LA ROTTA DI ULISSE

 


Contatti: massimomichelini1@virgilio.it

Eros e Thanatos:

i transiti post mortem

di Arianna Perbellini

 

«Non vive ei forse anche sotterra,
quando gli sarà muta l'armonia del giorno,
se può destarla con soavi cure nella mente de' suoi?
Celeste è questa corrispondenza d'amorosi sensi,
celeste dote è negli umani; e spesso per lei
si vive con l'amico estinto e l'estinto con noi,
se pia la terra che lo raccolse infante e lo nutriva,
nel suo grembo materno ultimo asilo porgendo,
sacre le reliquie renda dall'insultar de' nembi
e dal profano piede del vulgo, e serbi un sasso il nome,
e di fiori odorata arbore amica le ceneri
di molli ombre consoli.»
(I Sepolcri, Ugo Foscolo – 1806-1807)

Cosa accade dopo la morte? È un pensiero che pochi non si sono posto. I seguaci di una religione hanno le idee chiare e gli atei pure, le opinioni sono diverse ma qualunque sia il parere in merito una cosa mette d’accordo gli uni e gli altri: il ricordo che i defunti ci lasciano, le tracce di vita in comune. Tutti rammentiamo i nostri morti, ma una domanda può nascere sovente in chi non crede che l’esistenza sia solo una pura casualità: loro – ovunque essi siano – ricordano noi? La nostra vita è ancora “presente” e attiva in loro? I nostri successi, le sofferenze, le prove i morti le percepiscono?

Grazie a Wikipedia possiamo avere un rapido excursus su come le principali religioni considerano l'aldilà:
«A differenza che nell'ebraismo, nella maggioranza delle religioni di matrice cristiana c'è la credenza nella resurrezione: dopo la morte, l'anima del defunto, unita al corpo alla fine dei tempi, trascorrerà l'eternità in continua contemplazione di Dio in paradiso. L'inferno, il limbo e il purgatorio costituiscono invece i luoghi a cui sono condannate le anime non pure, anche se chiese e teologi non sono concordi sull'esistenza e su cosa rappresentino questi luoghi. Dalla visione dell'anima immortale e dell'inferno si distaccano solo le chiese cristiane avventiste ed i Testimoni di Geova, che insegnano con toni diversi che dopo il giudizio finale i peccatori saranno puniti con la distruzione eterna.
Presso l'Induismo, il Sikhismo ed altre religioni orientali si crede nella reincarnazione; secondo questa filosofia, la morte rappresenta un passaggio naturale (tanto quanto la nascita) tramite il quale l'anima abbandona un involucro ormai vecchio per abitarne uno nuovo (il corpo fisico), fino all'estinzione del karma ed alla conseguente liberazione definitiva. Per questo motivo l'idea della morte viene affrontata con minor struggimento interiore».
È difficile rispondere a cosa ci sia oltre la vita, ma l'astrologia può forse darci qualche suggestione. Il materiale a disposizione è ovviamente vastissimo.
Da bravo Sole in 8ª in trigono alla congiunzione Luna/Plutone tra undicesima e dodicesima casa mi incuriosisce la morte e quel che c’è “di là” e, occupandomi di astrologia, mi interessa sapere come reagisce il tema natale di una persona deceduta alla scomparsa di una persona con la quale il defunto ha avuto una stretta relazione. L'idea mi è nata all'inizio del 2011, e la morte di Elizabeth Taylor avvenuta il 23 marzo all’1.28 a Los Angeles mi ha consentito di restringere il campo di studio. Liz come tutti sanno ha avuto ben sette mariti (cosa vi aspettereste da una 7ª in Gemelli...), cinque dei quali passati a miglior vita prima che lei morisse. Valeva quindi la pena di analizzare i transiti sui temi natali degli ex coniugi al momento della morte di Liz. Per verificare poi se ciò che supponevo funzionasse sempre, ho analizzato anche i transiti sul tema natale di Marilyn Monroe al momento della morte di Joe DiMaggio e di Arthur Miller e del primo marito James Dougherty, anche se la popolarità postuma della Monroe è molto più alta di quella dei suoi ex partner. Direi che i risultati sono stati più che notevoli.

Poiché il matrimonio è un legame giuridico-affettivo composto da molti elementi, per la mia ricerca astrologica ho voluto analizzare come ipotesi di lavoro quanto segue:
Sole-come marito;
Luna-come moglie e come memoria/ricordo;
Casa 7ª e suoi dispositori come matrimonio;
Casa 8ª e suoi dispositori come morte ed eredità;
Casa 5ª come amore e figli;
Per ultimo ho verificato anche i transiti su Mercurio, in quanto in presenza di figli (per la Taylor) si presuppone un coinvolgimento, un dolore anche dei figli.

Partendo da Liz Taylor, mi aspettavo di trovare qualcosa di estremamente significativo specialmente sul TN di Richard Burton, il suo grande amore, e sono rimasta stupita nel constatare che tutti i parametri sopracitati presi in esame erano presenti nel tema natale di tutti cinque i mariti defunti. (Dei primi due ho analizzato solo i transiti su Sole e Luna non avendo l'ora di nascita). Data la quantità di materiale non è possibile analizzare i transiti sui temi di tutti i mariti, e ho deciso di limitarmi all'analisi dei TN di Burton e Mike Todd, perché dal primo ha divorziato due volte ed è stato probabilmente l’amore più grande della sua vita, di certo il più duraturo, del secondo rimase vedova a causa di un incidente aereo. Ricordo inoltre di aver letto che Todd fosse stato l'unico marito insieme a Burton che riuscisse a tener testa alla capricciosa e caparbia Liz.

RICHARD BURTON1 E LIZ
Prima di analizzare il tema natale di Burton in rapporto ai transiti post mortem, per i giovani che non avessero seguito in diretta la storia del grande amore, ricordiamo in breve che l’attore e la Taylor si conobbero sul set del kolossal Cleopatra e subito scoppiò una passione travolgente a base di sesso, alcool e liti furiose. I due divi si sposarono una prima volta il 15 marzo 1964 e il matrimonio durò una decina di anni. Dopo il divorzio e un periodo di separazione la fiamma si riaccese, si sposarono una seconda volta ma l’unione naufragò dopo pochi mesi. Per entrambi si trattò quasi di certo della passione della vita, nonostante entrambi si siano risposati.

Analizziamo ora gli elementi salienti nel TN di Burton:
Sole come il suo ruolo di marito: congiunto a Saturno in Scorpione 7ª casa;
Luna come moglie e come memoria/ricordo: in Vergine 6ª casa;
Casa 7ª come matrimonio: in Bilancia con Marte e il Sole congiunto a Saturno;
Casa 8ª come morte ed eredità: in Scorpione con Mercurio;
Casa 5ª come amore e figli: in Cancro senza pianeti;
Mercurio: in Sagittario 8ª (con Liz ha riconosciuto Maria, una figlia già adottata dalla Taylor e in qualche modo “ereditata”).

I transiti sul TN di Burton al momento della morte di Liz erano i seguenti:
LUMINARI
Il Sole/marito, riceve la congiunzione-esatta al grado della Luna (Luna che, tra parentesi, stava passando dalla 7ª all'8ª di Burton).
La Luna/moglie riceve il trigono di Plutone (signore dell’8ª), transitante in 10ª casa: la morte della moglie ha grande risonanza e lui stesso torna in questo modo alla ribalta della cronaca, nonostante fosse deceduto da tempo immemore.
CASA 7ª
Saturno transita in 7ª e quadra il Plutone radix (signore della casa 8ª), per il Sole e Saturno congiunti vedi sopra, mentre Nettuno (esaltato in trasparenza in Bilancia) dalla 12ª manda un trigono perfetto a Marte: se fossero stati vivi entrambi avremmo ipotizzato un innamoramento romantico. Sono invece morti e prendiamo atto dell’aspetto astrologico.
Analizziamo anche i dispositori della 7ª in Bilancia: Venere riceve la congiunzione di Plutone e le quadrature di Sole e Urano; Saturno riceve la congiunzione della Luna e Nettuno riceve l’opposizione secca di Venere. Un amore spezzato, un amore ricomposto.
CASA 8ª
Mercurio, nella casa della morte, non ha transiti esatti, solo un semisestile di Plutone e un trigono del Sole (in ogni caso due signori dell'8ª). I signori dell’8ª sono: Plutone, Marte, Mercurio e il Sole. Il primo riceve la quadratura perfetta di Saturno dalla 7ª, Marte il trigono di Nettuno, di Mercurio e del Sole abbiamo già parlato.
MERCURIO/CASA 5ª
Per Mercurio vedi quanto detto prima, in più sottolineiamo il trigono del Sole/padre; in 5ª non transitano pianeti, ma se analizziamo i signori del Cancro vedremo che la Luna riceve il trigono di Plutone, mentre Venere riceve la congiunzione di Plutone, ovvero entrambi sono sollecitati dal signore della casa 8ª. Per la figlia di entrambi, morte della madre (e conseguente eredità) e ciò è visibile pure nel tema del padre adottivo e defunto.

CONSIDERAZIONI
Mi ha colpito molto l'esattezza di alcuni aspetti, anche quelli formati dai luminari (la Luna di transito perfettamente congiunta al Sole/Saturno in 7ª; il Sole di transito quadrato alla Venere radix).
Ben due pianeti2 (Luna e Urano) stavano cambiando casa (dalla 7ª alla 8ª la prima e dalla 12ª alla 1ª il secondo), e le case coinvolte sono assai significative. La Luna passa dalla casa del matrimonio a quella della morte, ma che dire del passaggio tra 12ª (fine del ciclo) e 1ª (inizio di un nuovo ciclo) di Urano? Perché mi sono soffermata anche su Urano? Perché Burton aveva la Luna in Vergine/6ª e la Venere/amore dispositore della 7ª in Capricorno/10ª, ovvero segni e case uraniani. I due pianeti femminili erano quindi uraniani. Marte poi, secondo signore dello Scorpione/8ª, era congiunto all'Urano radix.
Intendiamoci, non voglio inoltrarmi ad ipotizzare cosa ci sia dopo la morte, anche perché a mio avviso questa “esplosione” di transiti potrebbe accontentare tutti: per alcuni potrebbe indicare una fine definitiva, in cui si riecheggiano anche i grandi amori della vita, mentre per altri potrebbe significare un “futuro insieme” dopo la morte.
Va sottolineata infine anche l'importanza dei transiti di Plutone, signore dell’8ª casa/morte.
Se l’amore tra Burton e la Taylor è stato così grande da riverberarsi anche sul tema dell’ex coniuge defunto, facciamo un passo indietro per capire cosa avesse significato astrologicamente per il grande attore gallese l’incontro con Liz. Se diamo una rapida occhiata ai transiti sul TN di Burton al momento del primo matrimonio con laTaylor troviamo Nettuno perfettamente appollaiato sulla congiunzione Sole/Saturno in 7ª (vale a dire una trasformazione forse illusoria attraverso un contratto nuziale) e Plutone e Urano congiunti alla sua Luna (incontro improvviso ad alta densità erotica con una donna). Nota bene: questi transiti così importanti non si sono più ripetuti nel tema di Burton, a significare l’estrema importanza per lui dell’incontro. Ritroviamo anche sei pianeti (Sole, Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno) che transitano tra la 12ª e la 1ª casa. Al momento della morte di Liz erano ben sette (Sole, Venere, Marte, Mercurio, Giove, Urano e Nettuno); le due situazioni hanno inoltre analogie impressionanti quasi a rimarcare la dialettica di amore e morte che accompagnò la loro storia.
I valori Sole/marito e Luna/moglie sono ben sollecitati, da sottolineare; la congiunzione che la Luna fa al Sole di Burton sembra quasi un ricongiungimento dei due coniugi, la Luna/moglie che si ricongiunge al Sole/marito e il tutto avviene per di più in 7ª per poi scivolare in 8ª /morte.
La Luna di Burton riceve il trigono di Plutone che non solo ribadisce il sestile di nascita fra i due pianeti (Plutone infatti è anche il signore della casa 8ª di Burton), ma segnala la morte della moglie.
Devo dire che quando ho fatto questo elenco sono rimasta molto colpita, la situazione sembra molto complicata, intrecciata, come del resto era complicata la relazione tra i due attori, ma a considerare bene i transiti si vede chiaramente che sono sempre i soliti valori ad essere maggiormente sollecitati: Sole, Luna e 7ª e 8ª casa e relativi dispositori.
Ma prendiamo un altro marito (con Liz Taylor non abbiamo che l'imbarazzo della scelta...)

MIKE TODD3 E LIZ
Il matrimonio con il produttore Todd durò poco più di un anno perché il poveretto morì in un incidente aereo nel 1958. La Taylor lo ricordava sempre come uno dei tre grandi amori della sua vita. Gli altri due erano Burton, ovviamente, e i gioielli…

Ecco gli elementi salienti del suo TN:
Sole come il suo ruolo di marito: congiunto a Plutone in Gemelli 3ª casa;
Luna come moglie e come memoria/ricordo; in Pesci 12ª casa;
Casa 7ª come matrimonio; in Bilancia con Giove;
Casa 8ª come morte ed eredità; in Scorpione vuota;
Casa 5ª come amore e figli; in Cancro con Venere;
Mercurio in Gemelli 2ª casa.

I transiti sul TN di Todd al momento della morte di Liz erano i seguenti:
LUMINARI
Il Sole/Marito riceve il trigono di Venere e di Nettuno (signori della Bilancia/7ª, ma anche del segno dei Pesci dove si trova la Luna di Todd), quindi anche se in modo meno diretto si ripresenta una “riunione” tra il Sole e la Luna.
La Luna/Moglie riceve quasi perfetto il trigono dalla Luna e la congiunzione di Marte (signore della casa 8ª). Come per Burton uno dei signori della 8ª casa coinvolge la figura della Luna/moglie. La lettura astrologica è chiarissima: “grazie” alla morte si attiva (almeno) il ricordo di una moglie più che importante.
CASA 7ª
La 7ª è in Bilancia: i transiti che abbiamo in questo caso sono un Saturno che transita esattamente sulla cuspide della 7ª (ricordiamo che Saturno si esalta in Bilancia 7ª).
Analizziamo anche i dispositori della 7ª: Venere aveva appena ricevuto il sestile di Saturno e il trigono di Giove. Saturno radix riceveva l’opposizione della Luna. Nettuno esaltato in trasparenza in Bilancia riceve la quadratura di Mercurio da un lato e il trigono di Marte dall'altro (due dei signori dello Scorpione /8ª)
CASA 8ª
La Luna era esattamente sulla cuspide della casa.
Vediamone poi i dispositori: Marte riceve la congiunzione di Giove e l’opposizione di Saturno. Plutone il trigono di Nettuno e Venere. Mercurio il sestile di Giove e il Sole il trigono di Nettuno. Del Sole (esaltato in trasparenza in Scorpione) abbiamo già parlato. Sembra quindi un riaccendersi felice e fantasioso del ricordo di una persona morta da tanto tempo (il marito della diva Taylor) ravvivato dalla scomparsa del suo grande amore.
MERCURIO/CASA 5ª
Mercurio (in 2ª) riceveva il sestile di Giove: un’eredità per la loro figlia Liza? La 5ª casa in Cancro non riceve transiti, la Luna e Venere pianeti signori del Cancro li abbiamo già analizzati, sottolineiamo che Venere ha il transito di Giove in trigono.
Anche nel caso di Todd abbiamo ben sei pianeti (Sole, Mercurio, Marte, Giove Urano e Nettuno) che al momento della morte di Liz transitavano in 12ª e 1ª casa.
Sottolineo a questo punto che Sole, Mercurio, Venere, Marte e Urano di Liz si trovano nelle case 1ª e 12ª sia di Todd che di Burton... Un altro ritorno ad una situazione iniziale? Un altro cerchio che si chiude?

Qui abbiamo ben quattro pianeti che stanno cambiando di casa:4 due sembrano riproporre la medesima situazione di Burton: infatti Saturno (signore della 7ª) sta transitando dalla 6ª alla 7ª e Giove dalla 12ª alla 1ª; quest'ultimo è il signore dei Pesci dove guarda caso si trova la Luna di Todd. Abbiamo poi Nettuno (sempre dispositore dei Pesci) che si era appena spostato dalla 11ª casa alla 12ª e infine Plutone, signore dello Scorpione/8ª casa, esattamente congiunto al MC. Analizzando i transiti sul TN di Todd al momento del suo matrimonio non ho riscontrato analogie così sorprendenti come nel caso di Burton.
Anche in questo caso salta agli occhi il coinvolgimento di Sole, Luna, Mercurio, casa 7ª, 8ª e 5ª.
Possiamo azzardare ulteriori considerazioni su chi ha amato di più? Difficile dirlo anche per gli scoppiettanti TN dei protagonisti, forse la fusione delle due persone avrebbe soddisfatto pienamente la Taylor… Del resto La Luna di Liz era perfettamente congiunta al Sole di Burton, mentre il Sole della Taylor era largamente congiunto alla Luna di Todd e l'ASC di entrambi conteneva la Venere della Taylor.

MARILYN
Tutti conoscono la vita direi tragica di Marilyn Monroe, diva famosissima condannata dallo star system al ruolo di oca giuliva, ma difficile crederlo dal punto di vista astrologico: infatti un bel Mercurio in Gemelli/10ª ci indica un successo ottenuto tramite l'intelligenza. Forse da brava Gemelli giocò (o fu costretta a giocare) con questo ruolo. Indipendentemente dai successi professionali, la sua vita affettiva fu alquanto travagliata. Ebbe infatti tre matrimoni e numerosi amanti, compresi Frank Sinatra (i cui legami con la mafia sono noti), il presidente John Kennedy e suo fratello Bob (tanto per non smentire il suo Marte/amante in 8ª, casa riferita alla politica e alla mafia). Tutte le relazioni affettive furono tormentate, come suggeriscono i suoi Giove e Luna in Aquario e 7ª opposti a Nettuno in 1ª. Notiamo inoltre che due dei signori dei pianeti in Aquario, Nettuno e Saturno, formano con essi aspetti negativi: il tormento e l’orgoglio le impedivano una stabilità sentimentale.

Suo secondo marito fu il famoso campione di baseball Joe DiMaggio, quasi un eroe nazionale per gli Stati Uniti, celebrato anche in una nota canzone di Simon & Garfunkel.5 Il matrimonio durò circa nove mesi e fu caratterizzato dalla estrema gelosia di lui, dalla sua insofferenza al tipo di vita hollywoodiana e, a quanto disse Marilyn in fase di separazione, dalla crudeltà mentale. In ogni caso sembra che il grande campione di baseball ne sia rimasto innamorato fino alla fine, fu vicino all'attrice al momento del divorzio da Miller, la voleva risposare, ne organizzò i funerali (escludendo completamente l'ambiente del cinema), e per vent’anni portò delle rose rosse sulla tomba tre volte la settimana. Le sue ultime parole furono: «I'll finally get to see Marilyn», riuscirò finalmente a rivedere Marilyn. Un grande amore dunque almeno da parte di lui. Come avrà percepito Marilyn la sua morte?6

JOE DIMAGGIO E MARILYN
Prima di tutto vediamo gli elementi, che abbiamo deciso di considerare, nel TN di Marilyn:
Il Sole come marito è congiunto a Mercurio in Gemelli e 10ª.
La Luna, come il suo ruolo di moglie e come memoria/ricordo, è congiunta a Giove in Aquario 7ª.
La casa 7ª come matrimonio è in Aquario con Luna e Giove congiunti.
La casa 8ª come morte ed eredità è in Pesci con Marte ed Urano congiunti.
La casa 5ª come amore e figli è in Sagittario senza pianeti.
Mercurio è in Gemelli 10ª congiunto al Sole.

I transiti sul TN di Marilyn al momento della morte di Joe DiMaggio erano questi:
LUMINARI
Il Sole/marito di Marilyn riceveva l'opposizione secca di Plutone che stava per entrare in V, ovvero uno dei signori della 7ª agisce sul luminare. Che strano...
La Luna/moglie riceveva la congiunzione di Urano (signore della 7ª/Aquario) e sottolineiamo che la Luna è signora dell’8ª in Pesci di Marilyn e si verifica ancora uno “strano” connubio tra la casa del matrimonio e quella della morte. Inoltre la Luna è signora per cosignificanza della 12ª, casa della fine del ciclo umano. L’Urano radix dell’attrice era inoltre in Pesci e ottava: si vogliono altre prove?
CASA 7ª
Urano era congiunto alla cuspide della 7ª di Marilyn. Ovvero aveva appena cambiato casa e ricordiamo che Urano è uno dei signori del segno dove si trova la Luna di Marilyn.
Vediamone ora gli altri dispositori:
Saturno ha la congiunzione secca della Luna;
Nettuno riceve la quadratura della Luna;
Plutone riceve il trigono di Marte.
CASA 8ª
In casa 8ª stava transitando il Sole (che si avvicinava a congiungere Marte radix, il marito sportivo?) e ne stavano uscendo Mercurio e Giove (quest’ultimo signore della 8ª).
I pianeti in 8ª ricevono questi transiti:
Marte il trigono della Luna, mentre Urano aveva appena avuto la congiunzione di Mercurio.
I dispositori dell’8ª sono:
Nettuno e la Luna, già analizzati;
Giove e Venere sono senza transiti.
CASA 5ª
Al momento della morte di Joe, Plutone era congiunto alla cuspide della 5ª.
Vediamo i dispositori: sono Luna, Giove e Nettuno, già analizzati.

In questo caso i transiti sono meno contorti di quelli dei mariti di Liz, ma sottolineiamo ancora che ben tre pianeti stavano cambiando di casa e che la Venere di Marilyn riceveva la congiunzione di Saturno, uno dei signori della 7ª. Mi ha colpito il forte coinvolgimento della Luna (sia radix che di transito), che toccava decisamente i valori di 7ª. Ciò mi porta a una considerazione generale: di solito siamo portati ad analizzare i transiti dei pianeti lenti e semilenti. Sbagliamo? Oppure qui la Luna agisce solo nel suo simbolo di memoria/ricordo? Dobbiamo riconsiderare che, nonostante la rapidità, Sole e Luna abbiano un’influenza importante nella vita di una persona? Oppure è proprio perché parliamo della fine che la loro influenza si fa sentire in modo così deciso? Potrebbe essere lo spunto per uno studio futuro.

MARILYN E MILLER
Stando alla cronaca ben diverso fu il rapporto con il noto drammaturgo Arthur Miller con cui restò cinque anni. Si sposarono il 1 luglio 1956, si separarono il 24 gennaio 1961. La Monroe ebbe tre aborti (voleva con determinazione un figlio da Miller) e cercò di “elevarsi” al livello intellettuale del terzo marito. Tutto questo soddisfa pienamente la congiunzione di nascita tra Sole/marito e Mercurio. Ricordiamo inoltre che Marilyn sposò lo sportivo e l’intellettuale più famosi d’America, come vuole il luminare in 10ª e Gemelli, che esige anche pubblicità e riconoscimento pubblico. Da parte di Miller a quanto pare ci fu un pizzico di opportunismo (sancito senza ombra di dubbio dalla sua Luna in Aquario congiunta a Urano). Infatti Marilyn manteneva il marito e la relativa ex moglie, senza contare che dopo il divorzio il drammaturgo non fu certo tenero con Marilyn. A quanto pare l'attrice si impegnò particolarmente affinché la relazione avesse un buon fine, ma anche in questo caso non mancarono numerose scappatelle.

I transiti sul TN di Marilyn al momento della morte di Miller7 erano i seguenti:
LUMINARI
Il Sole/marito riceve il trigono di Venere (signora dell’8ª del marito).
La Luna/moglie riceve la congiunzione di Mercurio e del Sole, (anche qui ritroviamo un congiungimento dei luminari, per di più in 7ª casa, e allo stesso tempo si ripropone la congiunzione Sole/Mercurio natale di Marilyn e il trigono di Giove dalla 3ª e Giove è signore dell’8ª. Anche Nettuno e Plutone sono coinvolti: il primo era in larga congiunzione (4 gradi) il secondo formava un largo sestile (4 gradi), forse a ricordare la metamorfosi/trasformazione che Marilyn tentò di compiere durante il matrimonio. (Da notare che alla data dei due ultimi matrimoni, molto ravvicinati, il Giove radix in 7ª dell’attrice riceveva il trigono di Nettuno e l’opposizione di Plutone). Quindi ben due signori dell’8ª formavano aspetti con la Luna/moglie/memoria e rispetto alla morte di Joe DiMaggio la Luna dell’attrice risulta molto più coinvolta (ben cinque aspetti).
CASA 7ª
Vi transitavano Sole, Mercurio e Nettuno in congiunzione alla Luna. Sono valori che coinvolgono le personalità degli ex-coniugi: Miller intellettuale (Mercurio) e Marilyn con i suoi problemi di alcolismo (Nettuno) si uniscono e risvegliano la Luna/memoria.
Vediamo se anche i dispositori della 7ª ci indicano qualcosa di significativo.
Urano (in 8ª radix di Marilyn) riceve una larga quadratura (cinque gradi) da parte di Plutone (esaltato in trasparenza in Aquario/7ª); Saturno il trigono secco di se stesso e la quadratura secca del Sole. Nettuno radix ha l'opposizione del Sole e il trigono di Plutone.
Plutone non riceve aspetti. Sottolineo la presenza del Sole di transito, che agisce sulla 7ª di Marilyn con aspetti sempre entro i due gradi.
CASA 8ª
Passiamo alla casa 8ª. Al momento della morte di Miller, Luna ed Urano congiunti erano esattamente sulla sua cuspide; la Luna/moglie entra nella casa della morte.
Il Marte radix riceve il trigono di Saturno e la quadratura di Plutone (signori dell’Aquario in 7ª) di Urano abbiamo già parlato.
Di Nettuno e Luna signori dei Pesci abbiamo già parlato. Giove, altro signore, riceve una larga congiunzione del Sole (il tutto in 7ª) e il sestile di Plutone; Venere ha solo aspetti molto larghi, un trigono da Plutone (cinque gradi) un sestile dal Sole (sette gradi) e una quadratura da Saturno (sette gradi).
Anche in questo caso abbiamo ben due pianeti che stavano cambiando casa; Luna e Urano dalla 7ª alla 8ª.
CASA 5ª
Transitavano Marte e Plutone. I dispositori sono Giove, Nettuno e Luna tutti pianeti già analizzati.

Che considerazioni finali si possono trarre? In questo caso i valori Sole, Luna, 7ª e 8ª sono strettamente intrecciati: ancora il matrimonio, la morte, l’uomo, la donna.
Come anticipato, i temi natali di persone che si sono amate intensamente rispondono dunque moltissimo ai transiti del momento della scomparsa dell’ex-coniuge. Cosa vuol dire ciò?

Non potendo giungere a una conclusione inequivocabile su cosa c’è “aldilà” preferisco citare Sören Kierkegaard: «Nella vita l'unica cosa certa è la morte, cioè l'unica cosa di cui non si può sapere nulla con certezza».

medeamedora@virgilio.it



1 Purtroppo l’ora di nascita di Burton è tutt’altro che certa. Ho impiegato quella all’apparenza più accreditata. Era nato comunque a Pontrhydyfen il 10 novembre 1925 probabilmente alle 15.
2 Sempre ammesso che l’ora utilizzata sia quella corretta.
3 Era nato a Minneapolis il 19 giugno 1911, probabilmente all’1.
4 Anche per Mike Todd l’ora di nascita è tutt’altro che sicura. Se quindi le considerazioni sui rapporti planetari sono comunque certi, quelli per il passaggio di casa dei pianeti è ipotetico.
5 “Where have you gone, Joe DiMaggio? /A nation turns its lonely eyes to you/ (Woo woo woo) What’s that you say, Mrs. Robinson/ ‘Joltin Joe’ has left and gone away?/ (Hey hey hey – hey hey hey).” Mrs Robinson, Simon-Garfunkel
6 DiMaggio, che era nato il 25 novembre 1912 alle 7 a Martinez , morì a Hollywood poco dopo la mezzanotte dell’8 marzo 1999.
7 Miller (nato a New York il 17 ottobre 1915 alle 5.12) morì il 10 febbraio 2005 a Roxbury, nel Connecticut.



Copyright © 2017La Rotta di UlisseTutti i diritti riservati