LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Il Sole - Essere un certo tipo d’uomo
o desiderare un certo tipo d’uomo

di Massimo Michelini

 

Cosa significa essere uomini oggi, in questa epoca di trasformazione? Il maschio (anche e soprattutto nelle vesti di paterfamilias) attraversa una crisi profonda rispetto al proprio ruolo sociale e domestico, almeno nella società occidentale e in particolare in quella italiana, dove pare abbastanza difficile mantenere ed esercitare con dignità la “professione” di uomo. O almeno di uomo equilibrato e consapevole, ugualmente equidistante da certi trogloditi brutali e violenti oppure dai palestrati super-leccati e firmatissimi, difficilmente inquadrabili come masculi pur appartenendo alla categoria degli eterosessuali. Si direbbe infatti che gli uomini maturi in grado di assumersi le proprie responsabilità siano ormai in fase di estinzione, quasi certamente annoverabili fra i protégés del WWF. Siamo al declino della civiltà occidentale, pare evidente, e scopriremo solo vivendo quale sarà il prossimo modello culturale a imporsi, se mai ci sarà dato il tempo di farlo.
Al di là dell’attuale crisi del ruolo maschile, va detto che, biologicamente e zodiacalmente, all’uomo spetta tuttora e comunque una serie di compiti molto precisi e importanti riguardanti la vita sociale attiva del soggetto. Se pure la virilità in senso anatomico e biologico è rappresentata da Marte, il Sole indica infatti il maschile nel suo complesso. Così un uomo si rispecchierà nel suo Sole per quanto riguarda la propria virilità non in senso erotico, ma in rapporto al proprio ruolo attivo nel mondo, come abbiamo già visto nei due capitoli precedenti.1 Vale la pena – come sempre – ricordare le parole di Lisa Morpurgo: “Rimane invece esclusivamente affidata al Sole, e alla sua posizione nei segni e case, l’idea che il soggetto può avere della virilità (in senso traslato e non soltanto sessuale) e della funzione virile nella società”2.
Così un uomo vedrà riflesso nel Sole il proprio essere uomo di un certo tipo, mentre una donna vedrà per contro nel Sole anche il modello maschile da ricercare, quello capace di completarla3. L’esperienza insegna però che il Sole indica sovente soprattutto il marito, ossia colui con il quale intendi costruire qualcosa su un piano non solo affettivo ed erotico, ma pure legale e programmatico. Per quanto riguarda il lato ludico-sessuale, risulta invece molto più pertinente Marte, da considerarsi appunto anche come la figura dell’amante ideale, di rado coincidente con la figura del marito. Non per nulla nel mito Marte si portava a letto con estrema soddisfazione di entrambi Venere, sposata altrove…
Al Sole invece importa relativamente quanto succede fra le lenzuola, a lui preme trasmettere e dare vita, e agire in modo tale da imprimere nel reale i suoi desideri e il suo modo d’essere.  
Vediamo allora le varie modalità del nostro essere uomini, o del tipo di partner che vorremmo4.
 


Il Sole in Ariete obbliga un uomo a sentirsi maschio, in tutti i sensi in positivo e in negativo. Ossia, ci si sentirà realizzati se si darà costante prova della propria virilità, non necessariamente sessuale ma umana. Così non si perderà mai l’occasione per mettere alla prova la propria competitività, in campo lavorativo quanto in famiglia, e perfino guidando la macchina. Guai infatti a chi tenta di superarti, a meno che non possieda una Ferrari o una Maserati: se l’automobilista rivale è al volante di un’auto simile alla sua dovrà restare indietro e mangiare la polvere dell’autista Ariete, che solo così potrà evitare una tremenda nevrosi. Così l’uomo vorrà essere uomo, e potrà vivere assai male una sua ipotetica omosessualità. In ogni caso cercherà di arrivare sempre primo, sia in fila dal fornaio sia nella professione o negli affetti. Come molti maschi “alfa” tenderà a segnare il territorio, e vorrà essere l’unico gallo del pollaio anche se l’assenza del rivale potrebbe fargli risultare la vita un po’ noiosa. Infatti, c’è più gusto se si ha qualcuno con cui combattere.

Una donna Ariete, anche la più evoluta culturalmente, cercherà nel partner il masculo da mettere sul piedistallo, anche se a volte non lo ammetterà mai nemmeno di fronte a se stessa. Anzi, si produrrà spesso in dichiarazioni di indipendenza, ma guai a metterle al fianco un pappamolla: il maschio deve essere dotato, e se Madre Natura non lo ha ben fornito in tal senso dovrà almeno emanare testosterone a manetta. Il marito verrà quindi rispettato e onorato, anche se poi spesso si innescheranno meccanismi di competitività. Ma questa donna vorrà un uomo uomo, mica un quacquaracquà…

L’uomo indicato dal Sole in Toro ha una forza lenta ma inesorabile, quella del pio bove carducciano, poco veloce nei riflessi, ma a ben vedere un macina lavoro. Capace e desideroso anche e soprattutto di provvedere al mantenimento della partner, della prole, degli ascendenti e collaterali, purché si tratti di famiglia. Gli estranei infatti è meglio se ne stiano alla larga, anche se quest’uomo non impiegherà mai – o quasi mai – la violenza. Tende infatti a essere mite e bonaccione, pur avendo un sottofondo di cinismo difficile da sospettare se non si manifesta. La sua virilità si esplicita spesso nell’erigere un solido steccato per proteggere i beni di famiglia, ossia quel che più gli interessa. Come pure sarà spesso pervaso da una sensualità diffusa, e nella costruzione della propria vita riserverà sempre e comunque una fetta importante al piacere in tutte le sue dimensioni.

La donna Toro aspirerà a trovare chi le sappia donare stabilità e durata, affettiva ed economica. Notoriamente possessiva, nel momento in cui si innamora o decide di convolare a giuste nozze, dal suo punto di vista compie un investimento (affettivo sì, ma pur sempre investimento), che dentro di lei è destinato a durare per l’eternità. Così potranno non dispiacerle gli uomini massicci e in carne, perché le danno l’idea di poterle garantire cibo e soldi per tutta la vita…

Il Sole in Gemelli suggerisce a chi lo possiede soprattutto una necessità di vivacità, di brillantezza sociale, di voglia e possibilità di comunicare. Perciò il suo ruolo sarà quello di vivacizzare la festa, di aggiornare sugli ultimi gossip, di compilare la lista di chi è in e chi è out, decidendo così chi resterà fuori dal party. Un compito quindi intellettuale, riservando questo aggettivo non necessariamente a chi si propone di conquistare la vetta del sapere e della conoscenza, ma semplicemente usa un filtro “intellettuale” rispetto alla vita. Così, non si sarà troppo sensuali, né troppo calorosi, né attaccati ai soldi. Si tenderà piuttosto a vivere d’aria: la materialità spinta risulta noiosa. Ci si stanca in fretta, perché si ha bisogno di continui stimoli e novità in grado di apportare aria fresca al cervello che, proprio per questo, tenderà a restare giovane fino a tarda età. E capace di raccontare nuovi gossip e battute di spirito. La vita non è poi così seria, sono molto più divertenti le feste…

La donna Gemelli cercherà anche e soprattutto un compagno di giochi capace di rendere speciale ogni giorno, con inviti alle manifestazioni più varie, con visite lampo ad amici, con capatine al bar decise all’ultimo minuto per l’happy hour. Certo a volte potrà lamentarsi per una certa evanescenza del partner, ma uno che fosse troppo solido e monolitico a lungo andare risulterebbe una pizza indigeribile. Meglio quindi usare la propria intelligenza per tamponare le distrazioni del compagno, avendo però modo di distrarsi e divertirsi. Anche sul piano sessuale, poi, mica cerca Rocco Siffredi: il divertimento erotico può esserci pure flirtando e trovando amanti passeggeri…

L’uomo col Sole in Cancro, anche quando avesse raggiunto una sua maturità, conserverà un lato bambino desideroso di protezione, coccole e rassicurazioni affettive di varia natura. Eserciterà la sua virilità, là dove la possieda, nel difendere la cerchia familiare, oppure, se egoista e narciso, nel tenere alla larga ogni situazione o cosa che gli impedisca di vivere come gli suggeriscono la propria lunaticità e gli umori ballerini. Sarà animato da una sorta di energia passiva, impiegata non tanto per fecondare il mondo, quanto piuttosto per ripararsi dal mondo stesso, o dominarlo senza muovere un dito. O per costringere le persone amate a rassicurarlo affettivamente, almeno tre volte al dì. Certo, le eccezioni ci sono, ed esistono Cancri maschi di tutt’altra tempra, ma che di solito conserveranno almeno una certa dose di infantilismo e di femminilità, pur restando del tutto eterosessuali.

La donna Cancro cercherà nell’uomo un personaggio tenero e casalingo, che svolga il suo ruolo virile soprattutto all’interno della famiglia. Non gliene fregherà infatti un bel nulla che un soggetto simile sia privo ambizioni, anzi: del resto, un arrivista starebbe poco in casa, non assolvendo in automatico all’obiettivo desiderato dalla donna del Cancro, ossia avere un marito radicato sul sofà del salotto. Spesso e volentieri le accadrà di trovare partner un po’ bambini o effeminati, in qualche caso non disdegnando il compagno cripto-gay o del tutto gay.

Il Sole in Leone impone a chi lo possiede di essere il migliore nel suo campo. Anzi, dentro di sé tutti i Leoni danno per certo di essere sempre e comunque i migliori in assoluto, una sorta di divinità in incognito rispetto ai comuni mortali, alla plebe. E, se mai per qualche stortura astrologica non riuscissero a realizzare quanto desiderano, esagereranno in senso opposto, considerandosi i peggiori in assoluto sulla faccia della Terra… L’importante è essere i numeri uno, non importa se in alto o in basso, la mediocrità non li riguarda. Per fortuna di solito sono provvisti pure di una certa ingenuità, capace di fargli davvero credere di essere quei semi-dei di cui si diceva sopra… Basterà non contraddirli alimentando al tempo stesso la loro vanità, e vivranno felici, alla faccia del risparmio e del conto in banca.

La donna Leone di rado si accontenterà di un partner mediocre. Il compagno dovrà spiccare comunque per qualcosa, sia la bellezza, sia l’intelligenza, più spesso il prestigio, non importa di che tipo. Va detto, ahimè, che quasi mai si trova un partner all’altezza delle attese, e infatti, superata la prima fase di idealizzazione e innamoramento, spesso il povero compagno della leonessa feroce dovrà subire esami continui e rimbrotti prolungati per non essere che un comune mortale. Basterà però far capire alla Leonessa quanto lei è superiore, e all’istante si verrà perdonati per i propri difetti.

 


Il Sole in Vergine rifugge in automatico da tutti gli eccessi. Preferisce una modestia efficiente, poco vistosa ma molto attenta al risultato. L’uomo Vergine vedrà quindi attivato il proprio tasso di testosterone nel momento in cui sa di aver fatto bene il suo lavoro, rispettando gli orari e fornendo al suo titolare quanto ha richiesto nei tempi giusti, e possibilmente senza commettere alcun errore. Uomo di mezzo, non vorrà spiccare in negativo ma avrà pure molte riluttanze a emergere troppo. Se mai lo farà dovrà essere grazie al proprio lavoro, e il Vergine di questo tipo non smetterà mai di ricordare di essere arrivato in alto tramite propri sforzi costanti e prolungati. Immune dai colpi di testa, a vent’anni di solito avrà già programmato quanto vuole dalla vita, mettendo poi in atto tutti i passi opportuni per realizzare i propri desideri.

La donna Vergine sceglierà di rado come compagno un nullafacente. Le andranno bene molte professioni, l’importante è che il partner sia impegnato le canoniche otto ore al giorno e porti a casa uno stipendio regolare. Già, perché le stravaganze la spaventano e preferirà spesso trovare qualcuno che non si distingua piuttosto che il geniale schizzato. Se per altri elementi astrologici dovesse però essere attirata da soggetti eccessivi e anomali, quasi sempre il partner sarà di umili origini, anche se poi dovesse aver scalato molti gradini sociali.

L’uomo della Bilancia aspira a portare giustizia ed eleganza nel mondo e spesso si impegnerà per riuscirci, con un sottofondo di lieve malinconia causata dalla consapevolezza che, per quanto si dia da fare, l’ingiustizia e la volgarità avranno comunque la meglio. Le buone maniere innate in lui gli impediscono poi spesso di lottare a muso duro per ottenere quanto desidera, come pure lo contraddistingue una certa carenza di energia. Per sua fortuna di solito però è una persona razionale e ponderata, capace di realizzare i propri obiettivi nei tempi lunghi, spesso grazie anche a un’opera di mediazione. Arriverà quindi alla meta pur crogiolandosi un poco in un sottofondo di larvata tristezza.

La donna Bilancia ha come massima aspirazione, sin dalla più tenera infanzia, il trovar marito. Peccato che non si accontenti del primo venuto, anzi. Di solito lo vorrà piacevole esteticamente, campione nella pulizia personale, ben educato, magari anche colto e raffinato. Insomma, cerca merce rara ma con la pazienza che la contraddistingue scarterà uno dopo l’altro i candidati inadatti, per compiere infine la scelta giusta, se possibile definitiva. L’importante sarà sposarsi, perché da sola non sa stare.

Il Sole in Scorpione ribolle di energie e desideri, non tutti mostrabili alla luce del sole… Si sa infatti che lo Scorpione è signore dell’oscurità e nel buio può accadere di tutto, nel bene e nel male. Si commettono delitti, si dà e si riceve piacere, si progettano nuove mosse e strategie esistenziali. L’uomo di questo tipo amerà mettersi alla prova in situazioni insolite, non importa di che tipo, per testare i propri limiti e per giungere sull’orlo dell’abisso, dal quale ritrarsi all’ultimo istante. Pur amando spesso il sesso in ogni sua manifestazione, preferirà avere storie complesse e appassionate, non sapendo mai davvero se la storia stessa potrà durare o è destinata a finire. L’incertezza in realtà lo attizza e lo stimola.

La donna col Sole in Scorpione di rado cercherà uomini belli. Anzi, a volte potrebbe pure essere attirata da fisionomie particolari se non brutte, appartenenti però a soggetti che emanino sensualità e complicazione. Le acque chete non la interessano, preferisce il caratteriale problematico che non le dia certezza, ma le prometta – a parole o a fatti – una vita complicata ma proprio per questo tanto meno noiosa.

Chi nasce con il Sole in Sagittario ha nella vita la missione di avere una missione, e non importa quale possa essere… Si sarà infatti spesso animati da un entusiasmo catechizzante, sia si segua un culto o un’ideologia che si vorrebbe trasmettere agli altri, sia si sia edonisti impenitenti e in tal caso si persegua il proprio benessere. Il Sagittario quindi vuole allargarsi, e guai se non ci riuscirà. Potrà allora interpretare la propria esistenza come una maledizione lanciata dagli dèi, quando piuttosto magari si tratta solo di una vita normalissima. Nella maggior parte dei casi si cercherà comunque di crescere ed espandersi, spesso riuscendoci.

La donna Sagittario cerca spesso un compagno di avventure, quello che la segua nelle sue amate esplorazioni della foresta amazzonica oppure decida di compiere con lei un cammino spirituale o intellettuale. O ancora, assecondi una certa tendenza ad allargarsi anche in senso economico e la faccia diventare ricca. Spesso però non saprà vedere i difetti del partner, o li vedrà solo all’ultimo minuto, perché l’innata ingenuità potrà farle prendere fischi per fiaschi.

L’uomo col Sole in Capricorno tende a gestire la propria esistenza in maniera decisa, razionale, puntando alla realizzazione degli obiettivi, e non importa quali essi siano. Sa per istinto che la vita non è una passeggiata ma una scalata erta, da affrontare con intelligenza per arrivare in alto. Ha un’attitudine mediamente virile, non delega a nessuno le decisioni importanti anzi preferisce avere il controllo su tutto, compresa la sfera affettiva e sessuale, importante sì ma non tanto da distrarlo dai compiti che davvero contano. Preferisce piuttosto programmare anche questi ambiti in un contesto più ampio, come necessità fisiologiche fondamentali che non devono però prendere il sopravvento.

La donna del segno cercherà nel partner solidità e potere, anche se spesso, non vedendo realizzata nel quotidiano la situazione che davvero vorrebbe, prenderà in mano la vita del marito o compagno per gestirla a modo suo. A volte con diplomazia, a volte con il piglio della dittatrice. La donna Capricorno non ama gli uomini effeminati, anzi le piacerà chi emana una mascolinità autentica: quelli che bluffano rispetto alla propria virilità li subodora lontano un miglio.

Il Sole in Aquario di certo non ha bisogno di manifestare una virilità esplicita ed esuberante che non gli appartiene. Intendiamoci, non siamo di solito nel territorio della confusione sessuale, ma la potenza maschile dell’uomo dell’undicesimo segno può esplicarsi soprattutto per questioni ideologiche, religiose o comunque relative a un principio di un qualche tipo. Allora potrà infiammarsi, sarà pronto a salire sulle barricate, prima di riflettere che forse rischia di far troppa fatica, e quindi tanto vale difendere le proprie opinioni magari su un blog di internet. Maschio atipico e sfuggente, seguirà come tutti gli impulsi suggeriti dagli istinti ormonali, pur avendo la consapevolezza di non volere diventarne schiavo. La cosa che ama di più è infatti la libertà, compresa la libertà dai propri desideri.

La donna Aquario, cercando un maschio atipico, potrà perdere la testa per personaggi strani ed elusivi, ma la sua schiavitù d’amore di solito durerà poco. Preferirà anzi costruire storie a metà strada tra l’amicizia e la passione, in cui possa conservare un ampio margine di libertà per farsi i fatti suoi. Sapendo che l’amato/amico c’è, ma che le lascia tutto lo spazio di cui non potrebbe fare a meno.

Un Sole in Pesci di certo non brilla per la chiarezza sulla propria missione virile nel mondo. O meglio, anche quando avesse un temperamento fallico, in senso caratteriale o sessuale, non riuscirebbe comunque mai a non farsi prendere dalle tipiche ansie e irrequietudini del segno. Quindi uomo sì, ma uomo mutevole, atipico e spaventato, pur essendo pronto a imbarcarsi nelle avventure più stravaganti perché per lui tutto è possibile, talvolta scambiando il sogno per la realtà, o vivendo la realtà come un sogno. Sarà quindi capace di missioni impossibili anche perché non sa vedere il rischio a cui si espone; per bloccarsi, magari, nell’attraversare una strada di scarso traffico, perché si è fatto prendere da qualche strana e immotivata ansia.

La donna Pesci vorrebbe un uomo atipico, marinaio, musicista o santo, ma non essendo queste categorie così popolate saprà accontentarsi di quanto offre la piazza. In questi casi però immaginerà il partner come se fosse un avventuriero unico e singolare, oppure fantasticherà di incontrarne uno di questo tipo quando va dal panettiere o fa la fila all’anagrafe in attesa di ritirare un certificato. Talvolta non disdegnerà uomini malaticci o con qualche insicurezza nevrotica, il che le permetterà di esercitare poi la propria vocazione da crocerossina, magari confidando al tempo stesso nel miracolo della guarigione dell’amato: la speranza è l’ultima a morire. 

 


Come sempre la posizione del Sole in una determinata casa potrà mutare con forza le influenze base del segno, indirizzandole in maniera netta nell’ambito simboleggiato dalla casa stessa.

Così un Sole in prima si rimirerà molto allo specchio, e nei rapporti col prossimo impiegherà la prima persona del pronome singolare in forma massiccia. Io, Io, Io. La cosa più importante per lui sarà quindi che il prossimo gli riconosca la sua unicità, o il suo ruolo protagonistico. Nei rari casi in cui il soggetto fosse arrendevole e rassegnato rispetto alla possibilità di primeggiare ci si potrà rifugiare in un narcisismo tutto sommato non pericoloso, ma confortante per il soggetto stesso. Insomma, se gli altri non ti diranno che sei il primo e unico, allora ci penserai da solo, magari allestendo una standing ovation in cui ti tocchi il ruolo di primo attore…

La donna con questo tipo di Sole sarà attirata da protagonisti molto autoreferenziali. Il problema potrebbe nascere nel momento in cui, passata la fase acuta dell’innamoramento, si accorgerà che l’egocentrico di cui si è invaghita toglie spazio al suo protagonismo. Tutto da verificare se e come si possa riuscire a conciliare caratteri analoghi. Spesso si riescono a trovare però forme di compromesso in cui ciascuna delle due metà della coppia trova un proprio pubblico, rendendo così soddisfatti entrambi.

Quando è in seconda casa, di solito al Sole importa poco di esibire la propria virilità: preferirà concentrare le energie nell’accumulo di capitale e sicurezza, sempre che glielo consentano le condizioni materiali. Potrà però investire molto nella propria immagine e si farà fotografare ogni volta che sia possibile: forse nell’inconscio tentativo di fermare il tempo e allontanare la morte. La passione per l’immagine potrebbe poi estendersi alla sfera dell’eros, e in qualche caso ci sarà chi vorrà immortalare le proprie imprese amatorie compiute nell’intimità, o anche chi trarrà piacere dal vedere documentato il sesso altrui. Non c’è da stupirsi, è noto che la pornografia è una delle più fiorenti imprese economiche mondiali. Poco incline a una vita instabile e complicata, questo Sole preferirà spesso confinarsi nella routine del noto piuttosto che fare un salto nel buio.

La donna con il Sole in seconda cercherà ovviamente un partner che le dia sicurezza, economica ma non solo. Per ottenere quanto vuole sarà però spesso costretta ad accantonare il senso critico, consapevole che ogni cosa ha un prezzo e la durata nel tempo a cui aspira implica l’accettazione di parecchi compromessi. Non le dispiaceranno inoltre uomini piacenti e spesso in carne, o comunque in grado di trasmettere un’impressione di solidità anche fisica. Gli anoressici scarlancati non fanno per lei…

Col Sole in terza un uomo vorrà sentirsi vivace, in movimento e giovane, o giovanile. Qualcuno potrà quindi eccedere in comportamenti adolescenziali fino a tarda età, più spesso ci si manterrà al passo coi tempi grazie alla curiosità, alla voglia di rapportarsi col prossimo, alla tendenza a spostarsi molto nel circondario. Quasi mai poi si vorrà passare inosservati, anzi si aspirerà a un ruolo da protagonisti, almeno nella cerchia degli amici o conoscenti. Chi per indole caratteriale (dettata da altri elementi astrologici) dovesse essere alieno dall’esibizionismo, vorrà comunque avere un piccolo pubblico di intimi in grado di rassicurarlo e dargli l’applauso che merita, o che pretende. In alcuni casi potrà poi esserci stata un’attività sportiva adolescenziale che farà poi conservare anche da adulti una certa innocua competitività.

La donna con questo tipo di Sole sarà attirata da personaggi dinamici e capaci di far divertire, o almeno di non essere noiosi. Spesso piaceranno gli uomini più giovani, oppure le storie importanti si inizieranno appunto nell’adolescenza, per essere poi trascinate sino alla maturità. A volte ci sarà una certa incostanza nel rapporto col maschile, oppure il piacere del gioco e del flirt servirà anche a non annoiarsi troppo con un rapporto comunque duraturo.

In quarta, il Sole impiega parte delle sue energie per proteggere sé e la propria famiglia. La sua virilità è quindi poco appariscente, se non femminilizzata. A meno che in realtà si abbia una mentalità da pater familias e, mantenendo verso il mondo esterno una facciata di cortesia, si eserciti poi un tipo di comportamento dittatoriale verso moglie, figli e congiunti vari. Ci sarà poi un solido attaccamento alle radici e al passato della stirpe, talvolta se non sempre mitizzata, o demonizzata nei casi di pesantissime lesioni planetarie collaterali. Alcuni avranno un carattere passivo, preferendo farsi proteggere e riverire come certi infanti troppo viziati dalla genitrice. Tanto mammoni a volte da starsene chiusi in casa, facendosi mantenere fino a tarda età da genitori ottuagenari, o dalla moglie. In ogni caso, anche in quelli di persone comunque attive, ci sarà un forte legame con la famiglia e la propria abitazione.

Alla donna col Sole in quarta importa soprattutto avere un uomo in casa e, proprio per questo, sarà capace di grandi compromessi pur di avere una presenza maschile tra le pareti domestiche. A volte, un uomo simile potrà essere bisognoso di protezione e nella partner cercherà una mamma. La sua compagna si lamenterà, ma all’atto pratico non riuscirà a non esaudire le sue richieste. Se ci saranno però dei figli, il senso materno sarà magari proiettato su di loro, o distribuito equamente tra i membri della famiglia, marito compreso…

Un Sole in quinta esercita la propria carica attiva virile nel vivere in ogni sua sfumatura, e si parlerà in particolare di divertimento, sesso, educazione della gioventù. Spesso impiegando un’energia sproporzionata o eccessiva rispetto a quanto si sta facendo sul momento, sempre che il tema natale nel suo complesso lo consenta. Un uomo di tal fatta potrà inoltre aspirare a dare il via ad altre vite, facendo figli oppure, se egocentrico e/o creativo, tentando inconsciamente di rendere eterno se stesso tramite una qualche produzione artistica, o semplicemente vivendo sopra le righe, quasi che l’esagerare fosse l’anticamera per l’immortalità. L’eccesso può infatti far credere illimitate le proprie risorse, almeno fino a quando corpo e mente reggono lo sforzo. L’esagerazione potenzialmente implicita in questa posizione planetaria può rendere inoltre a volte fragili e un po’ bipolari, perché, così come si potrà volere tanto da se stessi, allo stesso tempo ci si potrebbe odiare in ugual misura. Quasi sempre poi c’è uno scarso bisogno di sonno, e un non rispetto del ritmo giorno/notte: la notte sarà infatti vissuta come tutta da godere, magari per addormentarsi all’alba.

La donna con questa posizione planetaria sarà attirata da uomini sopra le righe, da una carica vitale all’apparenza inesauribile. Oppure piaceranno i caratteriali egocentrici, tanto esagerati quanto incapaci di moderazione e possibilità di mediare tra sé e il prossimo. Talvolta il maschio sarà visto soprattutto come uomo-oggetto indispensabile per la questione sessuale, talaltra sarà necessario perché si vogliono figli e la fecondazione assistita sembra un metodo squallido o troppo freddo… Di rado si riuscirà comunque ad essere razionali e calcolatori rispetto al partner.

L’uomo col Sole in sesta tenderà a sentirsi tale in particolare quando lavora e gli viene per questo riconosciuto un ruolo. Non gli importerebbe quindi di avere la nomea di stallone sessuale (ma potrebbe comunque esserlo), ma ci resterebbe malissimo se mai dovesse venir additato come inconcludente, nullafacente o pessimo lavoratore. Scatterebbe allora un senso di inadeguatezza capace di creare complessi di inferiorità mica da poco. Oppure potrebbe somatizzare, perché spesso vede nel corpo quasi un dio, e la riuscita sociale potrebbe andare di pari passo con l’efficienza fisica. Un problema di integrazione sociale potrebbe al contrario far sì che il corpo ne risenta e si ammali. Allergico a ogni stranezza, l’uomo con il Sole in sesta darà il meglio di sé se si sentirà confortato dal non essere atipico, ma piuttosto rientrante in pieno nella norma.

La donna con questo Sole cercherà più o meno consciamente uomini conformisti o lavoratori, in qualche caso con problemi di salute. Detesterà quasi sempre gli stravaganti, capaci di spiazzarla con la loro atipicità. Vorrà piuttosto qualcuno che la rassicuri e le assicuri una regolarità, umana, affettiva e sociale. Inoltre questa configurazione potrebbe a volte indicare donne attirate da uomini di una posizione sociale superiore oppure attizzate da inferiori. In entrambi i casi vengono esclusi per istinto i pari rango.
 


Un Sole in settima fa sì che l’uomo si senta tale solo se sta in coppia. Nel momento in cui dovesse venire lasciato o la partner dovesse mai defungere ci sarebbero autentiche crisi di identità, se non veri e propri momenti di panico. Di solito risolvibili nel momento in cui si profila un’altra storia d’amore importante. L’energia attiva del soggetto si esercita quindi nell’ambito della coppia, ma anche, in termini più generici, nel rapporto con il prossimo, che diventa un palcoscenico e uno sparring partner, indispensabile per l’esistenza stessa del soggetto. Per quanto riguarda poi le questioni affettive, non si parla sempre dell’amore descritto nei romanzi, quello tutto sospiri, emozioni e sogni ad occhi aperti, ma proprio della necessità di stare con qualcuno, e scendere ai più vari compromessi per ottenere compagnia duratura. Spesso con amore, ma non sempre.

La donna col Sole in settima sarà ovviamente quella che ha bisogno di un compagno al fianco. Spesso nasce moglie e sa scegliere il partner giusto per realizzare le sue necessità emotive e familiari, essendo capace di compromessi intelligenti pur di avere quanto desidera, ossia una storia duratura. Se però per altre spinte astrali ci fosse la tendenza a rompere i rapporti amorosi o ad averne tanti nel corso dell’esistenza, non si perderebbe comunque mai l’esigenza principale: avere un compagno, marito, fidanzato, non importa se per una notte o una vita intera.

In ottava, il Sole esercita la propria virilità in maniera oscura e non lineare. Spesso per tale motivo non si sarà esibizionisti, oppure non si sarà mai completamente sinceri, e qualche pensiero verrà tenuto solo per sé. Del resto, mica si può dire tutto, e nemmeno è obbligatorio farlo… Qualcosa resterà sempre inespresso, è una legge di natura. Il soggetto poi potrà dare il meglio di sé nei momenti di emergenza, o per affrontare situazioni particolari. Si attiverà soprattutto se c’è da costruire qualcosa di nuovo, magari per ripartire con una nuova vita dopo essersi distaccati da sicurezze precedenti. Non è escluso poi che si viva e ci si senta vivi lavorando nell’ombra, come guardiani notturni, investigatori privati, hacker e altre amenità. Cercando sempre di capire e vedere cosa c’è dietro la facciata, magari per approfittare poi di quello che si scopre.

La donna con questo tipo di Sole di rado amerà gli uomini tranquilli. Il compagno ideale dovrebbe infatti rappresentare qualcuno da conquistare giorno dopo giorno, perché l’amore e il sesso non possono essere regolati per contratto (questo è il suo pensiero, s’intende) ma vanno davvero nutriti con passione, intelligenza, un pizzico di follia. Certo le situazioni soporifere non sono contemplate e anche chi avesse una storia stabile penserà che potrebbe comunque finire in qualsiasi momento, anche se magari si concluderà davvero solo con una cerimonia funebre.

Il Sole in nona casa di un uomo lo spingerà ad allargare il proprio campo di azione ed esplorazione mentale, spesso viaggiando oppure filosofeggiando ad oltranza. Talvolta la nazione d’origine non sembra sufficiente a contenere le ambizioni e i sogni del soggetto, e a volte il mondo stesso è visto come un immenso parco giochi, o il set dell’ennesima avventura di Indiana Jones. La virilità del soggetto si esplica quindi nella conquista del creato o di un proprio spazio, fosse pure quello dell’adesione a un credo religioso o filosofico. Avventuriero o catechizzatore, anche da adulto questo tipo d’uomo non mancherà comunque di una certa dose di infantilismo positivo, quella di chi non rinuncia a credere ai propri sogni e, nel momento in cui la realtà dovesse dimostrarsi ostile, sa confidare ciecamente nella fantasia, nella convinzione che questa si trasformi prima o poi in un evento tangibile.

La donna col Sole nel nono settore è notoriamente attirata da uomini venuti da lontano. Se non dovesse avere un’attrazione cosciente, il fato stesso porterà a bussare alla sua porta un uomo nato dall’altra parte del mondo (o della sua nazione: non importa infatti la distanza, ma il partner deve comunque arrivare da un altro posto rispetto al proprio luogo di nascita), e così scoccherà l’amore. E lei si imbarcherà nell’avventura, spesso risultando vincente. Perché ci vogliono ottimismo e incoscienza per creare storie durature con persone con cultura e mentalità diverse dalle proprie.

In decima, un Sole non vorrà anzitutto subire la volontà altrui e, se non imporrà al prossimo le proprie idee e desideri, starà bene attento a che nessuno gli ordini alcunché. L’energia e la virilità non sono quindi impiegate per gareggiare con il prossimo, a meno che non si parli di successo professionale, ma si preferisce competere con se stessi per arrivare sempre più in alto, al limite delle proprie possibilità. Intendiamoci, non si tratta per forza di cose di asceti o stakanovisti, ma l’attenzione sarà comunque sempre desta per non dovere chiedere niente a nessuno. Tutt’al più si potrebbe arrivare a imporglielo, perché si è in una posizione sociale di comando, e l’ambizione in questo senso potrebbe esserci, ma il successo maggiore lo si avrà nel non dover chiedere mai niente a nessuno.

La donna con questo Sole in teoria cercherà uomini dominanti, anche se poi le proprie ambizioni faranno spesso sì che faccia fatica a rinunciare alla volontà di dominare in proprio. Il compagno non lo si vorrà comunque pappamolla, almeno sulla carta, e se pure nella vita non sarà un capitano d’industria o di reggimento, in chi lo immagina in una situazione di potere dovrebbe suscitare almeno un brivido erotico.

Il Sole in undicesima di solito dà tutto tranne che la voglia di essere uomini tradizionali, non per ricerca cosciente della stravaganza ma piuttosto perché la normalità non gli appartiene. Intendiamoci, è un tipo di uomo che magari potrebbe mimetizzarsi dietro una facciata di presunto ordine e regolarità, ma si tratterà pur sempre di facciata, perché in quasi tutti i casi l’unico imperativo seguito è il cercare di essere sempre liberi, al di fuori di ogni schema. Le non eccelse energie di nascita potrebbero venire però impiegate nell’adesione a una qualche ideologia, nella quale il soggetto potrà impegnarsi con convinzione, anche se dentro di sé terrà quasi sempre aperta la porta per prendere una direzione differente, non importa quale. La virilità potrà quindi essere esercitata in maniera anomala, non per imporsi sul prossimo ma per essere se stessi, qualsiasi cosa si sia.

Ovviamente una donna con questa posizione del Sole non potrà cercare uomini tipici. Lei stessa vedrà forse risvegliarsi il proprio interesse verso il maschile partendo da suggestioni intellettuali o ideologiche piuttosto che da furori ormonali. Il partner poi non dovrebbe essere un dittatore, ma lasciarle invece la possibilità di scegliere, sempre. Scegliere se restare accanto a lui, oppure sperimentare in altre direzioni, e chi sa mai quali potrebbero essere.

Un Sole in dodicesima ha anch’esso un’immagine di sé atipica, non corrispondente a quella del macho da bar. Le sue energie saranno infatti indirizzate verso la diversità, la scoperta dell’ignoto, il contenimento delle proprie infinite inquietudini e apprensioni. Una forza attiva in qualche modo centripeta e mutevole, spesso non del tutto consapevole rispetto ai propri desideri, forse perché quasi di certo questi non saranno mai definiti del tutto. Resta quindi sovente una certa dose di malinconia e instabilità, compensata a volte dall’assistenza dei bisognosi oppure dalla ricerca mistica. O ancora, si sarà bisognosi perché con scarsa salute o con equilibrio emotivo precario, pur confidando nel miracolo procurato da qualche entità superiore o avendo davvero di tanto in tanto qualche colpo di fortuna del tutto inspiegabile, eppure reale.

La donna con questo tipo di Sole potrà avere spesso una certa tendenza a fare l’infermiera, almeno verso il partner, perché l’uomo da cui è attirata non è spesso un campione in fatto di salute, non importa se fisica o mentale. Lasciando da parte i casi estremi di reale malattia, non si può però negare che il tipo di compagno prescelto rientra nella categoria degli atipici, fosse anche soltanto perché preferisce la solitudine al conformismo di massa. E un partner di questo tipo potrà condurre anche la sua donna in territori non comuni, talvolta assai strani, magari facendole raggiungere vette di inarrivabile stranezza felice, oppure precipitandola nella disperazione del caos non voluto.

 


Vediamo ora infine come si modifica e si modella l’immagine virile, propria o del partner, quando il Sole forma aspetti con altri pianeti.

Partiamo dai rapporti positivi tra il Sole e la Luna, spesso in grado di far confondere o sovrapporre al soggetto stesso la propria parte femminile e quella virile. Non troveremo quindi macho allo stato puro, incapaci di ascoltare le proprie emozioni. Anzi capiteranno soggetti capaci di commuoversi o di vivere in prima persona caratteristiche anche femminili, quali la sensibilità e l’empatia. Oppure potremo trovare egocentrici stra-emotivi, in grado di sommare in sé i difetti di entrambi i sessi. La Luna comunque di solito porta al Sole un che di indefinitezza e talvolta di infantilismo. Con rapporti negativi la virilità stenta ad accettare i suggerimenti delle emozioni, rendendo spesso sordi a un certo tipo di sensazioni. Oppure si avrà l’uomo che ha problemi relazionali con l’altro sesso, ed è capace di vantarsi della propria incapacità di capirlo.

Le donne con congiunzioni, sestili e trigoni tra i due luminari potrebbero essere attirate da uomini molto sensibili, talvolta effeminati o capaci comunque di assumere su di sé caratteristiche femminili o incombenze tipicamente legate al femminile, come la cura della casa o dei figli. Quelle con quadrati od opposizioni potranno invece imbattersi in  uomini con problemi nel capire e rapportarsi col femminile, o con un comportamento discontinuo in cui vita attiva e sensibilità a volte si scontrano, per la difficoltà a gestire entrambe.

La congiunzione di Mercurio al Sole farà sì che un uomo si ritenga tale soprattutto se riesce a entrare in contatto intellettuale con il prossimo, restando informato su quanto succede intorno a lui e, se possibile, a risultare pure spiritoso. Certo, ci sono molti livelli di comunicazione, come pure di informazione e sense of humour, ma, sempre relativamente al contesto sociale e alle possibilità del soggetto, chi possiede questa composizione planetaria non potrà prescindere da tali caratteristiche. Spesso mantenendosi giovane fino a tarda età anche grazie alla curiosità e all’apertura verso il mondo. La donna con questo aspetto cercherà quindi partner giovani o giovanili, vivaci e ben introdotti nel contesto sociale. Forse non sarà importantissima nell’attrazione la carica sessuale, mentre sarà fondamentale l’intesa intellettuale come pure la capacità del compagno di non farti annoiare, anzi di fornirti sempre nuovi stimoli.

La congiunzione tra Venere e il Sole5 rende l’uomo molto sensibile alla propria bellezza, e anche il più rude e macho non sarà immune dalla voglia di sedurre il prossimo, o almeno di ricevere apprezzamenti per la propria piacevolezza. Quindi anche nell’uomo più tenacemente eterosessuale resterà un sottofondo di civetteria, ma è noto che nessuno è uomo o donna al cento per cento….

La donna con questa congiunzione sarà di solito molto sensibile all’avvenenza maschile, e si invaghirà di preferenza di uomini dai bei lineamenti, in qualche caso magari leggermente effeminati. Possibilmente però anche portatori di buone o ottime maniere.

Tutt’altro discorso vale ovviamente per i rapporti positivi tra Marte e il Sole. In questo caso, anche l’uomo più evoluto e intelligente si troverà appiccicata addosso una carica aggressiva e un’energia che deve trovare un suo sfogo. Il soggetto dovrà poi scegliere in quale ambito esercitare tale carica, sia esso lo sport, sia il sesso, sia il predominio sul prossimo. A volte ci si concentrerà solo su una di queste attività, in altri casi su tutte, in altri ancora potrà accadere che in un dato periodo si possa essere portati a sfogarsi in un dato settore, in altri in un altro. L’energia di Marte potrà però essere incostante, oppure rianimarsi soprattutto se c’è all’orizzonte un altro maschio che svolga il ruolo del nemico, tale da attizzare l’istinto guerriero proprio di Marte stesso. Aspetti negativi tra i due pianeti rendono l’azione del soggetto indecisa e insicura, magari perché alla base ci sono dubbi sulla propria virilità. Del resto solo un pazzo totale non ha incertezze su di sé, ma quelle suggerite da Marte possono essere a volte parecchio destabilizzanti per un uomo, e possiamo solo augurarci che possieda altri strumenti per superare le proprie ombre interiori.

La donna con trigoni, sestili e congiunzioni del Sole a Marte non vedrà nemmeno coloro che non siano dotati di un tasso testosteronico di tutto rispetto. Il maschio deve essere maschio, altrimenti stia alla larga. Spesso però ci potrà essere poi una gara per stabilire chi debba essere a detenere il potere, e a guidare la coppia, e dovrà essere la titolare stessa di rapporti positivi tra Marte e il Sole a giostrarsi in questa ardua impresa. Cosa che invece non tocca affatto la donna con aspetti negativi, fatalmente attirata da uomini poco virili, talvolta gay o con problemi ormonali. Se poi non ci sono dubbi di identità o gli ormoni funzionano al loro meglio, si vorrà comunque al fianco una persona poco aggressiva, spesso perché la violenza spaventa.

Tutt’altro discorso vale per congiunzioni, trigoni e sestili tra Sole e Giove, grazie ai quali al soggetto non importa un bel nulla di apparire virile. Preferisce piuttosto allargarsi col suo ottimismo: così, la mascolinità si ammorbidisce, acquista anzi per certi versi un carattere femminile, divorante. Quindi, non ci si proporrà di penetrare il mondo con la spada o con il pene, ma si cercherà di conquistarlo a morsi, andando in cerca di quanto piace e si vorrebbe possedere. A volte inoltre ci potrà essere una notevole parlantina e il convincere il prossimo con le parole sarà ritenuto, in maniera conscia o inconscia, uno strumento di affermazione personale. Quadrati e opposizioni invece non spegneranno le caratteristiche appena descritte, ma le priveranno di ottimismo. Ossia l’Io cercherà di accumulare più cose non tanto per voracità quanto per insicurezza.

La donna con aspetti positivi tra i due pianeti non cercherà il maschio a tutti i costi, ma preferirà quello che le garantisca divertimento, edonismo, e se possibile, un solido conto in banca. Quella con aspetti negativi non crederà mai davvero del tutto nell’uomo da cui è attirata, a volte per precedenti esperienze pessime o bruttine, a volte perché le sembrerà che lui le rubi spazio vitale o, in casi estremi, faccia addirittura sparire il suo capitale.

 


L’uomo con aspetti positivi tra Sole e Saturno si sentirà realizzato nel momento in cui riesce a ottenere il controllo sulla propria esistenza e su quanto lo circonda. A volte con la conquista del potere, più spesso trovando un equilibrio interiore ed esteriore capace di conciliare l’impulso a vivere indiscriminatamente, proprio delle fiammate solari, con la programmazione esistenziale tipica invece di Saturno. Spesso un po’ vecchi già in tenera età, questi soggetti recupereranno una qualche dose di gioventù con la maturità, perché sapranno concedersi quanto forse prima si negavano perché troppo concentrati sul raggiungimento di un obiettivo. Aspetti negativi tra i due creeranno spesso invece comportamenti irrazionali o discontinui, perché non si saprà far convivere bene o con capacità costruttiva l’impulso vitale e una programmazione attenta del proprio futuro.

La donna con rapporti positivi sarà attirata da uomini ponderati, spesso scelti con raziocinio anche in base a quanto possono offrire, sul piano materiale ma anche su quello del potere sociale. Non dispiacerà quindi sposare il capufficio, il magnate d’industria o il politico, spesso più anziano. Invertendo poi la tendenza quando il soggetto stesso sarà maturo, e allora potrà puntare gli occhi sui giovani, avendo già la maturità dentro di sé. La donna con rapporti negativi tra i due farà invece fatica a compiere scelte ragionevoli rispetto a un compagno, perché sarà attirata da uomini poco incisivi sul piano sociale, o proprio perché stenterà a scegliere bene. O almeno la scelta non sarà del tutto serena e certa, e potrà restare sempre un dubbio rispetto a chi si è deciso di avere al fianco.

Urano in aspetto positivo con il Sole crea di solito uomini che si sentono tali e sono capaci di vivere al meglio soprattutto quando fanno, agiscono, lavorano. L’inerzia è di solito bandita dal loro vocabolario e modo d’essere, anche se spesso – visto che la loro azione è efficace – potranno non sembrare iperattivi: per loro tra il dire e il fare non c’è di mezzo il mare, basta agire e realizzare quanto si vuole. Concreti e propositivi, saranno spesso alieni da seghe mentali e immuni dalle nevrosi: il realizzare è infatti il mezzo perfetto per superare le turbe psichiche. Spesso gli aspetti negativi tra Urano e Sole non spengono la necessità di fare ma rendono piuttosto insicuri rispetto al proprio operato. Così potremo incontrare uomini incapaci di restare con le mani in mano, come se fossero però colpiti da una sorta di maledizione interiore, piuttosto che indotti ad agire per il piacere che trovano nel fare.

La donna con congiunzioni, trigoni o sestili tra i due non si accorgerà nemmeno della presenza di un inetto disoccupato, ma con un fiuto infallibile sarà attirata da maschi attivi ed efficienti, spesso in grado di risolvere problemi pratici. Potrà inoltre cambiare l’oggetto dei desideri a seconda delle sue necessità e, nel momento in cui le tubature di casa le dessero dei problemi potrebbe innamorarsi di un idraulico, mentre se dovesse registrare l’acquisto di un immobile sarebbe la volta dell’amore per un notaio. Esempi estremi a parte, l’uomo preferibilmente dovrà essere anche utile. La donna con quadrati e opposizioni tra Urano e Sole incapperà invece spesso in compagni inefficienti, oppure troppo presi dal lavoro per concederle il giusto spazio. Spesso lei stessa avrà i riflessi lenti e perciò non riuscirà a cogliere le migliori occasioni per un incontro, oppure sarà il partner a non essere capace di sfruttare le occasioni propizie.

Nettuno in rapporto col Sole crea un concetto di virilità differente, o almeno mutevole. L’energia attiva del soggetto infatti si concentrerà in maniera più o meno subliminale sul cambiamento, da spalmare nel corso degli anni. Così potrà accadere che, se nella prima parte della vita si era attirati da cose mistiche e magari si praticava un regime di vita austero e moralista, nella maturità poi ci si dedica alle sperimentazioni più varie, e magari in vecchiaia ci si rifugia pure nel mondo della creatività, talvolta quella musicale. I cambiamenti di Nettuno appaiono poi dall’esterno imprevedibili, benché quasi sempre il soggetto dentro di sé sia invece ben cosciente della necessità di trasformarsi, anche se magari poi lui stesso non sa in che cosa. Aspetti negativi tra Nettuno e Sole rendono spesso confusa e problematica la realizzazione dell’Io, talvolta troppo preso dalle proprie nevrosi per riuscire a vivere in serenità. Oppure, le energie solari si concentreranno nel mantenimento del proprio status quo, sia esso sociale oppure emotivo, anche se dentro di sé ribollirebbe poi la voglia di diventare qualcosa d’altro da quello che si è.

La donna con buoni rapporti tra Nettuno e Sole cercherà uomini stravaganti e irrequieti, ben lieta di dover poi fronteggiare ogni forma di stranezza e artisticità del partner, capace di risvegliare la sua fantasia e l’irrequietezza sua propria. Quella con cattivi aspetti potrà essere invece come una calamita per uomini ansiogeni o troppo radicati nel proprio modo d’essere, quasi sempre per paura di cambiamenti e novità. L’immutabilità del partner potrà poi essere fonte di nevrosi o angoscia, o almeno di insoddisfazione.  

L’uomo con rapporti positivi tra Sole e Plutone non si vedrà anzitutto come un essere amorfo. Avvertirà anzi la volontà di fecondare il mondo grazie a una netta sicurezza rispetto alle proprie capacità, non solo erotiche, ma anche quelle che gli permettono di convincere il prossimo. Nato tutt’altro che rinunciatario, vorrà essere infatti al centro dell’attenzione altrui, sia nella sfera sociale, sia in quella più privata della camera da letto. A volte poi tale volontà si esprimerà pure nella necessità di creare qualcosa di proprio, in campo artistico o d’altro tipo. Rapporti negativi non spegneranno tali esigenze ma mineranno alla base la sicurezza del soggetto che a volte assumerà i panni dello spaccone, o potrà essere paralizzato dall’insicurezza. Oppure avvolgerà la propria vita in un mondo di realtà distorte perché non riesce ad accettare le sue stesse contraddizioni, se non dopo aver compiuto un percorso di autoconoscenza tale da svelargli la natura profonda del suo disagio. La donna con rapporti positivi tra i due cercherà uomini spavaldi, creativi e ambiziosi; quella con aspetti negativi si troverà, senza accorgersene, a collezionare personaggi contorti e complicati. Oppure ne sarà consapevole ma non potrà fare diversamente, salvo aspetti planetari collaterali in grado di correggere il tiro in positivo.




1
Il Sole - Il padre e Il Sole - La parte attiva della personalità.
2 Lisa Morpurgo, La natura dei pianeti, pag. 12, Milano 1986.
3 Oltre ovviamente a rappresentare le caratteristiche riassunte di solito sotto l’aggettivo “attive”.
4 In tal senso non me ne vorrà il piissimo onorevole Carlo Giovanardi se affermo che il Sole indicherà il tipo di uomo ricercato non solo dalle donne, ma pure dagli uomini gay. Lo Zodiaco infatti non ha pregiudizi morali, si limita a riferire le cose come stanno in natura… Perché di natura si tratta…
5 In realtà tra Sole e Venere si può formare pure un semisestile, ma ha un effetto talmente blando da risultare difficile da analizzare. Resta comunque un influsso simile a quello della congiunzione ma in tono minore.

massimomichelini1@virgilio1.it

1/08/2014


Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati