solo allora ne useremo le effemeridi. Per il momento no.
In attesa di una risposta incontrovertibile possiamo comunque appurare quanto abbiano invece un peso enorme i transiti degli altri pianeti lenti, in particolare quelli di Plutone. Si veda ad esempio la sua attuale presenza in Capricorno, ora ostacolata da Urano in Ariete, ma pure da Giove in Cancro e (fino a poco fa e di nuovo a breve) da Marte in Bilancia. Chi se l’è ritrovato contro ha visto spesso i sorci verdi, mentre chi l’ha avuto a favore ha fatto balzi in avanti prima di allora nemmeno immaginabili.
Se pensiamo alle simbologie di Plutone non facciamo fatica a capire il perché. Come indicatore del cosiddetto grande principio maschile, segnala infatti il desiderio e la possibilità di fecondare il mondo con un gesto creativo, sia si appartenga al genere maschile o a quello femminile. Governatore anche dell’attività e della vita degli spermatozoi, come tale simboleggia pure l’ambizione di creare qualcosa di nuovo in grado di farci sentire appunto vivi, vegeti e vogliosi di esserlo. Spesso quegli stessi spermatozoi si dimostrano capaci di aggirare gli ostacoli, di cercare scorciatoie, di tendere trappole per sconfiggere tutti i concorrenti (in qualche modo paragonabili agli altri spermatozoi che tentano a loro volta di fecondare l’ovulo della vita) pur di arrivare primi alla meta, e vincere. Sapendo però al tempo stesso rigenerarsi dalle proprie ceneri, sempre come gli spermatozoi, che muoiono in tempi rapidissimi ma altrettanto in fretta lasciano spazio a loro nuovi simili.              
Certo Plutone non è un pianeta facile, ma è pure assai stimolante, sia nelle posizioni natali sia in quelle di transito. Di nascita potrà fornirti ambizione, creatività e sicurezza, di transito potrà concederti gli strumenti per realizzare i tuoi progetti, oppure farti sprofondare nell’abisso dell’insoddisfazione, magari venendo pure colpito da trame e pettegolezzi orditi dai rivali, quelli che volevi superare e sconfiggere. Quindi,  congiunzioni, trigoni e sestili faranno rispuntare la voglia e la possibilità di fare uno scatto in più nella vita. Questo potrà accadere sia sul piano creativo e professionale, sia spesso anche sul piano dell’eros, motore primo dei nostri istinti, come ci indicò Freud (attualmente un po’ dimenticato per dare spazio a mode psicologiche più superficiali ed effimere). Le pulsioni libidiche saranno più avvertibili se il transito coinvolgerà i pianeti direttamente implicati nella sessualità,2 ma anche se dovesse riguardare gli altri, le azioni di chi subisce tale influsso avranno comunque un sottofondo quasi erotico, perfino se si dovesse praticare la castità, per necessità o istinto. Poi ci si scoprirà molto più coraggiosi del solito nel portare a termine i propri progetti: Plutone rappresenta i testicoli, ribadisco, e pure nel linguaggio comune si definisce il possedere grinta come un “avere le palle”. Spesso si agirà quindi in maniera limpida e diretta: spesso, non sempre, Plutone fa preferire le scorciatoie, gli sgambetti e le manovre oscure, pur se non si è politici di professione o affiliati alla Ndrangheta. L’importante sarà dar corpo e vita alle proprie ambizioni, quali esse siano. La generale rivitalizzazione può comportare anche una rinascita erotica oppure una maggiore consapevolezza dei propri desideri.
Tutt’altro discorso vale invece ovviamente per i transiti negativi, questi sì a volte vissuti come un viaggio all’inferno, quasi sempre però con biglietto anche di ritorno, anche se durante l’andata non si crede affatto di riuscire poi a tornare a casa. Ma se lo si fa, si ritorna rigenerati senza avere fatto lifting o botulino, perché l’avere toccato il fondo – e spesso si giunge a tanto – ti farà poi apprezzare il momento in cui sei riuscito a risalire a galla, oppure semplicemente non sei più a un livello così infimo, avendo raggiunto anche la consapevolezza che potrai ancora rinascere dalle tue ceneri. Durante il transito negativo però – inutile nasconderlo – mangiare sorci verdi sarà spesso all’ordine del giorno. Sia perché non si è soddisfatti di quello che si fa, sia perché gli altri tramano contro di te, sia perché ti trovi uno specchio che ti rimanda l’immagine del tuo scontento e non sei in grado di fare ritornare, se non il sole, almeno un poco di tepore. Possibile poi, se il transito riguarda i pianeti sessuali, che si finisca invischiati in storie complicate, a volte sperimentando un erotismo torbido e pericoloso, per la salute fisica o psichica oppure “solo” per frequentazioni tutt’altro che adamantine.
La vita però non è fatta solo di novene e santini, ci sono pure le passioni, gli inganni, gli ormoni insoddisfatti, le ulcere dell’anima. Plutone sa farti vedere il lato oscuro dell’esistenza, e starà a te saperlo gestire oppure affondare nelle sue paludi.

Per quanto riguarda poi non la qualità, ma la durata dei transiti di Plutone, vanno tenuti in conto due elementi fondamentali. Il primo è il tempo molto superiore alla vita umana di un intero percorso di Plutone dello Zodiaco, ossia 248 anni circa. Il secondo è l’irregolarità del suo moto, visto che in alcuni segni ha un passaggio lentissimo, restando in ognuno di loro trenta e più anni, in altri relativamente breve: così si è visto nel recente soggiorno di Plutone in Scorpione, poco più di dieci anni. Ciò implica che i transiti, non importa se in positivo o in negativo, non avranno una durata tipica, ma saranno piuttosto condizionati dal moto del pianeta in quella fase. Ossia, se ci troviamo nel periodo di moto più rapido, l’influsso di Plutone su un determinato grado zodiacale si avvertirà all’incirca per due anni, sia pur con qualche pausa.3 Se invece è nel periodo più lento, in questo caso quando percorre i Gemelli, il soggiorno si triplica in qualche modo, pur prendendosi anche in questo caso qualche pausa.4 Allo stesso modo la mutevolezza del moto influenza in maniera pesante il soggiorno di Plutone nelle case, già variabile anche per pianeti dal moto più regolare per l’estensione delle case stesse, molto variabile come noto. Ampio materiale di riflessione sull’argomento si può trovare in questi miei studi: La storia siamo noi e Una fetta di vita. Per l’eccentricità del moto plutoniano, quindi, nell’arco di una esistenza umana il pianeta potrà percorrere in qualche caso solo tre o quattro segni (e nell’Ottocento accadde questo), mentre se è in fase più veloce non è escluso che si riesca a viverne anche otto, come ad esempio è capitato a Rita Levi Montalcini, che aveva Plutone natale in Gemelli e morì quando il pianeta transitava in Capricorno. Il significato del suo percorso andrà perciò analizzato volta per volta, ma rimando ai miei studi citati in precedenza per qualche considerazione più approfondita.
Nel momento del passaggio di Plutone in prima casa, soprattutto quando il pianeta è vicino all’ascendente, il soggetto di solito si sente rivitalizzato e, se l’età in cui avviene il transito lo consente, questo accade anche da un punto di vista sessuale. Ossia si avverte la necessità di entrare in contatto con il mondo grazie a un atto creativo che valga pure come affermazione dell’Io, e il primo e più divertente – se pur complicato – modo di sentirsi vivi è spargere il proprio seme sul mondo, o scegliere un seme da cui farsi fecondare. Su un piano figurato, ma non solo. Chi ha la possibilità, per temperamento e storia personale, di diventare un personaggio andrà in quella direzione, indossando una maschera, interpretando un ruolo, nascondendo sotto il tappeto quanto potrebbe ostacolare quella realizzazione istrionica. Ad esempio se si decide di inscenare sul palcoscenico della vita il ruolo di bello e dannato, e magari si ha un passato da sagrestano, si bruceranno tutte le foto fatte in quelle vesti, come pure si avrà cura di non fare il minimo cenno alle frequentazioni parrocchiali. Inoltre, se c’è la predisposizione natale, si potranno assumere i panni della persona trasgressiva, a volte accentuando pure le proprie capacità seduttive. Data la lunga durata del passaggio del pianeta nella casa, come in quelle successive, non sempre queste tendenze saranno visibilissime e costanti, come pure non è detto che l’attività sessuale debba essere davvero frenetica, ma queste saranno le tendenze di fondo.
Plutone è domiciliato per cosignificanza nell’ottava, e il suo transito in seconda può minare il bisogno di sicurezza proprio della casa. I motivi possono essere vari, come pure gli ipotetici effetti negativi. Si potrà quindi affidare i propri risparmi a speculazioni azzardate, in grado di farti arricchire come pure di ridurti sul lastrico nei casi estremi. Spesso poi si tende a vedere con chiarezza le dinamiche prima occultate dell’habitat familiare, in qualche caso ricacciando all’istante l’eventuale spazzatura sotto il tappeto, in altri prendendo di petto le situazioni per cambiare davvero quanto non va. A volte poi si gettano i semi di una nuova ricchezza, con imprese all’apparenza ardite se non impossibili, eppure davvero suscettibili di importanti sviluppi futuri. Per il rapporto di Plutone con il sesso, non è escluso che in questo periodo si abbia un forte interesse per esperienze molto erotizzate, forse pure rischiose o trasgressive. Probabile inoltre un interesse per la pornografia, della quale nella maggior parte dei casi si diventa semplici consumatori, mentre talvolta la si pratica da protagonisti, aspirando appunto al ruolo di pornostar. Oppure potrà capitare di scoprire un segreto sessuale di qualche personaggio vicino a noi.
In terza Plutone è al posto suo e passando nella casa può far sì che si crei una rete di conoscenze complici, divertenti e stimolanti. Spesso induce a cercare un ruolo da protagonisti sul palcoscenico della vita, non per arrivare a una posizione di dominio sul prossimo quanto per attirare la sua attenzione. Molto ovviamente dipenderà dall’età in cui il transito avviene, perché diverse saranno le sue manifestazioni durante l’adolescenza oppure in vecchiaia. Nel primo caso potremo assistere a un primo risveglio della sessualità, di cui magari il soggetto riesce a fare un argomento di conversazione o interesse presso i coetanei. Nell’ultimo magari, ritirandosi in una casa di riposo (in teoria quindi in una situazione tutt’altro che predisposta all’allegria e al divertimento) l’anziano in questione scopre che ci si può infine divertirsi e stringere nuove conoscenze, forse pure con gli infermieri e i parenti degli altri ricoverati. Potrebbero poi viversi situazioni importanti legate a fratelli o cugini, come ad esempio uno di loro diventato famoso grazie a un’apparizione televisiva, comunque sufficiente a far brillare di luce riflessa pure il soggetto che di suo non ha fatto niente. A volte poi potrebbero esserci trame nascoste e scontri di potere occulto contro i fratelli o si potrebbe rimanere vittime di complotti orditi dai fratelli suddetti. Altre volte ancora – si spera in misura minima e nell’ambito del lecito – non è escluso un interesse sessuale verso gli adolescenti, e il grado di liceità dipenderà soltanto dall’età del soggetto in quel momento.
Con il lungo passaggio in quarta Plutone tende a rendere la famiglia e/o la casa di abitazione terreno di oscuri segreti, complicità omertose (e non importa se si appartiene a un parentado di schiatta mafiosa o di specchiata virtù), volontà di occultare all’esterno le vicende di propri parenti più intimi. Intendiamoci, se è pur vero che spesso nelle famiglie si annidano serpenti di varia natura o personaggi talvolta degni delle tragedie greche o shakespeariane, non sempre si tratterà di occultare incesti, percosse, ricatti emotivi e altre nefandezze. A volte però la tendenza a nascondere eventi sia pur minimi, per mantenere il buon nome della famiglia, prevale pure per cose banali. Così ad esempio potrebbe essere ai giorni nostri per una separazione coniugale, evento ormai nella norma eppure per qualcuno ancora da tenere segreto il più possibile. A volte invece, se non c’è alcunché da celare agli occhi del mondo, i genitori proiettano sul figlio grandi ambizioni – ovviamente se il transito avviene in un’età giusta. Altre volte ancora può accadere che la famiglia faccia investimenti economici importanti e rischiosi, non importa se fortunati o meno, oppure uno dei suoi membri si candidi a una carica politica, così da far salire di qualche gradino sociale in termini snobistici lui e l’intero parentado.
Non è detto che negli anni in cui percorre la quinta casa Plutone amplifichi l’attività sessuale. Lo spereremmo tutti, ma l’eros non si accende a comando, anche se magari ci sono alcuni fattori predisponenti. Spesso accadono in questo lungo periodo eventi rigeneranti, propri della natura del pianeta associata alla vitalità della casa. Potremmo così vedere alti e bassi esistenziali, mai però davvero sconfinanti verso il limite estremo, quello finale. Piuttosto potrebbe succedere di vivere nuove partenze, dopo aver fatto terra bruciata intorno a sé e dopo aver creduto di aver esaurito ogni residua capacità creativa e vitale. Eppure si ricomincia dal via, e se non è davvero un inizio radicalmente diverso, più spesso ci si accorge di avere ancora tanto da dare, e voglia di farlo. A volte queste ripartenze sono dettate da fiammate erotiche, e conosco qualcuno a me vicinissimo che sta vivendo questo transito proprio ora, in altre semplicemente ci si accorge che the show must go on, e si va in scena ancora e ancora. La creatività di Plutone non migliora forse in qualità, ma si mantiene alta e prolifica, come vuole la casa che tende appunto a dar vita ai propri figli, in carne e ossa o frutto dell’ingegno. A volte poi l’istrionismo plutonico si applica all’insegnamento, e potremmo trovare l’educatore tantrico, o chi usa la cattedra per portarsi a letto gli allievi…
Spesso il passaggio del pianeta in sesta comporta una riduzione delle ambizioni, o un loro incasellamento in territori più contenuti e addomesticati. Poniamo il caso di un architetto che sognasse in precedenza di progettare grandi alberghi e invece si ritrovi poi a disegnare arredamenti per bagno, magari pure prodotti in larghissima scala ma sempre al di sotto delle attese iniziali del soggetto. Tranne i casi in cui, in virtù del tema natale, fosse predisposto alla ricerca del consenso di massa. In questo caso raggiungibile, perché la capacità plutonica di occulto persuasore farà si che il soggetto sia in grado di recepire i gusti della folla, o di influenzarli. Può accadere però che Plutone scateni altre simbologie meno piacevoli, quali quelle di intrighi da parte di colleghi frustrati. Oppure darà la possibilità di finire impaniati in qualche complicata vicenda burocratica o politica. Ad esempio l’impiegato dell’anagrafe sbaglia a registrare un dato di nascita e si deve subire un calvario per sistemare le questioni sbagliate. Per il rapporto della casa con la simbologia del corpo e della sua manutenzione, il transito di Plutone potrebbe comportare sfide e rischi in questo campo, magari per una malattia nostra o di qualcuno molto vicino a noi. Date però le capacità di rinascita del pianeta possono essere vinte pure molte battaglie, sia pure con qualche difficoltà, sperando al tempo stesso non ce ne siano.
Il transito in settima di Plutone può comportare un lungo periodo in cui si ha bisogno del proprio prossimo, a volte per necessità erotiche più pressanti del solito, oppure per la tendenza a trovare nell’altro, sia esso il partner o un socio, un complice. Si potranno quindi stringere alleanze in cui il sesso sia alla base del rapporto, oppure con qualcuno che aiuti a realizzare le proprie ambizioni. Spesso occultando agli occhi del mondo parte della storia, magari perché col socio si evadono le tasse o si allestiscono strani traffici, se non al limite della legalità quantomeno sfiorando territori oscuri, magari solo perché ci si occupa di trivellazioni petrolifere o di alta finanza. A livello dei comuni mortali, quelli che non avranno mai il coraggio di trasgredire eroticamente o imbarcarsi in relazioni pericolose d’altro tipo, potrà trattarsi di un periodo in cui si vuole verificare nel rapporto con il prossimo la possibilità di manipolarlo. Sempre ovviamente che l’educazione e il tema natale lo consentano, perché non c’è transito planetario in grado di trasformare un agnello inerme in un feroce coccodrillo.
Plutone è oscuro, l’ottava altrettanto, quindi il suo passaggio nella casa può risultare di difficile comprensione, se non per chi la vive per quanti invece circondano il soggetto. L’ipotesi da farsi è comunque quella di un periodo di forte creatività, indirizzata ed esercitata nei settori propri dell’ottava. Ossia finanza, politica, voglia di cambiare aria e di trasferirsi altrove, attività di pompe funebri, spionaggio, spurghi e fogne varie… Qualcuno aggiungerebbe anche attività sessuale, visto che molti identificano questo settore con le pulsioni della carne sotto l’ombelico. Io no, ritengo la sessualità una cosa complessa, non riconducibile al solo Scorpione o alla sua casa cosignificante. Passando di qui, però, Plutone può portare ad avventurarsi in territori erotici oscuri, all’insegna di un rischio calcolato. Ovvio che una monaca di clausura avrà più difficoltà ad andare in questo settore, ma vai a sapere cosa potrà passarle nella mente in quel periodo. Più genericamente avremo anni in cui si ha voglia di fecondare il mondo o la propria vita, magari gettando i semi adatti a procurare in futuro una posizione di potere o una qualche rendita finanziaria creata da una movimentazione del capitale, poco o tanto esso sia.
Poco affine alla natura della nona, col suo transito qui Plutone potrebbe portare un più spiccato istrionismo nelle attività della casa. Poniamo il caso che il soggetto venga in contatto in questo lungo periodo con un qualche culto religioso in cui si è invischiato: al di là dell’adesione al credo gli verrà spontaneo cercare di indottrinare il prossimo, esibendo a tale scopo tutte le possibili malizie attoriali per convincere e sedurre quanti vorrebbe attirare dalla sua parte. Così, magari indosserà i panni di un personaggio più risolto e caritatevole di quanto sia davvero, arrivando forse in quel momento a a essere convinto della propria bontà e presunta maturità emotiva. Oppure, se è stato in un viaggio organizzato, pubblicizzerà con foga e convinzione il paese visitato. A volte, se la vita del soggetto lo consente, potrà sgomitare o mettere in atto strategie occulte per raggiungere il potere nelle attività proprie del settore, tipo il lavoro con l’estero, le agenzie viaggi o l’insegnamento universitario. Se poi non si ha un temperamento intrigante, si potrà mettere comunque molta passione e carica vitale in una delle attività suddette. Se analizziamo poi Plutone nella simbologia di componente della sessualità, potremo avere in questo periodo la tendenza ad andare all’estero per un tipo di turismo in cui siano soddisfatti anche i sensi, e non mi sto riferendo a vista e olfatto, oppure la possibilità di stringere storie complicate con persone straniere qui in patria.
Percorrendo i gradi della decima casa, Plutone mira alto, e non si placa con facilità. Ambiziosi entrambi, la somma dei valori di pianeta e casa potrebbe creare un eccesso di aspirazioni verso il successo, sempre ammesso che il tema natale lo conceda. In questa fase, però, anche un rinunciatario nato potrebbe provare almeno a prendere in mano le redini della propria esistenza, magari impiegando un coraggio e una grinta di solito a lui estranei. Potrebbe però accadere pure di esagerare, o di non vivere bene il periodo a causa di attese troppo elevate rispetto alle proprie reali possibilità. Se ciò non accade – situazione evidentemente auspicabile – si riusciranno comunque a mettere in atto strategie per ottenere il controllo sul prossimo, spesso anche sulla famiglia d’origine, entrambi visti come entità umane da contenere e se possibile dominare. A volte si sarà più istrioni del consueto per ottenere l’attenzione altrui, e promuovere la propria causa, qualunque essa sia. Sul piano erotico, non sono escluse fantasie di dominio, o giochetti di questo tipo.
Il passaggio in undicesima di Plutone può risultare molto interessante, spesso riuscendo a fare incontrare in questo periodo persone con le quali si instaurerà un rapporto complice e proficuo. Si potranno infatti – almeno sulla carta e se non intervengono altri fattori in grado di cambiare radicalmente la situazione – trovare amici in grado di ascoltare le tue confidenze, e si sarà capaci di ricevere quelle altrui. Come pure si potrebbe avere la possibilità di ottenere favori dalla cerchia delle amicizie, o consigli di natura finanziaria, si spera buoni. Se dovessero esserci però contemporanei transiti in negativo che interessano per riflesso le case seconda o ottava, potrebbe capitare che i presunti amici si rivelino scaltri approfittatori capaci di prosciugarti il conto in banca. Per quanto riguarda la sessualità, Plutone potrebbe fare venire voglia (a chi ovviamente è orientato in questa direzione) di sperimentare cose strane, magari seguendo i consigli di amici o invitandone tanti a feste dove i vestiti li lasci nel guardaroba e dove è preferibile lasciare a casa le inibizioni.
Plutone in dodicesima infine, potrebbe indicare un lungo periodo in cui si è costretti a impiegare le forze occulte del pianeta per riuscire a districarsi in situazioni strane e confuse. In qualche modo si possono impiegare energie in maniera insolita per far fronte a situazioni insolite. A volte si tratta di problemi sanitari, altre di lavoro, ma spesso il tran tran quotidiano è stravolto o modificato in parte dagli eventi esterni, in parte dalla possibilità che la routine risulti stretta. Le forze creative di Plutone si orientano verso territori insoliti, vogliono inoltrarsi di là dai limiti del noto, a volte creare il terreno propizio per qualcosa che verrà poi, o sarà assimilato dalla massa in un secondo momento. Qualcuno predisposto a questo genere di attività potrebbe decidere di mettere in vendita santini miracolosi o elisir di lunga vita, approfittando della creduloneria della gente; oppure, se il pianeta riceve pesanti lesioni, il soggetto stesso potrebbe essere vittima di questo genere di personaggi. Per quanto riguarda infine la sessualità, si potrebbe avere voglia di praticarla in luoghi atipici, quali ospedali, manicomi, prigioni, cimiteri, giusto per condirla di un alone romantico…

Veniamo però ora ai rapporti che Plutone di transito forma con gli altri pianeti, e con se stesso.


RAPPORTI PLUTONE-PLUTONE
Come stigmatizzai anni fa in un mio studio, Di Plutone in Plutone…, non può esserci regola precisa per il transito di Plutone rispetto a se stesso. Il suo passaggio nei segni successivi a quello della posizione natale causerà comunque profondi cambiamenti di clima che, se pur non porteranno eventi precisi salvo contemporanei transiti di altri pianeti o su altri pianeti, influiranno in maniera netta sulle possibilità di realizzare molte delle ambizioni proprie del Plutone natale stesso. Ossia, perché accadano cose concrete è indispensabile che Plutone formi aspetto con gli altri corpi celesti, ma il suo passaggio nei vari segni indicherà appunto un cambio di clima storico del quale non si potrà non tenere conto, perché determinerà in qualche modo l’ambiente in cui Plutone, e tutti gli altri pianeti, saranno costretti ad agire. Rammento solo in estrema sintesi che, come accennato sopra, il suo passo irregolare determina pure la fetta di Zodiaco che il pianeta potrà percorrere nel corso di una vita. Ad esempio un ipotetico signore nato il primo gennaio 1800 e campato fino al 1 gennaio 1900 ha visto passare il pianeta dal primo grado dei Pesci fino al 15esimo dei Gemelli, vedendo così formare un semisestile, un sestile e un quadrato, non altro. Un altro signore nato il 1° gennaio del 1900 e sopravvissuto fino al primo giorno del 2000 avrà visto passare Plutone dai Gemelli fino all’undicesimo grado del Sagittario, vivendo così tutte le combinazioni fino all’opposizione rispetto alla posizione radix. Il nato il primo giorno del nuovo millennio che avesse la ventura di morire il primo gennaio del 2100 vedrà passare Plutone stesso dal Sagittario fino al secondo grado del Toro, vedendo in questo caso ridotte le possibilità combinatorie del pianeta fino a un trigono rispetto a se stesso. Insomma, è difficilissimo tracciare regole generiche, mentre bisogna affidarsi alle analisi degli astrologi più attenti per capire il percorso di Plutone nell’arco dell’esistenza umana.

RAPPORTI PLUTONE-SOLE
Le trasformazioni proprie di Plutone vanno a minare la sicurezza e l’immobilismo dell’Io legati al Sole, portando mutamenti e nuove direzioni nell’esistenza. Come sempre accade quando c’è di mezzo Plutone, il cambiamento non sarà esplosivo e radicale, ma entrerà nel sangue come un virus che abbatte le difese del corpo e se ne impossessa senza che il soggetto se ne renda conto. Intendiamoci, solo una minima parte di persone compirà trasformazioni radicali, la maggioranza amplierà gli orizzonti senza commettere follie. Perché solo chi è già predisposto valicherà il confine sulla linea d’ombra della stravaganza e della trasgressione. La maggior parte delle persone invece trasformerà la propria esistenza tutto sommato nell’ambito della normalità, o di quanto le somiglia. Sì, magari con congiunzioni, trigoni e sestili, si bazzicheranno ambienti alternativi, magari frequentando corsi di spiritualità o meditazione. O ancora si partirà con “Avventure nel mondo” per un campeggio in Botwsana. Oppure se si è pigri ma al tempo stesso desiderosi di modificare la propria percezione del mondo, ci si concederà un goccio d’alcool in più o si allargheranno i confini mentali con sigarette fatte in casa, ma dal sapore differente… Per le fanciulle, possibilità di incontri con uomini stravaganti e irrequieti, in grado di stimolare la fantasia e l’irrequietezza, ma non saranno incontri ispirati al desiderio di stabilità. Tutt’altro discorso vale invece per gli aspetti negativi, quando il Sole tenderà a vacillare sotto i colpi di Plutone, apportatore di ansie, dubbi e paure per il futuro. Spesso questi timori possono creare forme psicosomatiche, e il malessere interiore troverà una valvola di sfogo nel disturbo fisico, tutto sommato più gestibile di altre paure inconsce e poco chiare. A volte ci si rifugerà nella preghiera non vissuta come un sistema per andare oltre ma come una sorta di ansiolitico, così da evitare di affondare nel mare delle proprie paure. Intendiamoci, solo in pochi arriveranno sull’orlo dell’abisso quando Plutone lederà il Sole, non tutti finiranno dallo psicanalista o in un confessionale di altro tipo, ma resterà spesso un sottofondo di malessere e disagio emotivo. Prima o poi passa, lo dice il moto dei pianeti, ma potrebbe trattarsi di un periodo di disagio, da cavalcare per trasformare la propria vita, quando il transito negativo sarà superato.

RAPPORTI PLUTONE-LUNA
Se i transiti di Plutone rispetto al Sole riguardano anche il lato conscio della personalità, quelli con la Luna influiscono pure sul dark side del nostro essere. Ossia, quando i due entrano in rapporto accadono sì eventi materiali, ma al tempo stesso si rinnova e si rigenera l’attività emotiva, mentre si accresce d’altra parte la capacità di percepire quello che un occhio ingenuo e superficiale non sa cogliere. Se il soggetto fa l’investigatore privato o lo psicanalista potrebbe vivere un momento in cui sa andare al di là delle apparenze, per smascherare i misteri dietro la facciata. Al tempo stesso l’aumentata attività emotivo-sensibile può porre le basi per un’autentica creatività, che non è detto sia destinata a sfociare in un’opera d’arte o in una sinfonia musicale, ma arricchirà senza possibilità di dubbio l’interiorità del soggetto, che farà poi l’uso che gli piace di tanto ampliamento interiore… Sul piano degli eventi, un uomo può stringere un legame intenso e complice con una fanciulla, in un rapporto anche erotico di certo non all’insegna della totale tranquillità, ma fecondo di molti stimoli. Una donna potrà acquistare, se non la possedeva prima, una sicurezza delle proprie potenzialità erotiche e seduttive. Si potrà poi vivere un periodo in cui la casa e la famiglia rappresentano non solo un porto sicuro ma pure una base di complicità e fonte di sicurezza rispetto al mondo esterno. Qualsiasi cosa accada si avrà comunque una grande capacità di mantenere segreti propri e altrui, se lo si vuole fare. Tutt’altra musica vale ovviamente per i transiti negativi, periodo complesso in cui un uomo può ricevere solenni fregature da parte dell’universo femminile, spesso per complicazioni sessuali-affettive mal gestite. Potrà trattarsi di amori infausti, di passioni scollegate dall’intelligenza, dell’incontro con donne scaltre e disoneste. Si stenterà poi a seguire i consigli dell’inconscio, oppure ci si fiderà di suggestioni sbagliate. Una donna non sarà capace di gestire bene il proprio sex-appeal, spesso perché in questo periodo non si sentirà al massimo della forma, riverberando la propria insicurezza sulla sfera amorosa. Non sono esclusi inoltre problemi relativi all’apparato ginecologico. Per entrambi i sessi, poi, non si possono nemmeno sottovalutare ipotetiche difficoltà rispetto all’abitazione: meglio non comprarne una nel periodo, e al tempo stesso sarà preferibile far controllare le fogne di casa: potrebbero essere sul punto di tracimare…

RAPPORTI PLUTONE-MERCURIO
Uniti a strutturare i segni dei Gemelli e dello Scorpione, Plutone e Mercurio aiutano a destreggiarsi con scaltrezza in quella giungla pericolosa a nome mondo. L’uno occulto e occultatore e l’altro scaltro, associati tendono a ravvivare e affinare le capacità di giostrare nel mondo delle relazioni umane, possibilmente sfruttandole a proprio vantaggio. Spesso, poi, durante i transiti positivi si accresce il desiderio e la possibilità di recitare, per intortare il prossimo o per ergersi a personaggio. Quasi sempre inoltre c’è un aumento della socievolezza, perché il ricevere consenso alla propria simpatia spinge a conoscer gente, altro potenziale pubblico. Se il transito poi avviene durante l’adolescenza, età mercuriale, potremo assistere pure a un fiorire della sessualità, vissuta con gusto della trasgressione e un pizzico di esibizionismo. Se invece si hanno figli giovani, il passaggio di Plutone potrebbe portare a una loro crescita anche erotica, vissuta però dal genitore con serenità e un pizzico di compiacimento rispetto alla maturazione dei figli. Mercurio rappresenta anche i mezzi di comunicazione e non è escluso che li si usi in questo periodo per soddisfare le proprie curiosità erotiche, magari divertendosi a chattare con un nickname molto sporcaccione. Transiti negativi ovviamente fanno rigirare nel piatto la frittata, che talvolta rischia di imbrattare poi il cuoco pasticcione. Ossia cala anzitutto l’astuzia, anzi si potrebbe finire vittime di imbroglioni da quattro soldi. È accaduto anche a me qualche anno fa con un quadrato di Plutone a Mercurio. Per arrivare a questo occorre però che l’attenzione sia sicuramente a un livello minore del consueto e forse anche la socievolezza sarà scarsa, magari perché si è stati delusi dal prossimo, oppure saremo noi stessi fonte di delusione se non di pettegolezzo, o di cattiva informazione. Inoltre potrebbe accadere, durante l’adolescenza o in età successiva, di essere vittime di intrighi sessuali, o gossip malevoli rispetto alla propria sfera più intima. Oppure ancora i furori ormonali possono far compiere sciocchezze che vengono poi sbattute in piazza alla pubblica gogna.

RAPPORTI PLUTONE-VENERE
Entrambi pianeti relativi alla sfera sessuale, il loro apporto positivo anche di transito tenderà quasi di certo a dare un’impronta erotica all’esistenza, non importa di quale entità. Plutone però non consentirà amori paciosi e sempliciotti, e condirà il desiderio con sapori speziati, se non piccantissimi. Certo, di rado una perpetua vergine o all’incirca illibata si azzarderà a entrare in un sex-shop per acquistare lingerie in seta e cuoio, o un gatto a nove code, eppure magari poserà sguardi meno casti del consueto sul sacrestano o su parrocchiani piacenti. Chi proprio fosse alieno da desideri, non importa se casti, si sentirà comunque rivitalizzato, quasi che l’eros non praticato arrivi in ogni caso alle sue cellule ravvivandone il colorito e irrorando ogni suo singolo vaso sanguigno. Chi invece ha desideri normali e non si censura oserà più del solito, con il partner abituale oppure con qualche new entry. A volte si oserà però troppo, per il gusto del rischio, ma un’eventuale sconfitta in amore non sarà vissuta male quanto piuttosto come un tentativo non andato a buon fine, che andava in ogni caso messo in atto. Tutt’altro discorso vale per i transiti negativi, dove l’oscurità di Plutone e i suoi possibili contorcimenti hanno il massimo spazio. Gli effetti più frequenti sono quelli di tuffarsi in una passione non soddisfatta o comunque tormentata, oppure di farsi manipolare dal partner o da un amante (non importa se reale o ipotetico) con risultati facilmente immaginabili. Altro possibile effetto è lo scandalo erotico, magari perché ingenuamente ci si è fatti fotografare discinte o peggio da un fidanzato ritenuto affidabile, che però la sera stessa pubblica su internet il materiale, e lo segnala ad amici e conoscenti. Capita di frequente. Altro effetto ricorrente è il non capire in cosa si sia imbarcati a livello affettivo, spesso quando si vivono nuove storie o fasi di svolta in un amore consolidato. Oppure si scopre quanto non si vorrebbe o non si vede quanto invece risulterebbe utile vedere e sapere.

RAPPORTI PLUTONE-MARTE
Ipotizzando rapporti tra questi due pianeti, anche di transito, il pensiero va subito alla sfera sessuale, anche se non tutto può essere ricondotto per forza di cose soltanto a questo pur importantissimo settore dell’esistenza. Indipendentemente dalla possibilità di usufruire al massimo delle gioie dell’eros, il passaggio in positivo di Plutone rispetto a Marte darà quasi di certo energia e voglia di vivere, un atteggiamento attivo nei confronti del mondo e spesso la voglia di fecondarlo con una propria azione, non importa di che tipo. La rinuncia non appartiene quasi mai a chi vive questo genere di transiti, anzi se il soggetto ha un minimo di coraggio è probabile che li realizzi in maniera esponenziale, perché il coraggio plutoniano si accoppia felicemente con l’aggressività marziana. No more tears, si parte alla conquista del mondo! Spesso questo atteggiamento viaggerà in parallelo con ormoni funzionanti, talvolta pure troppo. Un uomo che abbia una pur minima velleità erotica cercherà di metterla in pratica, di solito sentendosi poi soddisfatto del risultato raggiunto. Certo, di Rocco Siffredi ce n’è uno, ma anche solo riuscire a raggiungere la sufficienza in camera da letto quando spesso o di solito si viene bocciati senza possibilità di appello è già un risultato…. Una donna invece potrà trovare partner all’altezza dei suoi desideri, pochi o tanti essi siano. Discorso inverso vale invece per i transiti negativi, dove non è detto si spenga il desiderio, anzi. Il problema è però giungere a un risultato soddisfacente, per sé o per la/il partner. Spesso inoltre coraggio e forza vitale risultano carenti, o se non lo sono è il soggetto a non essere soddisfatto di se stesso, in specie se uomo. Anche in camera da letto possono esserci problemi per motivi analoghi, ossia non si è in grado di fare o non si riesce a trarre appagamento da quel che si fa. Notoriamente l’attività sessuale non può essere sempre al top nel corso della vita, così tanto vale sapere preventivamente che con questo tipo di transiti il periodo sarà down…

RAPPORTI PLUTONE-GIOVE
Plutone è ambizioso e Giove tende ad allargarsi, e la somma dei loro valori fa sì che in periodi in cui il primo si congiunga al secondo o formi con esso un sestile o un trigono, si abbia la voglia e di solito la possibilità di produrre molte cose. Spesso con l’aiuto della fortuna, o quanto meno con il coraggio per tentare la fortuna, sperando che, come nel proverbio, gli audaci abbiano poi la meglio. Se pensiamo poi a Giove come denaro, il supporto di Plutone farà sì che si tenti di allargare il capitale, a volte con speculazioni azzardate, manovre rischiose o non del tutto oneste, sempre si sia predisposti a una gestione disinvolta dei rapporti umani. Anche chi fosse però di norma onestissimo, al supermercato potrebbe “dimenticare” di passare alla cassiera qualche articolo acquistato, non sentendosi poi in colpa per la “dimenticanza”. Di solito però in questi periodi non si vede in piccolo, e se proprio bisogna usare l’astuzia meglio farlo in grande, in modo da ottenere risultati economici duraturi nel tempo. Così, non ci si accontenterà della scaltrezza da due soldi (che pure può capitare), ma si penserà a quello che potrà o potrebbe farti arricchire. Spesso poi Plutone aiuta Giove ad essere più sicuro, e la parlantina si farà sciolta, capace di convincere il prossimo e vibrante di volontà propositiva. Il commesso del grande magazzino venderà meglio del solito, mentre chi tratta affari importanti riuscirà a siglare accordi prestigiosi grazie alle proprie doti persuasive. Tutt’altro discorso vale invece per i transiti negativi, tali da incidere in misura sensibile sulle difficoltà economiche e sulla soddisfazione di sé e facendo a volte proliferare il malcontento anche sul piano fisico, con problemi di varia natura. Così potrà accadere di farsi fregare sul piano economico perché ci si è incautamente fidati di mascalzoni. Oppure ci si è fatti beccare e fotografare con le braghe calate dietro un cespuglio e in compagnia equivoca, e non perché si era rotta la cintura dei pantaloni, e poi si viene sottoposti a ricatti. O ancora la gente parla male di te e non sai difenderti, o non stai bene con te stesso, e non sai come rimediare. Certo che passa, per carità, ma durante il transito negativo devi pagare il fio…

RAPPORTI PLUTONE-SATURNO
Entrambi propositivi e determinati, il loro apporto positivo, anche di transito, creerà le condizioni per compiere scatti in avanti in quella complessa carriera che ha il nome di vita. Ossia, la volontà di Plutone di dare inizio e forma a qualcosa si accoppia alla lucidità di Saturno, che vuole avere il controllo della situazione, e dell’esistenza. Così, coscientemente oppure no, si tira fuori la grinta per ottenere quel che si vuole, spesso impiegando una determinazione mica da poco, sempre che il tema natale lo conceda un minimo. Facciamo l’esempio di chi per temperamento è portato a subire il prossimo e la sua prepotenza: nel momento in cui Plutone si congiungerà a Saturno (o formerà con lui sestili o trigoni) scatterà nel soggetto la voglia di non subire, mettendo poi in atto i comportamenti in grado di impedire al prossimo di vessarlo. Ossia, non piangerà più se il capufficio lo maltratta, ma emetterà segnali grandi o piccoli, e seguirà comportamenti più o meno rilevanti, in grado di frenare la prepotenza altrui. Se poi di nascita sei già determinato e ambizioso, in questi periodi riuscirai ad ottenere quanto desideri, saprai coniugare voglia di fare e lucidità di azione, arrivando in alto. Ovviamente quadrati e opposizioni indicheranno l’esatto contrario, a volte con eventi materiali, in altri casi soprattutto con debolezze psicologiche. Ossia, potrebbe trattarsi di periodi in cui si subiscono le decisioni altrui, in particolare quelle dell’autorità o della giustizia, oppure momenti in cui non si crede alla possibilità propria di interagire col mondo con un atto creativo. Spesso per questa situazione saranno gli uomini a soffrire di più, ma anche le donne non riusciranno a sfuggire alla sofferenza. Data inoltre la simbologia di vecchiaia di Saturno, non sono esclusi problemi con figure anziane, di famiglia o non.

RAPPORTI PLUTONE-URANO
Nel corso della vita possono formarsi solo alcuni aspetti tra i due pianeti, in gran parte derivati dalla posizione radix dei due. Prendiamo ad esempio la generazione con Urano in Vergine, quella degli anni Sessanta, che di nascita possedeva una congiunzione tra i due. Con il moto successivo di Plutone ha vissuto dapprima un sestile negli anni Ottanta-Novanta, quando Plutone transitò in Scorpione, poi un quadrato al momento del passaggio in Sagittario, all’incirca nei primi anni Duemila, e ora gode della presenza di Plutone in Capricorno, in trigono alla posizione natale. Il transito positivo, qualunque sia il segno di nascita che ospita entrambi, marcherà periodi di felice realizzazione lavorativa, in cui mediamente si ottiene quello che si aveva circa in mente di fare. Non dimenticando che, poiché tali aspetti toccano intere annate di persone, non tutte riusciranno a raggiungere davvero posizioni di rilievo, sarebbe impossibile. Segneranno però annate in cui intere generazioni hanno una spinta in avanti, quasi fosse stata promulgata apposta una legge a loro favore. Il transito negativo, l’unico quadrato in grado di formarsi nel corso di una vita umana, segnerà invece un periodo in cui non ci sarà soddisfazione rispetto a quanto si vorrebbe fare, spesso perché il clima produttivo generale sta assumendo direzioni diverse da quelle auspicate. Trattasi appunto di una legge del tempo, in cui la sua ruota va in una direzione non gradita. Così è, però, e non resta che prenderne atto.

RAPPORTI PLUTONE-NETTUNO
Per gran parte del secolo scorso Plutone è stato in sestile con Nettuno, e lo precedeva.5 Si sono potuti quindi verificare solo due tipi di rapporti di transito tra i due, ossia la congiunzione quando Plutone è passato su Nettuno, un sestile in età matura, e un quadrato in età avanzata. Fermo restando che si tratta di passaggi planetari sì importanti ma tutto sommato poco avvertibili, in gran parte per nostra disattenzione, stigmatizziamo comunque che il sestile aumenta la creatività propria dei due, sempre relativamente però alle possibilità del singolo. Un inetto totale non potrà trasformarsi in genio, banale dirlo, ma potrà rivitalizzarsi e ricominciare a sognare. Quando invece Plutone quadra il Nettuno radix, la creatività si spegne, forse definitivamente. Non sembrerebbero esserci riflessi sulla sessualità, mentre non sono invece affatto esclusi rinnovati slanci vitali.

 

Chi volesse approfondire le simbologie di Plutone può farlo a questo link:
Le simbologie di Plutone

Per quanto riguarda gli aspetti di nascita con gli altri pianeti, il link è il seguente:
Gli aspetti di Plutone

I MOVIMENTI DI PLUTONE NEI PROSSIMI DIECI ANNI

2014
Primo gennaio - 11°15'' Capricorno
Primo febbraio - 12°18'' Capricorno
Primo marzo - 13°04'' Capricorno
Primo aprile - 13°31'' Capricorno
Primo maggio - 13°30'' Capricorno
Primo giugno - 13°04'' Capricorno
Primo luglio - 12°22'' Capricorno
Primo agosto - 11°37'' Capricorno
Primo settembre - 11°06'' Capricorno
Primo ottobre - 11°00'' Capricorno
Primo novembre - 11°22'' Capricorno

Primo dicembre - 12°08'' Capricorno

2016
Primo gennaio - 15°02'' Capricorno
Primo febbraio - 16°05'' Capricorno
Primo marzo - 16°54'' Capricorno
Primo aprile - 17°24'' Capricorno
Primo maggio - 17°26'' Capricorno
Primo giugno - 17°02'' Capricorno
Primo luglio - 16°22'' Capricorno
Primo agosto - 15°37'' Capricorno
Primo settembre - 15°05'' Capricorno
Primo ottobre - 14°55'' Capricorno
Primo novembre - 15°14'' Capricorno
Primo dicembre - 15°56'' Capricorno

2018
Primo gennaio - 18°46'' Capricorno
Primo febbraio - 19°49'' Capricorno
Primo marzo - 20°37'' Capricorno
Primo aprile - 21°10'' Capricorno
Primo maggio - 21°16'' Capricorno
Primo giugno - 20°55'' Capricorno
Primo luglio - 20°17'' Capricorno
Primo agosto - 19°33'' Capricorno
Primo settembre - 18°58'' Capricorno
Primo ottobre - 18°45'' Capricorno
Primo novembre - 18°59'' Capricorno
Primo dicembre - 19°38'' Capricorno

2020
Primo gennaio - 22°23'' Capricorno
Primo febbraio - 23°48'' Capricorno
Primo marzo - 24°15'' Capricorno
Primo aprile - 24°50'' Capricorno
Primo maggio - 24°59'' Capricorno
Primo giugno - 24°41'' Capricorno
Primo luglio - 24°05'' Capricorno
Primo agosto - 23°21'' Capricorno
Primo settembre - 22°47'' Capricorno
Primo ottobre - 22°29'' Capricorno
Primo novembre - 22°40'' Capricorno
Primo dicembre - 23°16'' Capricorno

2022
Primo gennaio - 25°55'' Capricorno
Primo febbraio - 26°56'' Capricorno
Primo marzo - 27°46'' Capricorno
Primo aprile - 28°23'' Capricorno
Primo maggio - 28°35'' Capricorno
Primo giugno - 28°21'' Capricorno
Primo luglio - 27°48'' Capricorno
Primo agosto - 27°04'' Capricorno
Primo settembre - 26°26'' Capricorno
Primo ottobre - 26°07'' Capricorno
Primo novembre - 26°14'' Capricorno
Primo dicembre - 26°46'' Capricorno

2015
Primo gennaio - 13°09'' Capricorno
Primo febbraio - 14°12'' Capricorno
Primo marzo - 14°59'' Capricorno
Primo aprile - 15°28'' Capricorno
Primo maggio - 15°29'' Capricorno
Primo giugno - 15°04'' Capricorno
Primo luglio - 14°24'' Capricorno
Primo agosto - 13°39'' Capricorno
Primo settembre - 13°07'' Capricorno
Primo ottobre - 12°59'' Capricorno
Primo novembre - 13°18'' Capricorno
Primo dicembre - 14°02'' Capricorno

2017
Primo gennaio - 16°56'' Capricorno
Primo febbraio - 17°59'' Capricorno
Primo marzo - 18°46'' Capricorno
Primo aprile - 19°18'' Capricorno
Primo maggio - 19°22'' Capricorno
Primo giugno - 19°00'' Capricorno
Primo luglio - 18°21'' Capricorno
Primo agosto - 17°36'' Capricorno
Primo settembre - 17°02'' Capricorno
Primo ottobre - 16°51'' Capricorno
Primo novembre - 17°07'' Capricorno
Primo dicembre - 17°48'' Capricorno

2019
Primo gennaio - 20°35'' Capricorno
Primo febbraio - 21°37'' Capricorno
Primo marzo - 22°26'' Capricorno
Primo aprile - 23°00'' Capricorno
Primo maggio - 23°08'' Capricorno
Primo giugno - 22°49'' Capricorno
Primo luglio - 22°13'' Capricorno
Primo agosto - 21°28'' Capricorno
Primo settembre - 20°52'' Capricorno
Primo ottobre - 20°38'' Capricorno
Primo novembre - 20°50'' Capricorno
Primo dicembre - 21°26'' Capricorno

2021
Primo gennaio - 24°11'' Capricorno
Primo febbraio - 25°12'' Capricorno
Primo marzo - 26°01'' Capricorno
Primo aprile - 26°37'' Capricorno
Primo maggio - 26°48'' Capricorno
Primo giugno - 26°32'' Capricorno
Primo luglio - 25°57'' Capricorno
Primo agosto - 25°13'' Capricorno
Primo settembre - 24°36'' Capricorno
Primo ottobre - 24°19'' Capricorno
Primo novembre - 24°28'' Capricorno
Primo dicembre - 25°02'' Capricorno

2023
Primo gennaio - 27°39'' Capricorno
Primo febbraio - 28°39'' Capricorno
Primo marzo - 29°29'' Capricorno
Primo aprile - 00°08'' Aquario
Primo maggio - 00°21'' Aquario
Primo giugno - 00°09'' Aquario
Primo luglio - 29°36'' Capricorno
Primo agosto - 28°53'' Capricorno
Primo settembre - 28°14'' Capricorno
Primo ottobre - 27°54'' Capricorno
Primo novembre - 27°59'' Capricorno
Primo dicembre - 28°30'' Capricorno





1
Pur se l’associazione internazionale degli astronomi l’ha declassato qualche anno fa a pianeta nano, per l’astrologia resta un pianeta di prima classe.
2 Ossia Venere, Marte e Plutone, oltre al primo transplutoniano X-Proserpina di cui non abbiamo ancora effemeridi certe. 3 Se prendiamo ad esempio un pianeta a dieci gradi di Cancro, Pesci o Scorpione, il passaggio di Plutone in Scorpione si sarà avvertito dal novembre 1986 (quando il pianeta arrivò a 8 gradi) fino a maggio 1987 (quando il pianeta tornò a 8 gradi), poi da settembre 1987 (ancora a 8 gradi) fino a novembre 1988 quando il pianeta arrivò ai 12 gradi. Poi va detto che il pianeta è rimasto per tre-quattro mesi a 12 gradi, ma forse l’influsso era a quel punto più sfumato…
4 Prendiamo ad esempio in questo caso un pianeta a 20 gradi dei Gemelli, e l’influsso del suo transito si avvertirà circa dai 18 ai 22 gradi del segno. Avremo così un primo passaggio da luglio a novembre 1901 a 18 gradi. Poi sempre a 18 da giugno 1902 a gennaio 1903. Un soggiorno prolungato e costante da aprile 1903 a luglio 2006, dai 18 gradi a1 22. Fino ad altri due passaggi a 22 gradi, dal dicembre 1906 al giugno 1907 e infine da febbraio ad aprile 1908. Complessivamente, sia pure con più di una pausa il pianeta favorì od ostacolò altri pianeti presenti nello Zodiaco per la bellezza di circa sette gradi. Un tempo meravigliosamente stimolante se il passaggio fu a favore, almeno destrutturante se fu contrario.
5 Ossia era in due segni prima di lui. Ad esempio mentre Plutone era in Leone Nettuno era in Bilancia, poi l’uno fu in Vergine e l’altro in Scorpione, e così via.

massimomichelini1@virgilio1.it

1/03/2014


Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati